di Giovanna Rossi. Un sogno, una memoria, una vita passata tra i Celti. E un incontro nel presente, simile a un tuffo nel passato, che rievoca un amore lontano. Era un sogno. O forse no. I sogni che giungono appena prima del risveglio lasciano a volte emozioni che difficilmente possiamo spiegare, ci restano dentro e sono così coinvolgenti da non ...

di Willam Giroldini. Un racconto fantascientifico. L’incredibile storia raccontata da un professore un po’ brillo su una pianta carnivora, dotata di intelligenza umana… Nella mia qualità di collaboratore esterno di una nota rivista popolare scientifica (di cui ovviamente non posso fare il nome) sono sempre a caccia di notizie interessanti ed originali dal mondo scientifico. Un giorno, quasi per caso, ...

di William Giroldini. Il primo dei racconti fantascientifici (già su Kataweb) di Giroldini narra il viaggio di un gruppo di astronauti in un prossimo futuro. L’astronave si materializzò a breve distanza dall’ultimo pianeta del sistema stellare denominato “AK234-B”, costituito da sette pianeti orbitanti attorno a una stella gialla di grandezza media. Un paio di milioni di miglia di distanza dall’ultimo ...

di Silvia Leghissa. Note poetiche sulle creature che accompagnano la nostra estate: rondini e gabbiani, formiche e cicale, ma anche ricci e meduse È l’alba di un giorno d’estate. Nel cielo, i colori dell’ultimo stralcio del crepuscolo mattutino si distendono come fossero dipinti su di una tela infinita. Il blu lavanda si trasforma in rosso purpureo, che sbiadisce lasciando il ...

di Silvia Leghissa. Stralci di memorie dell’infanzia: l’odore della carta dei quaderni, l’amore per la natura e per un abete, che si inchinava al suo passaggio L’odore delle gomme da cancellare, quello delle scatole di latta delle matite colorate, dei pennarelli nuovi e dei pastelli di cera. Odori. L’odore della carta dei quaderni impilati uno sull’altro sugli scaffali della cartoleria. ...

di Marco Cesati Cassin. Un racconto pieno di poesia. Una bimba, accompagnando la mamma al cimitero, vive  un’esperienza di contatto con l’altra dimensione Giulia quella mattina non aveva proprio voglia di andare al cimitero. Ma era il 2 Novembre, giorno dei morti, e la mamma voleva portare dei crisantemi freschi sulla tomba della nonna. «Giulia preparati che tra dieci minuti ...