Life New, esoterismo a 360°

È quello affrontato da Life New, il canale Tv di Giorgio di Salvo

di Manuela Pompas. Approfondiamo le linee guida e i principali argomenti trattati da questo canale.

I canali Tv liberi sono molto interessanti, soprattutto per chi è appassionato di scienze di confine, e per fortuna, pur affrontando argomenti simili, riescono a differenziarsi. Tra queste una Tv molto attiva è Life New di Giorgio di Salvo, fondata nel 2020.
Lui inizia la sua strada come regista, per poi rinascere con Life New come studioso e divulgatore. Inoltre nel CUN (Centro Ufologico Nazionale) con cui collabora si occupa dei social e del marketing.

Come è nata Life New e con quali idee portanti

Life New, esoterismo a 360°
Giorgio di Salvo.

«Dopo una ennesima delusione in altri siti, soprattutto l’ultima volta da parte di una persona che mi ha buttato via dopo avermi usato e sfruttato per le mie capacità tecniche-organizzative, mi sono ritrovato  a cercare come al solito di ricostruire la mia vita da solo.

Ma, per la prima volta nel mio percorso lavorativo è accaduto una specie di miracolo: due anni fa ho trovato tante mani amiche – tra cui Alfredo Benni, che è un programmatore analitico ma anche scrittore, consulente e consigliere nazionale del CUN – che mi hanno sorretto, addirittura commuovendomi.

Per aiutarmi hanno creato per me un gruppo, chiedendomi di continuare il mio percorso come amministratore in un canale già esistente, Live News, che aveva già 600-700 iscritti, trasformata poi in Life New, parafrasando non a caso la Vita Nova di Dante.

Mi sono detto che doveva essere qualcosa di nuovo, che bisognava cambiare. Ed è stata come un’iniziazione: sono cambiato io ed è cambiato il mio modo di lavorare. Ho iniziato a parlare delle mie tematiche, cosa che prima non facevo, portando avanti i miei studi.

Un canale libero, senza censure, nè gossip, nè dibattiti

Life New, esoterismo a 360°
Bernard Rouch.
Life New, esoterismo a 360°
Barbara Amadori.

Nel mio canale non ci sono censure, non si parla male di terzi, non si creano dibattiti ma chiacchierate tra ricercatori, non si fanno interviste, perché non sono un giornalista, anche chi ci segue viene coinvolto, dando un valore aggiunto alla diretta senza usare la chat come un canale personale.

Ho invitato tante persone per dare spazio a idee che condivido, tra cui Bernard Rouch, Roberto Pinotti, Barbara Amadori, Slavy Gering e Stefano Mayorca. In realtà potrei gestire da solo la trasmissione e invece mi piace avere tanti ospiti perché le persone non devono affezionarsi a me, ma all’idea. Il mondo delle idee, akashico, è un mondo preesistente, al cui attingiamo tutti.

Alla base dei programmi c’è l’esoterismo, che però non è qualcosa di oscuro, di arcano, o peggio di losco, ma è un campo molto vicino alla filosofia. Dentro ciascuno di noi c’è un universo che dobbiamo scoprire e far emergere.

Simbologia, esoterismo, ufologia, paranormale

Life New, esoterismo a 360°
L’Uroboro, simbolo dellla natura ciclica delle cose.

Importantissimo in questo ambito è la simbologia. Partiamo dal simbolo per poi, in maniera escatologica, espanderci su altre dinamiche.

Anche perché in realtà io sono un ricercatore, un simbologo. Però sono passato dalla simbologia speculativa – in cui si scopre un simbolo e lo si divulga – a quella applicata.

Io faccio in modo cioè che si capisca il significato del simbolo e quanto serve. Inizio a fare dei seminari dove insegno come si approccia il simbolo in modo che le persone se ne approprino e da quel momento il mondo cambia. Lo scopo finale è la simbologia mistica, la più bella. I detentori sono sempre state le chiese e i luoghi di culto, ma io sono convinto che in un mondo dove la ricerca spirituale si è estesa, anche la simbologia mistica può appartenere a ognuno di noi. Se alle persone vengono dati gli strumenti adatti possono crescere ed elevarsi.

Il mio canale si occupa di ufologia, di paranormale, di spiritismo, di medianità. E quando si affronta l’ufologia se ne parla con un approccio esoterico, cerchiamo cioè di capire quanto il fenomeno condiziona e intacca la persona. A me più che il fenomeno fine a se stesso interessa il noumeno, cioè l’effetto che crea nelle persone.

