Le ricette del benessere

La tradizione culinaria italiana in chiave salutistica

Le ricette del benessere

“Prevenire in cucina mangiando con gusto” di Anna Villarini dimostra che un'alimentazione sana ed equilibrata può andare d'accordo con il piacere della tavola. I cibi da scegliere e quelli da evitare

E' possibile mangiare in modo equilibrato e gustoso al tempo stesso? Questo libro intende porre fine al pregiudizio secondo il quale il cibo sano è triste e privo di attrattiva. Infatti si può stare bene a tavola in tutti i sensi, senza allontanarsi dal solco della nostra tradizione. L'obiettivo è prevenire le principali patologie che dilagano nella nostra società.

Meglio vegetariani. O quasi
Biologa e specialista in Scienza dell'Alimentazione, attiva presso l'Istituto Nazionale dei Tumori e il Centro Ipertensione del Policlinico Ca' GrandANNA VILLARINIa di Milano, Anna Villarini è anche un personaggio televisivo, spesso ospite di trasmissioni quali Elisir e Geo. Le sue linee guida sono le raccomandazioni emanate dai principali organismi internazionali (quali l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro, l'American Institute for Cancer Research e l'American Heart Association) per contrastare l'insorgere di malattie cardiovascolari, tumori, diabete, demenze senili e altre patologie cronico-degenerative. Da qui l'assenza nelle sue ricette di carne, latte, formaggi e salumi e l'ampio ricorso a vegetali, cereali integrali e legumi. Come cibo di origine animale vi si trova solo pesce e qualche uovo (ma rigorosamente biologico, come tiene a specificare lei stessa). Altolà anche a farine raffinate, patate e zuccheri. L'autrice sa che i suoi lettori saranno soggetti a trasgressioni, ma almeno avranno a disposizione valide alternative che consentiranno loro di contenere gli eccessi, ispirandosi magari nientemeno che ad Albert Einstein, che indicava l'evoluzione verso una dieta vegetariana come la principale opportunità di sopravvivenza sulla Terra.

Come fare scelte culinarie corrette
Le abitudini alimentari corrette rientrano nel quadro di uno stile di vita ispirato al benessere. Cibo vegetale 2La loro diffusione, come ha dimostrato da tempo la ricerca medico-scientifica, porterebbe a un miglioramento generale delle condizioni di salute della popolazione, con conseguente riduzione della spesa sanitaria. Non è necessario rivoluzionare subito tutto nella nostra vita: ciò che paga è la costanza associata a una buona determinazione, in modo che il cambiamento diventi duraturo. Oltre a scegliere un'alimentazione sana, bisogna prestare attenzione al consumo di tabacco, di alcol e non essere sedentari.
Quando facciamo la spesa è bene soffermarsi a leggere le etichette di ciò che intendiamo acquistare, evitando di scegliere i prodotti che abbiano tra i primi quattro ingredienti zuccheri semplici, come il saccarosio, il glucosio, il fruttosio, il maltosio, il destrosio, lo sciroppo di mais, il succo di frutta concentrato e il miele. Cibo vegetale 1Questo per scongiurare l'aumento di peso e l'obesità addominale, anticamera di varie patologie oltre che fattori indesiderabili sotto l'aspetto estetico. Da evitare anche i grassi saturi come il burro e quelli trans, presenti nei grassi idrogenati, parzialmente idrogenati o negli oli di semi raffinati, che si trovano soprattutto nella margarina, nei gelati industriali, nelle carni rosse, in quelle conservate e nei formaggi.
Un forte pericolo per la nostra salute è rappresentato dalle lusinghe dell'industria alimentare, che tende a farci credere che la sua priorità siano i nostri bisogni nutrizionali piuttosto che il suo profitto, spingendoci così a consumare un dannoso eccesso di calorie. COPERTINA LIBRO ANNA VILLARINIAnna Villarini sottolinea invece l'importanza di non esagerare nemmeno col cibo sano e di variare frequentemente la nostra alimentazione, riscoprendo il piacere di cucinare.
L'ampia gamma di ricette (oltre cinquecento) contenuta nel libro è strategicamente organizzata per mesi, rispettando la stagionalità degli ingredienti. Uno speciale contrassegno identifica quelle adatte ai celiaci.
L'autrice si è avvalsa anche del contributo di alcuni importanti chef che le hanno fornito ricette speciali da sperimentare. Propone inoltre una pietanza etnica per ogni mese e qualche ricetta basata su ingredienti che si discostano dalla tradizione italiana.
Per aiutare i lettori a compiere scelte consapevoli, nel capitolo iniziale Alleati e nemici, Anna Villarini dedica ampio spazio a voci importanti quali sale, erbe aromatiche e spezie, dolcificanti, farine, grassi, uova, latte e lieviti.
In questo libro non manca proprio nulla - prima colazione, bevande, antipasti, primi piatti, piatti unici, secondi, dolci, pizze e torte rustiche, salse - e non c'è niente di particolarmente complicato, grazie anche alle spiegazioni chiare dell'autrice, ma non si cade mai nella banalità, anzi, le ricette sono molto stimolanti e fanno venire voglia di cimentarsi ai fornelli per appagare sia il gusto che il proprio benessere.

Titolo: Prevenire in cucina mangiando con gusto
Autore: Anna Villarini
Pagine: 402
Editore: Sperling & Kupfer, 2014

Della stessa autrice si consiglia anche la lettura di: Prevenire i tumori mangiando con gusto (scritto con Giovanni Allegro) e Scegli ciò che mangi (scritto con Francesca di Giangi), editi da Sperling & Kupfer.