Torno indietro e uccido il nonno

Protagonisti: Roberto Abbiati e Andrea Brunello
Testo: Andrea Brunello (in collaborazione di Abbiati e Leonardo).
Regia: Leonardo Capuano.
scene: Roberto Abbiati.
Costumi: Patrizia Caggiati.
Luci: Marina Tozzo.
Produzione: Arditodesio e Progetto Jet Propulsion Theatre.
Al Teatro Libero, Milano, dal 13 al 19 gennaio 2015

Dopo il successo avuto con Il principio dell’incertezza, che abbiamo visto (e recensito) a novembre, in cui si parlava dei Principi della Termodinamica, Andrea Brunello torna con un altro lavoro (che ha debuttato all’ultimo Festival della Scienza di Genova) in cui di nuovo mette in scena la scienza, o meglio una tematica molto attuale: che cos’è il tempo? E dove va il tempo quando passa? 727x310xTorno.indietro.e.uccido.il.nonno.pagespeed.ic.xxm7yM_ldfMa esiste il tempo, dato che quello passato non c’è più, quello futuro non c’è ancora e il presente scorre e quindi… nel momento in cui lo viviamo è già passato. E poiché il tempo è una funzione dello spazio, se si può viaggiare nello spazio, si può viaggiare anche nel tempo? E altre questioni, come l’inquietante principio dell’entropia, una misura del disordine dell’universo, che non si arresta mai, del fotone che non ha massa e quindi non subisce lo spazio-tempo…
Sulla scena, due clown, Abbiati, un attore straordinario che non parla praticamente mai, ma che mima le teorie che gli racconta lo spirito del nonno, da lui chiamato per trovare conforto.
Laureato in Fisica e Matematica alla Cornell University (N.Y), dopo aver affrontato la carriera universitaria, Brunello ha lasciato le aule accademiche per dedicarsi al teatro, che vede come uno specchio della nostra realtà, allo scopo di esprimere idee, emozioni, esperienze. E sulla scena unisce spesso la drammaturgia al suo percorso di ricercatore. Il tempo dunque è il tema dello spettacolo, in cui utilizza un linguaggio che dovrebbe essere divulgativo, ma non sempre è chiaro (ma forse le nuove teorie scientifiche non sono poi così semplici). Peraltro l’autore invita anche le scuole, creando così uno stimolo ad approfondire un nuovo modo di vedere la vita e le leggi dell’universo, che sembrano diventare sempre più tema di lavori cinematografici e teatrali.

Per saperne di più:
Intervista: https://www.karmanews.it/4996/metti-la-fisica-sul-palcoscenico/
Le date dello spettacolo: http://jetpropulsiontheatre.blogspot.it/

 

Manuela Pompas
Giornalista, scrittrice, ipnologa, è considerata un'importante divulgatrice nel campo della medicina olistica, la ricerca psichica, la psicoterapia transpersonale. Ha scritto numerosi libri su questi argomenti e la sua ricerca cardine riguarda la reincarnazione attraverso l'ipnosi regressiva. Spesso ospite nei convegni come relatrice sulle tematiche che riguardano la sopravvivenza, è stata spesso in radio e in Tv e ha condotto anche trasmissioni in una Tv privata.