Insieme ad ogni video c’è un lavoro di ricerca
Esoterismo a 360 gradiIl minimo comune denominatore di tutti i fenomeni, paranormali, ufologici, medianici, è l’assioma che crea l’avvistatore rispetto al fenomeno. Per esempio alcune persone vedono delle ombre antropomorfe, le cui dinamiche potrebbero essere ufologiche oppure medianiche.
Ma per capire bisogna analizzare l’osservatore, perché il problema non è cosa sta vedendo, ciò che c’è fuori, ma la sua mente, che non è ancora pronta a vedere cosa c’è dietro. È il cervello che crea l’immagine, che cerca di dare una logica a quello che non capisce, come se mancasse il programma, perché non c’è l’esperienza in merito: quando ci si muove in 4 dimensioni il cervello non lo capisce.

Più il grado di elevazione a livello spirituale dell’uomo è cognitivo e più riesce a dare una definizione a tutti i fenomeni, più riesce a vedere per la loro essenza. A me non interessa più il fenomeno, ma come reagisce l’individuo.
Avvengono cose strane: a seconda della condizione che ha l’osservatore, della posizione che assume, il fenomeno cambia, assume caratteri più generici o può assumere caratteri più particolari. Una persona che ha fatto un percorso spirituale, esoterico, ha un modo di definire il fenomeno rispetto a una persona che ha una vita regolare, ma non è spinto dal desiderio della ricerca, vive all’interno di un contesto di normalità.

Quando una persona “normale” ha improvvisamente una visione, non regge al fenomeno, sviene, vede delle ombre, cose sfocate, viene presa dall’ansia e subentra il gioco mentale. Invece se una persona è predisposta, allenata e ha un’elevazione spirituale, percepisce più particolari, simili a quelli di altri.

Gruppi d’indagine e di sperimentazione

Il ponte di Cairate.

Nel campo paranormale faccio anche delle riprese delle indagini sul posto con dei gruppi.

Per esempio sono andato con il gruppo Epas –  che usa delle strumentazioni e fa ricerche ghostanding – a fare misurazioni energetiche al ponte di Cairate, chiamato ponte dei suicidi, dato che lì le persone tendono a buttarsi di sotto.

Lì ho intervistato una donna che per mesi si è sentita attratta da quel luogo, dove sentiva la voglia di buttarsi.

Di notte, sotto questo gigantesco ponte, sono successe cose particolari. Nel momento in cui qualcuno di noi ha detto: «Non riesce a comunicare: prendi l’energia intorno a noi per farlo» si sono scaricate tutte le batterie. Poi abbiamo registrato la voce di una donna disperata perché da quel ponte era caduto il suo bambino.

Spesso facciamo ghostanding in diretta, con i nostri ascoltatori.
Un’altra volta siamo andati in una bellissima chiesa abbandonata del ‘700, deturpata da una banda di ragazzi, dove c’è lo spartito del diavolo, uno spartito che se leggi al contrario è demoniaco. Anche lì è successo un fenomeno di disformia fotografica, sulla faccia del medium si è sovrapposts la faccia di un altro.

Esperimenti di telepatia onirica

Giorgio Cozzi, Presidente dell’AISM.

Con l’Aism di Giorgio Cozzi facciamo anche esperimenti di parapsicologia, di telepatia collettiva anche in diretta e telepatia onirica (una persona fa un sogno e in diretta il giorno dopo le persone devono indovinarlo).

Insomma, facciamo un sacco di esperimenti sfruttando i social, con una bella condivisione.

Ancora, organizziamo viaggi esoterici, nei luoghi di culto di qualunque religione, moltissimi in Italia, ma anche in Egitto – al Monastero di santa Caterina e sul monte Sinai – in Francia alle cattedrali gotiche, a Berlino, in Inghilterra.

Io sono praticamente la testa di ariete, il frontman chi manda avanti i progetti.
Tra quelli futuri c’è quello di creare una rete in tutta Italia, dove non operano solo i ricercatori ma anche gli spettatori, in modo che si attivi una forma mentis in cui le persone si impegnino per conoscere. Sarebbe bello avere lo stesso approccio in ogni città, dove ricercare su tanti fronti, esoterico, ufologico, artistico, simbolico. Quello che facciamo sul mio sito potremmo portarlo in presenza. Questo porta più conoscenza e consapevolezza».

Giornalista, scrittrice, ipnologa, è considerata un'importante divulgatrice nel campo della medicina olistica, la ricerca psichica, la psicoterapia transpersonale. Ha scritto numerosi libri su questi argomenti e la sua ricerca cardine riguarda la reincarnazione attraverso l'ipnosi regressiva. Spesso ospite nei convegni come relatrice sulle tematiche che riguardano la sopravvivenza, è stata spesso in radio e in Tv e ha condotto anche trasmissioni in una Tv privata. Mailto: manuela.pompas@gmail.com