La luce solare cura la depressione?

La luce solare è uno degli alimenti e delle medicine più potenti e gratuite a nostra disposizione. Peccato che questa informazione non sia conosciuta ed utilizzata come dovrebbe. Le informazioni relative alla luce solare e ai suoi poteri curativi e rigeneranti sono contrastanti.
sunshine_meditation1-1024x682Da un lato molti oncologi mettono in guardia dai rischi di tumori cutanei nel caso di una esposizione sregolata e dall’altro gli organi di prevenzione europea sottolineano la necessità di esposizione alla luce solare come uno dei fattori base per la sintesi della vitamina D3, fondamentale nel processo della mineralizzazione delle ossa (prevenzione della osteoporosi). Se da un lato abbiamo bisogno della luce solare per crescere e rimanere in salute, dall’altro non dobbiamo dimenticarci che il sole, essendo la reazione nucleare più potente a cui siamo esposti, deve essere preso con cautela, nelle ore, nei tempi e con l’atteggiamento corretto.

Tutti i benefici sul piano psicofisico
Per farci una idea della lista infinita dei benefici che derivano dalla giusta relazione con il sole ecco alcuni esempi:
– Migliora la resistenza fisica
– Migliora la capacità di attenzione e apprendimento
– Migliora il sistema immunitario
– Migliora la qualità delle emozioni
– Migliora la tolleranza alla fatica e allo stress
– Riduce i comportamenti aggressivi e migliora il carattere
– Regolarizza gli impulsi fame/sete/sonno (riduce la fame e l’appetito compulsivo)
– Migliora i tempi di recupero da situazioni di fatica e malattie
– Ha un’azione preventiva sul rischio di tumori
– Migliora la crescita e lo sviluppo
– Migliora la capacità di apprendimento, la memoria e l’intelligenza
– Riduce il colesterolo nel sangue
– Incrementa il testosterone negli uomini e il progesterone nelle donne
– Produce vitamina D (assorbimento calcio e minerali)
– Ha un’azione germicida nel caso di malattie infettive
– Regola i cicli di sonno e regolarizza l’orologio biologico
– Migliora la circolazione epidermica (azione rassodante)
– Aumenta la libido e le capacità riproduttive
– Migliora la circolazione (capacità di trasportare cibo nel sangue)
– Ha effetti terapeutici per artriti, reumatismi, artrosi
– Migliora la vista
– Riduce la necessità di consumare droghe o alcol.

La luce solare e la depressione
La luce solare è un vero e proprio nutrimento per il nostro corpo e per il nostro essere, tanto che una cattiva illuminazione causa gli stessi effetti di una cattiva alimentazione: pallore, apatia, tendenza alla depressione e riduzione dell’energia vitale.
happy femaleA conferma di ciò basterebbe, semplicemente, prendere una delle tante statistiche che ogni anno vengono redatte, secondo le quali i maggiori indici di suicidio si registrano proprio nelle Nazioni del nord del mondo, dove la luce naturale ha una minore presenza nell’arco delle 24 ore.
Inoltre l’esposizione diretta al Sole è molto utile nella cura delle depressioni stagionali. Esporsi al Sole, oltre ad essere importante per la chimica del corpo, è anche fondamentale per la qualità dei pensieri e delle emozioni, perché questa luce ha un potere benefico sul piano mentale ed emozionale. Il suo effetto agisce anche a un livello più profondo di quello materiale, e l’informazione che porta ci aiuta a migliorare il nostro comportamento e i nostri sentimenti.
Bisogna fare una netta distinzione tra illuminazione naturale e artificiale. La luce delle lampadine non è un alimento corretto e altrettanto efficace come la luce solare, questo perché lo spettro elettromagnetico che emanano non è completo come quello del sole. Si è verificato, tramite rigorosi esperimenti scientifici, che studiare in condizioni di luce diurna è più proficuo che studiare di notte alla luce di una lampada. La luce solare è in grado d’influenzare direttamente le capacità di apprendimento e l’umore, fino alla depressione, agendo su specifiche cellule della retina, le cellule gagliari. Questo è stato dimostrato al Dipartimento di Biologia della Johns Hopkins University a Baltimore, nel Maryland, grazie ad una ampia collaborazione internazionale e riportato in un articolo sulla prestigiosa rivista Nature.  Sad in inglese vuol dire triste, ed è curioso come questo stesso termine sia l’acronimo che indica la sindrome della depressione stagionale.
spiaggiaIn inverno quando la luce del giorno è poca e di breve durata si manifesta questa forma particolare di depressione, direttamente collegata con l’assenza di luce solare diretta. Alla base di tutto c’è la relazione fra produzione di ormoni e luce. I sintomi sono: mancanza di energia, affaticabilità, calo della libido, difficoltà ad alzarsi la mattina, aumento di assunzione di cibi dolci o ricchi di carboidrati. Le molecole implicate sono la serotonina e la noradrenalina. La serotonina è fondamentale nel meccanismo dell’umore (regola inoltre temperatura, sessualità, appetito). La noradrenalina regola invece l’attenzione e la reattività. Stare al sole sia ottimo per migliorare la resistenza fisica, la capacità di attenzione, la qualità delle emozioni, incrementare la tolleranza allo stress, efficace per curare la psoriasi e ridurre notevolmente i comportamenti aggressivi.

