Allergie: che cosa ci raccontano?

allergie

allergie1Molti soffrono di allergie, legate soprattutto alla primavera. Ma che cos’è un’allergia? Possiamo definirla una reazione immunitaria anomala in seguito al contatto con una sostanza esterna, una risposta esageratamente difensiva da parte dei nostri anticorpi verso sostanze solitamente innocue. Le parti del corpo più frequentemente coinvolte in questa reazione sono le mucose nasali, gli occhi, i bronchi e la pelle. Questi tessuti diventano ipersensibili e quindi reagiscono agli stimoli in modo esagerato, inappropriato e dannoso.

Quali parti del corpo sono collegate ai sintomi:
– congiuntiviti o allergie a livello oculare;
– riniti, cioè raffreddori allergici caratterizzati da una secrezione abbondante;
– asma, che nella sua forma più grave crea una difficoltà progressiva a respirare;
– la febbre da fieno, che agisce in forma meno grave a carico della mucosa nasale, degli occhi e dei bronchi;
– l’orticaria a carico della pelle, con prurito ed eczemi.

allergie6Nel linguaggio olistico, nel quale tutto è collegato ed il sintomo è solo l’effetto di un processo che inizia dentro di noi nella parte più profonda, ogni parte interessata ci offre spiegazioni differenti.

Gli occhi sono collegati al senso di libertà, al potersi mostrare per quello che siamo veramente. Sintomi che si presentano in quest’area mostrano un senso di prigionia, di non sentirsi liberi nel vivere la vita che vogliamo e per questo ci impediamo di vedere correttamente, siamo irritati nel vedere la nostra realtà. Congiuntiviti o allergie agli occhi esprimono, dunque, questa tensione interiore e prendono lo spunto da sostanze esterne per manifestare compiutamente il messaggio.

La rinite invece parla di insicurezza o addirittura di paura. Quindi significa che la persona sta avendo un attacco di insicurezza, sta vivendo qualche aspetto della sua vita con paura. Gli aspetti che ci danno principalmente sicurezza sono rappresentati dalla casa, il lavoro o il denaro: ciò significa che stiamo vivendo delle tensioni e delle insicurezze probabilmente correlate con il lavoro, con il denaro (magari abbiamo una percezione di mancanza) oppure con la propria casa o la famiglia, la percezione di essere invasi, aggrediti o che la famiglia non sostiene o non protegge.

L’asma è correlata alla sfera affettiva: il far easma.da.sforzo.sintomi.cause.rimedintrare l’aria o la difficoltà nel farlo nella lettura metaforica riguarda il far entrare l’energia e l’amore. Quindi un asmatico, di fondo, fa fatica a far entrare l’amore, ad accettarlo, come se non si sentisse degno o pensasse di non meritarlo. Potrebbe anche sentirsi sommerso e soffocato dall’amore, qualora ce ne fosse tanto, troppo nella sua percezione. Potrebbe, altresì, avvertire delle difficoltà nell’esprimerlo, ma questo accade in una minoranza di casi.

La febbre da fieno mette assieme tutti e tre i casi precedenti in un mix ben preciso: potremmo leggerlo come una difficoltà a ricevere amore, come esserne soffocato e questo potrebbe generare un’insicurezza e una mancanza di libertà. Tuttavia potremmo modificare l’ordine dei fattori senza che il risultato cambi di molto e leggerlo come un’insicurezza nella sfera affettiva: il partner non viene percepito come affidabile, oppure genitori percepiti come invasori del proprio territorio.

allergie3L’orticaria esprime un eccesso di controllo, ovvero la tendenza a mantenere il più possibile tutto sotto controllo: in questo modo si ha l’illusione che tutto possa funzionare per il meglio e di sentirsi al sicuro. Ulteriori dati si possono ottenere individuando il punto nel quale si verifica l’orticaria: ad esempio, se appare sul petto allora questo eccesso di controllo è collegato con la sfera affettiva, il dare e/o ricevere amore.

Nella lettura delle allergie spiccano quelle relative a latte, latticini ed i suoi derivati, frumento ed in particolare per le persone celiache. In questo caso l’allergia potrebbe essere relativa alla figura materna, con cui c’è o c’è stata una tensione o un conflitto, o la percezione di una mancanza d’amore di sostegno.
192347__blooming-trees_pAnche tra la manifestazione allergiche ed il periodo nel quale si manifestano c’è una correlazione: in genere è la primavera che ci espone di più ed è frequente incontrare persone con il fazzoletto in mano e gli occhi gonfi. In questa stagione fiorisce di tutto: i fiori, ma anche gli amori. Inoltre c’è un altro aspetto non trascurabile: facendo caldo, gli abiti sono più freschi e leggeri ed il corpo tende ad esporsi di più, cioè ci si spoglia e ci si mostra maggiormente. L’argomento relazioni è un tasto delicato e, per alcuni, dolente per vari motivi: esperienze pregresse dolorose, oppure difficoltà nell’aprirsi agli altri, insicurezza.

C’è una soluzione?
La soluzione alle allergie, dunque, passa attraverso un maggior senso di sicurezza, di apertura verso il mondo e gli altri prendendo la vita in modo sempre più leggero.
La soluzione allopatica alle allergie, od anche alle più blande intolleranze, passa attraverso una prevenzione – banalmente evitare di esporsi alla sostanza di cui si è allergici – o ad una vaccinazione specifica. Seguendo altre strade, alcuni influenti omeopati ritengono che queste manifestazioni siano frutto di un’intossicazione del corpo, cioè certe sostanze siano presenti in quantità molto superiore alla tollerabilità creando, appunto, intolleranze. Pertanto la prima cosa da fare è una disintossicazione in generale, ed in particolare dalla sostaza a cui si reagisce, o da certi cibi portatori della sostanza in eccesso per reintrodurla, in dose blanda, successivamente in modo graduale. Ed infine, constatando l’esistenza di una correlazione tra una reazione del corpo ed uno stato di coscienza interiore, la soluzione ad allergie ed intolleranze passa attraverso un lavoro interiore specifico atto a superare certi disagi interiori al fine di riacquistare un nuovo e migliore equilibrio.

Per saperne di più:
https://www.youtube.com/watch?v=LOkYB5WDU5s

Operatore Olistico Supervisor S.I.A.F- IT. nº LO 196 S - OP, formatore sia per privati che per aziende, scrittore e conferenziere. Laureato in Economia, per 13 anni è stato dirigente d’azienda. Ha creato il metodo “be happy now!” nel quale ha messo a disposizione la sua esperienza iniziata nel 1976. In esso sono insegnate tecniche pratiche abbinate ad un percorso personale profondo finalizzate ad aumentare il proprio livello di felicità. L'ultimo suo libro è "Essere felcici ORA!" (ed. Tecniche Nuove). Website: https://www.francobianchi.eu/