I sapori sani dell’orto

Le ricette di questo mese sono delle proposte che cavalcano chilometri e tentano di unire Paesi con climi diversi, con la consapevolezza che sono spesso gli estremi quelli che ci permettono di capire le lezioni della vita. Ma unisce anche Paesi con dimensioni diverse. Come la zuppa di cavolo che è un’antica tradizione di alcune valli del Piemonte per celebrare la memoria dei defunti: si cucinava la sera del 2 novembre e si lasciava a disposizione delle anime dei propri cari. Invece il dhal (un piatto indiano di lenticchie rosse) di lenticchie con il suo colore giallo scalda il corpo e porta il sapore di altre terre, mentre i piccoli castagnacci chiudono tutto questo e celebrano con una dolcezza discreta l’autunno.

Zuppa di Ognissanti –
ricetta di Donatella Di Noto, cuoca del Circolo Arci San Michele a Pecco (TO)
Tipo di ricetta: Zuppa
Cucina: vegetariana
Tempo di preparazione: 15 mn
Tempo di cottura: 30 minuti per la cottura sul gas e 20 minuti per la cottura in forno
Difficoltà: media

Per 6 persone
Ingredienti
verza1 verza
12 fette di pane casereccio a lievitazione naturale tostato in forno
300 g di toma del canavese o altro formaggio simile
100 g parmigiano grattugiato
sale e pepe
olio di oliva extravergine
1,5 litri ottimo brodo

Preparazione
Mondate e lavate le foglie di verza, togliendo eventualmente la parte interna più dura.
Sbollentatele nel brodo in leggera ebollizione per qualche minuto e man mano riponetele su un canovaccio pulito.
Accendete il forno a 200°.
zuppa-cavoloTagliate la toma a lamelle o pezzetti grandi. Ungete con un po’ di olio (o burro se lo usate) il fondo di una pirofila ovale e ricopritelo con delle foglie di verza. Ricoprite con le fette di pane e con la toma ed il parmigiano. Bagnate il pane con un pochino del brodo.
Procedendo in questo modo fate altri due strati di verza, pane e formaggio.
Alla fine aggiungete ancora un po’di pepe, il parmigiano e la toma che rimane.
Infornate a forno già ben caldo per circa 20-25 minuti, la zuppa è pronta quando si è formata una crosticina dorata. Servite subito.

Dhal di lenticchie rosse
Tipo di ricetta: secondo
Cucina: vegetariana, vegana, senza glutine
Tempo di preparazione: 15 mn
Tempo di cottura: 20-25 minuti
Difficoltà: facile

Dhal_498(1)Ingredienti (per 4 persone)
1 tazza di lenticchie rosse
1 carota
1 spicchio di aglio
½ zucca ferrarese piccola
1 cipolla rossa piccola
1 costa di sedano
1 peperoncino piccolo
1 cm di zenzero
5 o 6 pomodorini maturi
1 cucchiaino di curry
½ cucchiaino di curcuma
½ cucchiaino di cumino tritato
acqua naturale q.b.
olio di oliva extravergine
sale e pepe
1 cucchiaio di succo di limone biologico
2 cucchiai di prezzemolo o coriandolo tritati

Per servire:
riso basmati o apollo o riso integrale

Preparazione
dhal
Sciacquate bene le lenticchie rosse, se volete velocizzare la cottura lasciatele a bagno per 20 minuti prima di cuocerle.
Mondate e lavate tutte le verdure. Tagliate la cipolla a fettine sottili, il sedano la carota e i pomodorini a pezzetti, il peperoncino a fettine sottili, la zucca a cubetti.
In una pentola dal fondo spesso mettete due cucchiai di olio di oliva e fate scaldare. Mettete per primi aglio, cipolla, sedano, peperoncino, pomodorini, lo zenzero grattugiato, il curry, la curcuma e il cumino. Mescolate bene e fate insaporire per qualche minuto.
A questo punto aggiungete le lenticchie, la zucca e la carota. Salate e pepate, mescolate bene. Aggiungete tanta acqua quanto basta per coprire in modo abbondante tutte le verdure. Fate cuocere a fuoco lento per circa 20 minuti.
Trascorso questo tempo assaggiate ed eventualmente regolate di sale e pepe. Una parte della preparazione potete frullarla e gustarla come una crema con pane senza lievito, oppure mangiatela con del riso condito con olio o burro o ghee.

