La Somma Sacerdotessa

Conoscersi attraverso i Tarocchi: scopriamo gli Arcani Maggiori

La somma sacerdotessa 600x300 1

di Anna Montalto. La 2° carta degli Arcani maggiori è la Papessa (o Somma Sacerdotessa)

La Somma Sacerdotessa
Anna Montalto.

Iniziamo il nostro viaggio nelle profondità degli stati della coscienza umana: ogni Arcano ci mostrerà luci ed ombre di aspetti individuali e collettivi che contraddistinguono ogni essere umano.

Come ho scritto nella prima puntata, la lettura dei Tarocchi è una tecnica millenaria di cui si sono sviluppate varie pratiche di stesura. Una volta che ci si connette con l’energia del consultante, si prepara il mazzo e si girano le carte. Nella loro sconfinata ricchezza simbolica, gli Arcani andranno a suggerirci situazioni e significati a seconda del focus che stiamo ponendo, il nostro inconscio comunicherà attraverso le carte svelandoci molto spesso ciò che la parte conscia non vede (o non vuole vedere).

Molti usano le carte come strumento di divinazione. Tuttavia gli Arcani rappresentano, nella loro infinita complessità, i vari stati di coscienza in cui si sposta il nostro Io, mostrando le vibrazioni alte o basse di una determinata circostanza. In questa rubrica andremo ad analizzare carta dopo carta frammenti del nostro Sé.

La Somma Sacerdotessa, La Papessa (n.2).
La Somma SacerdotessaIncontriamo il primo Arcano femminile che ci invita nella sua intrinseca natura misteriosa.
In numerologia il numero 2 ci parla di dualità e opposizioni: luci ed ombre, positivo e negativo. La Somma Sacerdotessa è associata alla Luna: Luna piena o Luna nera?

Archetipo della Madre celestiale, le sue rappresentazioni ci possono ricordare la Madonna, Iside, Estia: un’iconografia che suggerisce una donna saggia e pura, inflessibile e fredda.
Può rappresentare quindi effettivamente una donna di elevato spessore spirituale, magari una terapeuta o una guida. In amore sarà una donna che cerca un’unione animica piuttosto che carnale. Potrebbe essere anche una nonna o una madre severa e dogmatica.

Adagiata nel suo tempio, la Somma Sacerdotessa ha la pelle bianca e candida che ne rappresenta la purezza, tiene un libro tra le mani che sta ad indicare la gestazione necessaria per volgere all’azione. Potrebbe proprio predire la stesura di un manoscritto o la sua lettura/comprensione.

La Somma Sacerdotessa è l’intuito femminile, la nostra voce interiore infallibile ma tenue: occorre far tacere le distrazioni, apporre disciplina e ritirarsi in solitudine se necessario per creare il silenzio e lo spazio necessari a ricevere l’inseminazione del messaggio divino.

I suoi consigli
La Somma SacerdotessaQuesta carta ci esorta a rivolgere la nostra attenzione ad un’introspezione che si lasci guidare dal divino. Ci invita a ritirarci nel nostro tempio: tornare al nostro centro e alla nostra verità intrinseca. Uno spazio di silenzio e raccoglimento per ritrovare la nostra autenticità e riscoprire chi siamo veramente senza tutti gli strati che la società e le nostre aspettative proiettano su di noi.

Prima di fare la cosa giusta è saggio ottenere l’intuizione giusta e questo Arcano ci mostra la via per connetterci con purezza al Divino per lasciare che sia fatta la sua volontà. Ci chiede quindi di esplorare le nostre opzioni, essere astuti, capaci di tacere e maestri nell’ ascolto.
La Somma Sacerdotessa si affida al mistero divino e ci invita ad avere pazienza, essere forti e giusti apportando il rigore necessario senza cadere nel bigottismo o nella rassegnazione.

Parole chiave
La Somma Sacerdotessa rappresenta la gestazione, l’accumulo, la fede, solitudine, conoscenza, purezza, studio, pazienza e rigore.
Ma possiamo trovare anche freddezza, rassegnazione, isolamento, bigottismo, ostinazione, frigidità.
La sacralità del femminile, vergine, autentica, intrinsecamente misteriosa.
“Palpito dinnanzi allo splendore della creazione, vibro con il fuoco e con il vento, mi fondo nelle acque del mondo e risplendo raggiante sotto il firmamento. Sento la materia che sussulta nel mio essere. Dio è in me”


Per saperne di più:

Anna Montalto. L’arte dall’Inconscio, un viaggio attraverso i Tarocchi – Pluriversum ed.

Puntate precedenti:
Conoscersi attraverso i Tarocchi

Il Matto: l’Arcano zero

L’Archetipo del Mago

 

Artista visionaria, impronta il suo lavoro sulla continua ed infinita ricerca del contatto con il sé. L’artista esprime e condivide i mondi interiori dell’animo umano. Si muove per il Mondo alla ricerca di stimoli e sempre nuove sfumature culturali. Dal connubio di questi fattori emerge la sua curiosità riguardo le Carte dei Tarocchi che ha iniziato a studiare durante il periodo in cui ha vissuto il Messico. Progetta e disegna le Carte, trasformando una testimonianza autobiografica in un libro sorprendente e magico. Nella sua arte si scorgono vibrazioni di emozioni intangibili, percezioni eteriche, la sensibilità delle sensazioni invisibili: arte, terapia e spiritualità. info@annamontalto.it - www.annamontalto.it