Scoperta una nuova magnetar

ASTROFISICA

Scoperta una nuova magnetar

Individuata nella Via Lattea una stella che emana il più potente campo magnetico mai osservato nell'universo

Nella via Lattea è stato rilevato il più potente campo magnetico mai osservato nell'universo, che dista 6.500 anni luce dal nostro Sistema Solare. La ricerca, finanziata dall’Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf) e dall’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e pubblicata su Nature, è stata condotta da un gruppo di astronomi appartenenti a istituzioni italiane magnetar(come la Scuola Superiore Universitaria Iuss di Pavia e l’Università di Padova) ed europee (University College di Londra, Cea francese, Institut de Ciences de l’Espai di Barcellona). Questo campo magnetico, che è milioni di miliardi di volte superiore a quello terrestre, proviene da una stella a neutroni, una magnetar (termine coniato nel 1992 dagli astrofisici Robert Duncan e Christopher Thompson), a cui è stato dato il nome di SGR 0418+5729. “Quella pubblicata è la prima misura diretta del campo magnetico di una magnetar”, ha dichiarato Andrea Tiengo (dello Iuss di Pavia e dell’Inaf). Questa scoperta permetterà sia di conoscere aspetti inediti del comportamento della materia sottoposta a campi magnetici così intensi, impossibili da riprodurre in laboratorio, sia di studiare le potenti emissioni di raggi X e gamma che si verificano sulla superficie di queste stelle, che in alcuni casi possono essere così intense da interferire con le telecomunicazioni terrestri.