Come trarre il massimo beneficio
Esistono tre canali principali attraverso i quali assorbire il “nutrimento” contenuto nella luce solare e ottenere il massimo beneficio: gli occhi, la pelle e il respiro. Abbiamo già visto la dinamica attraverso gli occhi e la pelle, mentre attraverso il respiro si assorbe la parte vitale più sottile presente nella luce del sole, che, secondo la tradizione indovedica, prende il nome di prana.
Sapersi esporre alla luce del Sole non vuol dire semplicemente addormentarsi o rilassarsi sotto i suoi raggi, ma è una vera e propria arte, capace di generare un potere rivitalizzante senza eguali. La luce porta un’informazione di vita, ma è necessario essere in grado di sintonizzarsi sulla sua frequenza per poter beneficiare appieno delle sue risorse. Normalmente l’essere umano ignora questa possibilità e si espone alla luce senza avere la capacità di assorbire gli elementi vitali più profondi ed efficaci. Prendere il Sole e accogliere la luce è un evento straordinario, che mette in moto delle dinamiche chimiche molto potenti e attiva energie capaci ci farci progredire nella nostra evoluzione. Le-pays-du-bonheur-ce-n-est-pas-la-France_large_apimobileMa non è solo una questione chimica: la luce solare è in grado di trasmetterci la saggezza, la bellezza, la pace e l’amore necessari per la nostra evoluzione. Tutto il nostro essere dovrebbe predisporsi a ricevere questi doni. Per poter assorbire le informazioni più profonde e benefiche del Sole è fondamentale il corretto atteggiamento interiore. Può sembrare strano ma è proprio così: se ci si espone al Sole, ma la mente è distratta e i pensieri inseguono le emozioni, non si è in grado di ricevere tutto ciò che questa stella è in grado di dare. L’arte di assorbire gli elementi vitali più potenti ed efficaci della luce solare consiste in un particolare atteggiamento interiore capace di predisporci alla condizione adatta.
La luce solare è il vero cibo del nostro essere. Il nostro atteggiamento è determinante per la qualità delle nostre azioni. Se restiamo totalmente presenti e consapevoli nell’atto che compiamo, allora avviene un cambiamento profondo sia in noi sia in quello che facciamo. Questa regola tanto semplice è anche altrettanto potente se applicata correttamente. È stato provato che mangiare con un atteggiamento inconsapevole (parlando, pensando ad altro, guardando la televisione, discutendo animatamente) fa sì che il nostro organismo non sia capace di assorbire adeguatamente il nutrimento rispetto a quando mangiamo in silenzio, presenti nell’atto che stiamo compiendo, grati per ciò che riceviamo e consapevoli del fatto di nutrire oltre che il corpo anche i pensieri e le emozioni attraverso quel cibo. Sand beach, pair, пляж, море, солнце, парень, девушка, пара, 4992x3728Anche la luce solare trasmette un’informazione precisa che può essere compresa e assorbita a patto che la persona sia in grado di sintonizzarsi su quella frequenza. Avere un atteggiamento inconsapevole nei confronti della luce solare e delle sue potenzialità preclude l’accesso a questo straordinario potere vitale, capace di farci progredire in ogni aspetto della nostra esistenza. Può sembrare particolare, ma il miglior atteggiamento che si può adottare per assorbire gli elementi profondi e vitali della luce è quello di un fiore che si apre totalmente al Sole per essere fecondato. Con questa immagine interiore e l’atteggiamento giusto saremo in grado di ricevere le informazioni presenti nella luce, che sono anche le più potenti e importanti per la nostra evoluzione. Prima di esporsi alla luce sarebbe bene raccogliersi in se stessi, fare silenzio mentale ed essere coscienti di ciò che il Sole rappresenta: il centro del nostro sistema solare da cui emana uno straordinario potere creativo sotto forma di luce, calore e vita. Esporsi al Sole inconsapevolmente, con una mente distratta, può essere benefico solo in parte. Esporsi al Sole consapevoli di cosa questo rappresenti, del suo potere e con l’atteggiamento interiore di presenza e apertura, permette di ricevere dalla luce gli elementi necessari per comprendere informazioni fino ad ora rimaste inaccessibili. Ricevere la luce del Sole con consapevolezza e presenza aumenta esponenzialmente la nostra capacità di assorbire la forza vitale e l’informazione evolutiva contenuta in essa.
È bello pensare allo spettro elettromagnetico della luce solare come all’alimento completo per la salute del nostro corpo e l’evoluzione della nostra coscienza.