Alle porte dell’Era Acquariana

La Terra si sta spostando dall’Era dei Pesci all’Era dell’Acquario

Kalhh Creation

Siamo vicini a un momento epocale di grande trasformazione dell’umanità e del cosmo.

Alle porte dell’Era Acquariana
Stefano Scrimieri

L’umanità si trova alle porte dell’Era Acquariana: un momento epocale di grande trasformazione, non solo per ogni essere umano ma anche per il cosmo stesso.
Conoscere la meccanica cosmica e dunque la precessione degli equinozi potrebbe essere una guida utile per stabilire o dichiarare astronomicamente il momento esatto in cui l’umanità si troverà definitivamente nell’Era dell’Acquario, ma non è a mio avviso fondamentale ora.

Quello che è essenziale in questo preciso momento è osservare quanto fulmineo e repentino sia stato il cambiamento di paradigma socio-culturale avvenuto dall’ultima congiunzione planetaria Giove-Saturno proprio nel grado 0 dell’Acquario il 21 dicembre del 2020.

Dalle generazioni Silent a quella Boom, X, Y, Z e Alpha, il mondo digitale è ormai parte della vita di tutti e l’entrata di Plutone in Acquario il 21 gennaio del 2024 genererà una trasformazione tale nelle diverse sfere della vita umana per cui ognuno sarà invitato ad attraversare l’oscurità dell’esistenza stessa. Le orbite celesti inducono l’essere umano ad una ripetitività dei cicli evolutivi e questa volta l’oscurità verso cui siamo invitati a volgere lo sguardo è intesa come un buio che anticipa un fulgore, quella luce che è potere, quel potere plutoniano, interiore ed ideatore che viene messo al servizio dell’intera comunità e per il bene dell’umanità.

In attesa del risveglio spirituale
Alle porte dell’Era AcquarianaAnche se per alcuni la percezione potrebbe non essere questa, in realtà l’umanità sta vivendo e vivrà nei prossimi anni i tempi del famigerato “risveglio spirituale” di cui negli ultimi decenni tanto se ne è parlato e di cui tanto è stato discusso.
Ora non è più tempo di discutere, è tempo di essere, è tempo di emettere fotoni, proprio come fa un atomo quando un elettrone si sposta da un livello energetico a un altro (Capra, 2007).

Comprendere l’Era dell’Acquario implica l’atto dell’agire, quell’azione cosciente e responsabile mediante la quale sentirsi co-creatori della propria realtà e della Nuova Umanità. Essere alle porte dell’Era dell’Acquario significa percepire il seguente passaggio: dall’attesa di un Messia, tanto assicurata e garantita dalla maggior parte delle religioni, alla manifestazione totalizzante della propria originalità.

Chiedersi cosa significa essere originali: questo è il primo passo da compiere per creare la Nuova Umanità Acquariana. Il processo di originalità include l’individuazione del Sé (Jung, 1992), quell’atto di destrutturazione e strutturazione dell’io, mediante il quale riconoscersi come entità monocellulare che, secondo il naturale disegno biologico universale, rappresenta la prima manifestazione della vita attraverso la quale le forze cosmiche hanno cominciato a fluire e a plasmare la stessa immagine del creatore universale.

Il processo evolutivo della verticalità

Alle porte dell’Era Acquariana
Foto di Geralt con AI da Pixabay

In accordo ai moti cosmici, l’umanità si accinge ora a sperimentare dunque il processo evolutivo della verticalità, quel processo di maturazione della coscienza che custodisce in sé l’essenzialità di una cellula e la perfezione della Divinità.

Il maschile e il femminile, lo yin e lo yang, l’Anima e l’Animus sono polarità complementari che nella nuova Era Acquariana, come il Macrocosmo e il Microcosmo, danzano in perfetta armonia formando un’unità indivisibile: l’Umano-Divino che vive l’esperienza terrena con la consapevolezza di essere pura coscienza (Venneri, 2018).

La Nuova Era richiede congruenza fra ciò che si dice e ciò che si fa. Se fra gli atti e le parole c’è coerenza, è possibile dunque sperimentare e manifestare quella facoltà umana che ci rende unici: la facoltà di creare la nostra realtà riconoscendoci come un frattale di luce che, essendo parte di un ologramma divino luminoso, è in continua trasformazione ed espansione. Quando ogni essere umano avrà incarnato la propria divinità nella materia, allora l’umanità sarà passata dall’Era dei Pesci all’Era dell’Acquario. Ogni uomo sarà dunque un creatore: colui che crea dal vuoto proprio come dal vuoto ebbe inizio la creazione dell’universo.

Per saperne di più
Capra, Fritjof (2007). Il Tao della Física. Adephi ed., Italia
Jung, C. (1992). Ricordi, sogni, riflessioni. BUR, Italia.
Venneri, A. (2018). Il Codice dell’Origine. Isthar, España.

Laureato in Infermieristica in Italia, si specializza in Spagna con tre master in area critica. Si dedica alla docenza universiitaria e trascorre 12 anni fra rianimazioni, sale operatorie e terapie intensive. Osservando le emozioni dei pazienti, integra la conoscenze del corpo con la saggezza dello spirito. Diventa insegnante di yoga, si forma in Astrologia Psicologica ed Evolutiva e segue un corso di laurea in Antropologia e Psicologia. Propone una visione cosmologica dell'essere per capire che il Cosmo è il riflesso di sé.