Ipnosi e medianità

Un'interessante e inusuale applicazione della pratica ipnotica

images 1

Vincenzo d’Amato utilizza l’ipnosi anche per risvegliare antiche memorie e facoltà psichiche.

Ipnosi e medianità
Vincenzo D’Amato.

Come mi ha chiesto la direttrice di questo magazine, vorrei affrontare un aspetto particolare dell’ipnosi, che sto studiando, insegnando e applicando da vari anni.

Ed ecco un caso particolare. Sonia arrivò da me perché accadevano troppe cose “strane” nella sua vita, eventi senza senso, percezioni che non trovavano riscontro nella realtà, la strana sensazione di vedere e sentire persone che non c’erano poi per davvero.

Da questo senso di inadeguatezza, fu spinta a cercare e poi a trovare –  anche su suggerimento di una sua amica già mia cliente – chi potesse aiutarla a comprendere abbattendo le barriere della razionalità guidandola (almeno sperava) verso una maggiore consapevolezza.

Eravamo nell’estate del 2021, quando arrivò nel pomeriggio allo studio a Milano e dopo avermi illustrato cosa stesse vivendo e quali erano le sue perplessità ma soprattutto il suo obiettivo, iniziai sottoponendola ad una serie di test di suggestionabilità ed induzione ipnotica.

Viaggio all’indietro nel tempo

Ipnosi e medianità
D’Amato inizia l’ipnosi con Sonia.

Il primo dato che emerse subito, era che Sonia era sicuramente molto predisposta a lasciarsi andare.

Il suo stile comunicativo si basava sulle percezioni; era, come la definirebbe la PNL, una cinestesica e questo rendeva per me tutto più semplice, ma soprattutto mi faceva capire sin da subito che la sua percezione alle energie sottili era molto accentuata.

Una rapida induzione la condusse immediatamente in uno stato profondissimo di ipnosi, pur mantenendo la consapevolezza e la possibilità di comunicare con la parola. Così iniziammo il viaggio all’indietro nel tempo, innanzitutto per capire nei momenti in cui le arrivavano quelle percezioni cosa accadesse davvero.

Uscendo dalla materialità del corpo fisico e spostandosi fuori dal tempo lineare, ci ritrovammo nella scena in cui vedeva e sentiva quelle presenze che non pur non essendo fisiche, cioè reali sul piano materiale, comunicavano con lei.

Ciò che vedeva e sentiva c’era davvero su un’altra dimensione e tutto iniziava ad avere un senso. Sicuramente Sonia aveva delle doti medianiche che le davano accesso ad un campo non percepibile con i normali sensi.

E poi, a scuola di medianità

Ipnosi e medianità
Imma Lucà, presidente dell’Ass. IF.

Iniziammo a lavorare su questa consapevolezza, che le diede dopo la sessione la possibilità di avere le idee più chiare, di far svanire le paure, ma più di ogni altra cosa, di poter iniziare ad affinare queste doti attraverso specifici corsi di medianità con Imma Lucà, medium e sensitiva e titolare di una scuola in cui si lavora su quel potenziale in maniera consapevole.

Oggi Sonia è una brava medium, al servizio della collettività, si espone in eventi pubblici, mettendosi in gioco e dando supporto, con dati oggettivi, a tante persone che entrano in contatto con i loro trapassati. La sua vita è cambiata, ha trovato tante risposte a domande che si poneva da tempo, migliorando anche il suo potenziale in tutte le attività che svolge. Una maggiore consapevolezza aiuta a vivere meglio in completa armonia.

Sempre più persone si aprono a esperienze di confine

Nel mondo della mente e delle sue infinite potenzialità, sempre più persone si aprono a esperienze al di là del comune, cercando risposte e connessioni più profonde con il proprio io interiore.

Ipnosi e medianità
Due momenti dell’ipnosi.

Vincenzo.Ipnosi a Sonia5Spesso capita che le persone che si rivolgono a me, vogliano lavorare sulla consapevolezza, per comprendere il significato di alcuni eventi che vivono nella quotidianità, che vanno oltre ciò che definiremmo normali, oppure per risvegliare e riscoprire le loro capacità medianiche.

Mani che spesso diventano calde senza apparente motivo, reazioni emotive particolari delle persone a cui si avvicinano, scene che arrivano alla mente durante la giornata e che portano a qualcosa che non è riconducibile alla vita attuale, oppure premonizioni, percepite come semplici intuizioni in momenti inaspettati della giornata, che però poi si realizzano allo stesso identico modo in cui sono arrivate, con tutti i dettagli, come se avessero osservato il film di quell’evento. In alcuni casi, riferiscono di vedere o sentire presenze intorno a sè.

Quando arrivano queste persone, spesso confuse o addirittura impaurite, la prima cosa che faccio è tranquillizzarle, per poi decidere insieme, di andare in profondità, oltrepassando le barriere della razionalità e scavalcando il limite di ciò che è già conosciuto.

Divento così la loro guida, che attraverso un viaggio straordinario di auto-esplorazione, li conduce in luoghi spesso inimmaginabili dalla mente razionale, un percorso che porti a consapevolizzare cosa sta davvero accadendo, lasciando da parte le interpretazioni della razionalità, superando le paure e mettendo in atto tutto il potenziale possibile per recuperare i dettagli.

(1a puntata -continua)

Dottore in Psicologia, Ipnotista, Presidente dell’Associazione Italiana Ipnosi, Presidente dell’A.I.P.E. Associazione Internazionale Processi Evolutivi CEO & Founder della CD Academy, Accademia di formazione internazionale. Dal 2008 eroga corsi di formazione per aziende, professionisti e privati, trattando tematiche di fondamentale importanza.