Piccoli castagnacci al latte di cocco
Tipo di ricetta: dessert
Cucina: vegetariana, vegana, senza glutine
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 20 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti per 12 mini castagnaccimini-castagnacci
gr 250 di farina di castagne
1 tazza di latte di cocco
acqua naturale q.b.
2 cucchiai di miele (facoltativo)
gr 50 di gherigli di noci o di nocciole
½ tazza di uvetta precedentemente ammollata (facoltativo)
1 pizzico di sale marino integrale

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180°.
Tritate grossolanamente i gherigli di noci o le nocciole con il coltello.
In una ciotola setacciate la farina di castagna e poi aggiungete il sale.
Versate il latte di cocco a poco a poco facendo attenzione che non si formino dei grumi. Aggiungete quindi acqua quanto basta per ottenere un impasto liscio e leggermente denso. Una volta finito di versare l’acqua aggiungete il miele, la frutta secca, l’uvetta se vi piace e mescolate bene. Aiutandovi con un mestolo travasate il composto in uno stampo in silicone per piccole tortine (se invece volete fare come da tradizione una torta allora ungete uno stampo rettangolare con olio di oliva e versate il castagnaccio).
Cuocete per circa 15 – 20 minuti in forno già caldo, le tortine sono pronte quando la superficie presenta delle piccole crepe.
Toglietele dagli stampini e servite guarnite con bacche di Goji o aghi di rosmarino o pezzetti di noce. Se volete ottenere un castagnaccio più leggero usate solamente l’acqua e non il latte di cocco. Potete sostituire il latte di cocco con latte di riso o latte vaccino.

Brulè di mela

imgIngredienti
Tipo di ricetta: bevanda
Cucina: vegetariana, vegana, senza glutine
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura
Difficoltà: facile
Per 4-6 persone

Ingredienti
800 ml di succo di mele biologico
200 ml di acqua naturale
1 arancia non trattata
il succo di ½ limone biologico
1 bastoncino di cannella
2 chiodi di garofano
½ cucchiaino di zenzero in polvere
anice stellato (facoltativo)

Preparazione
Con un pelapatate prelevate solo la parte superficiale della scorza di arancia.
Scaldate il succo di mele e l’acqua, senza far bollire. Unite la scorza di arancia, il succo di limone, la cannella, lo zenzero, i chiodi di garofano e, se vi piace, anche un pezzetto di anice stellato. Lasciate sobbollire a fuoco basso per 15 minuti. Trascorso questo tempo, filtratelo bene e conservatelo in un recipiente di vetro con il tap.
Prima di servire il succo di mele speziato, scaldatelo a fuoco basso.
Gustatelo ben caldo e dolcificate a piacere con il miele.

La castagna: tutte le proprietà

HPIM7336dgPiccoli, dolci e nutrienti doni della Natura! Sono i frutti di un albero importante che ha radici profonde e chiome larghe e che è diventato comune nel nostro territorio ma che è in realtà originario dell’Europa meridionale.
La castagna è molto ricca di sostanze amidacee, è quindi nutriente ed energetica ed è consumarne con moderazione in caso di dieta. Possiede anche una grande percentuale di sali minerali come potassio, fosforo, zolfo, sodio, magnesio e calcio.
Le castagne si possono arrostire, bollire, ridurre in purea e in farina. La farina di castagne è senza glutine ed è quindi adatta anche a chi soffre di intolleranza a questa componente proteica.

Paola Borgini
Webdesigner, scrittrice e floriterapeuta, con un amore speciale per il cibo. Come operatrice energetica è la creatrice della tecnica vibrazionale "Essenza Quantica Evolutiva". Nel 2013 ha creato una collezione di essenze floreali vibrazionali "Cuore della Madre Terra", alcune delle quali realizzate appositamente per alimenti. Vive in Brianza, dove insegna e continua la sua ricerca nel campo delle essenze floreali vibrazionali e della cucina con la natura. Sito: www.paolaborgini.it