Il proposito – o la promessa – fatta a noi stessi e ai lettori sui primi numeri di questo magazine era di prospettare su queste pagine un mondo migliore, proponendo strumenti per lavorare tutti insieme per il cambiamento e superare questo difficile momento. Certo, non abbiano formule magiche, ma solo un grande entusiasmo e una fede nella perfezione dell’universo. Beh, ...

In questo mese la nostra redazione, che lavora spinta dall’entusiasmo di contribuire a un grande cambiamento in positivo della nostra società, è stata gratificata per il suo impegno: infatti siamo passati da 6000 visitatori di marzo, a 10.000 di aprile. E abbiamo tutta l’intenzione di crescere. Il leitmotiv di questo numero – e complessivamente del nostro lavoro – è racchiuso ...

Intanto mi dispiace che con questo numero siamo in ritardo, come il Bianconiglio che corre trafelato con una sveglia in mano in Alice nel Paese delle Meraviglie (rivisitato e portato a teatro da Matteo Tarasco, con Romina Mondello, vedi recensione). Per questo abbiamo deciso eccezionalmente di fare un bimestrale: tuttavia in aprile lo rinnoveremo in parte, con nuove rubriche (cinema, ...

Nella prefazione del suo ultimo libro, Il senso ritrovato, Pier Mario Biava, medico e ricercatore (vedi la recensione di Cristina Penco nella Rubrica Libri), affronta un tema molto vicino a quello delle sue ricerche: il cancro, non del corpo ma della società, la quale sta attraversando una crisi totale, profonda, abissale, su tutti i piani. In questi ultimi anni abbiamo ...

Il 5 dicembre è morto nella sua casa di Johannesburg Rolihlahla Nelson Mandela, premio Nobel per la pace. Aveva 95 anni e alle spalle una vita spesa per la libertà, sempre coerente con i suoi ideali di uguaglianza, tanto da combattere gli oppressori, bianchi o neri che fossero; capace di resistere ai 27 anni di prigione, che non l’hanno piegato, ...

Lo so che di magazine online ce ne sono tanti. Ma per me creare questo giornale è stato un imperativo categorico. Prima di tutto fare la giornalista è il mio lavoro e la mia mission. Ho provato a dire basta, nel 2000, uscendo dalla redazione dove lavoravo, e facendo divulgazione attraverso le conferenze, i convegni, i libri; ma non ho retto, ...