Un rimedio per cambiare

Lavorare su di sé con i Fiori di Bach

Un rimedio per cambiare

Le emozioni negative, anche quelle provate in passato e rimosse, influiscono sul nostro carattere e sull'atteggiamento con cui affrontiamo la vita. Dopo averle individuate, trovate il rimedio floreale adatto, magari con l'aiuto di un esperto: vi sorprenderete dei risultati!

Benvenuti gli scettici che hanno voglia di sperimentare il vero cambiamento nella loro vita. Impossibile? Si può fare!
L’amore, il lavoro, la famiglia, la salute sono le zone della vita in cui ci muoviamo, agiamo, soffriamo, gioiamo. Edward Bach, medico inglese, ha disegnato una sorta di cartografia dell’animo umano: sono 38 gli stati emotivi che ci fanno soffrire e ci impediscono di godere appieno della vita. In qualsiasi situazione i 38 rimedi, detti Fiori di Bach, sono come un GPS che ci fa ritrovare la nostra strada e uscire dal buio verso la serenità.

Ma chi siamo noi, davvero?
Immaginate di essere nello studio di un bravo fotografo, dove siete venuti per farvi fare un ritratto. Mettevi al centro del set, pronti per lo scatto.

Mother and Daughter Lying on A Bed

Immaginate di incontrare il vostro io bambino...

Adesso immaginate che di fianco a voi arrivi un bambino/a che siete voi stessi quando eravate piccoli. Prendetevi per mano, sorridetevi e ora invece preparatevi per la posa. Click! Fatto.
Ecco: ora avete un’immagine di voi, oggi, con per mano voi stessi da bimbi.
Osservate il bambino che siete stati e l’adulto che siete oggi. Tra di voi c’è una lunga storia che tutti e due conoscete bene. Probabilmente questo vi susciterà dei sentimenti di tenerezza, di commozione, di sorpresa. Tenete stretta tra le vostre quella piccola mano e prendetevi tutto il tempo perché riaffiorino i ricordi, che siano belli, brutti, sereni, dolorosi, vecchie ferite, desideri mai confessati ecc... Cosa è rimasto in voi di quel bambino, quali sono i lati caratteriali che vi hanno accompagnano in tutti questi anni? Che espressione ha l’adulto che tiene ora stretta la manina del bimbo?
Bene questa è una buona partenza per elencare le emozioni che state vivendo e trovare i Fiori di Bach corrispondenti. Camminerete insieme nell’anno che verrà, sulla vostra vera strada.

Il mondo emotivo e i Rimedi
Le sette aree del mondo emotivo dell’uomo, disegnate dal dottor Bach, corrispondono alle categorie in cui ha suddiviso i 38 rimedi e in cui possiamo trovare il nostro mix personale.

Paura1) Paura. Quando la Paura blocca e impedisce qualsiasi contatto con se stessi e con il fuori, i Rimedi rompono quel blocco.
Aspen: paure vaghe, sconosciute, per le quali non si sa dare alcuna spiegazione, né una ragione.

mimulus-foto

Mimulus.

Mimulus: le paure della vita quotidiana come malattie, dolore, incidenti, povertà, paura del buio, di essere soli, della fortuna avversa.
Cherry Plum: quando assale la paura di perdere la ragione, di cedere all'impulso di fare cose terribili.
Rock Rose:  terrore paure intense che sfociano nel panico.
Red Chestnut: paura che accada qualcosa di brutto ai nostri cari.

2) Incertezza. Tutta la vita è tutta fatta di scelte, di sliding doors. Ecco i rimedi per uscire dall’Incertezza:

CERATO

Cerato, per avere più intuizione.

Cerato: quando si comincia a chiedere costantemente consiglio agli altri perché ci sembra che la nostra l’intuizione sia svanita.
Scleranthus: il dilemma tra due scelte.
Gentian: qualsiasi ostacolo causa dubbi e demoralizza.
Gorse: quando si è perduta anche l’ultima speranza che ci possa essere un miglioramento.
Hornbeam: sentirsi stanchi ancor prima di cominciare.
Wild Oat: per compredere quale è il nostro vero talento, tra i tanti che ci attraggono.

Wild Rose

Wild Rose, contro la rassegnazione.

