Manuela Pompas: “Siamo tutti sensitivi”