3) Insufficiente interesse nelle circostanze presenti. In certi momenti perdiamo le coordinate e ci stacchiamo dal “qui e ora”: ecco i rimedi per ci riportano sul nostro percorso.
Clematis: sognare a occhi aperti nella speranza di tempi più felici quando gli ideali potranno realizzarsi.
Honeysuckle: rimanere attaccati al passato, non aspettando un’altra felicità simile a quella già vissuta.
Wild Rose: rassegnati a tutto ciò che accade si lasciano scivolare attraverso la vita, senza lottare.
Olive: mancanza di energia, allo stremo delle forze e incapaci di compiere il minimo sforzo.
White Chestnut: pensieri che non se ne vanno o, se cacciati per un momento, poi ritornano assillandoci
Mustard: tristezza, come se una nube fredda e scura offuscasse la luce e la gioia di vivere.
Chestnut Bud: scoprire che si ripetere il medesimo errore in diverse occasioni quando una sola volta avrebbe potuto essere sufficiente

solitude copia4) Solitudine. Ogni nostro istante è condivisione e non possiamo prescindere dal rapporto con gli altri: ecco i rimedi che ci permettono di vivere in armonia:
Water Violet: persone indipendenti, capaci e sicure di sé, amano stare sole.
Impatiens: molto difficile essere pazienti con le persone lente.
Heather: la sofferenza della solitudine e la ricerca della compagnia di chiunque possa essere disponibile per parlare dei propri affari.

5) Ipersensibilità. Talvolta ci soffermiamo su cose che non sono il nostro sentire autentico e intimo. Se è l’ipersensibilita’ alle influenze e alle idee che ci distoglie dal nostro vero Sé.
Agrimony: nascondere e non mostrare i crucci, dietro il buonumore e gli scherzi.
Centaury: persone gentili, quiete, miti che nell’ansia di servire gli altri perdono di vista la loro strada.
Walnut: il rimedio dona costanza e protezione dalle influenze esterne ogni volta che una situazione o qualcuno ci distoglie dal nostro sentiero.
Holly: pensieri di gelosia, invidia, vendetta, sospetto.

6) Disperazione. Spesso il cuore non è allenato ad aprirsi e diventa fragile fino a spezzarsi. I rimedi per lo Scoraggiamento ci riportano nell’Amore:

holly

Holly, contro l'invidia e la gelosia.

Larch: per chi è convinto di fallire e non fa neppure un tentativo, o non lo fa con sufficiente convinzione.
Pine: attribuirsi le colpe, persino quelle degli errori degli altri.
Elm: un periodo di depressione quando si sente che il compito che ci si è assunto è troppo impegnativo e al di là delle umane possibilità.
Sweet Chestnut: quando l'angoscia è così grande da sembrare insopportabile e che sia giunto il momento di cedere. Quando sembra non resti altro che distruzione e annientamento da affrontare.
Star of Bethlehem: Lo shock in seguito a gravi notizie, la perdita di una persona cara, lo spavento dopo un incidente e così via.
Willow: sentono di non aver meritato una prova tanto grande, che è stato ingiusto, ne sono amareggiati e se ne lamentano.
Oak: continueranno a combattere strenuamente e al di là di tutto, senza perdersi d'animo né risparmiarsi.
Crab Apple: Per quelli che hanno la sensazione di avere in se stessi qualcosa di poco pulito che va depurato, eliminato.

Vervain

Vervain per chi vuole sempre convincere gli altri.

7) Eccessiva preoccupazione. Quando nasce la presunzione di sapere cosa vada bene per il proprio prossimo, forse servono dei rimedi per l’Eccessiva preoccupazione per il benessere degli altri:
Chicory: tendono a essere stracolmi di attenzioni verso figli, familiari, amici, trovando sempre qualcosa da rimettere in ordine. Vorrebbero sempre avere vicino coloro che amano.
Vervain: hanno grande desiderio di convertire tutti quelli che li circondano alla propria visione della vita.
Vine: pensano che sarebbe un bene per gli altri se si convincessero a fare le cose come le fanno loro.

beech_masts

Beech, per essere più tolleranti.

Beech: Per essere più tolleranti, indulgenti e comprensivi rispetto ai diversi modi in cui ciascun individuo e tutte le cose si impegnano per raggiungere la propria perfezione finale.
Rock Water: Sono severi maestri di se stessi, negandosi anche le piccole gioie della vita per perseguire ideali di perfezione.

Ogni anno è un capolinea provvisorio e, come ci ricorda Lucio Dalla in L'anno che verrà (https://www.youtube.com/watch?v=2qRArSQd-TA): "L'anno vecchio è finito ormai - ma qualcosa ancora qui non va. - Si esce poco la sera compreso quando è festa - e c'è chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra - e si sta senza parlare per intere settimane - e a quelli che hanno niente da dire - del tempo ne rimane". Qualcosa resta sempre uguale, così come sono sempre le stesse le emozioni che accompagnano l’uomo di anno in anno, di giorno in giorno, da sempre. E’ un periodo di bilanci e di previsioni: si corre per concludere e ci si ferma a osservare il futuro che ci aspetta. E’ questo un ottimo momento per prendere in considerazione i Fiori di Bach.

Per saperne di più: Photograph by Evelyn Hofer
Libri: Anin Cormani Essere quadro (Nuova Ipsa ed.)
Website: www.bachcenter.it
www.iverifioridibach.it