L’autorità spirituale

Un'nteressante riflessione su questo tema per cercare di avvicinarci sempre più alla Verità

di Franco Bianchi. Può la spiritualità assoggettarsi all’autorità terrena? E questi due poli come si relazionano tra loro?

Franco Bianchi.

Un ossimoro, almeno in apparenza: può un’autorità essere spirituale? Oppure: la spiritualità non è implicitamente scevra da autorità perseguendo un benessere transmaterialista?

Un comune punto di vista relega l’ambito spirituale in un’area un po’ anticonformista, anti sistema, perfino un po’ anarchica e, di conseguenza, con una visione scarsamente organizzata secondo regole, tantomeno precise. Parlare di autorità all’interno della spiritualità sarebbe come abbinare la felicità con il pagamento delle tasse, un abbandono con la gioia, il lunedì mattino con l’allegria.

L’unica autorità riconosciuta ed idealizzata è quella di una figura spirituale, perfino concepita di soli valori assoluti, un Dio nelle sue proprie versioni e dimensioni, una perfezione a tutto tondo a cui si tende e che rappresenta anche il massimo esempio da perseguire, ma lontano anni luce dal mondo materiale.

Una persona spirituale come si pone nei confronti dell’autorità costituita?
Quindi così definendo, una persona spirituale come si pone nei confronti dell’autorità costituita? La ignora, la combatte, si sottomette, si identifica in parte? Quali di queste modalità sono coerenti con un percorso spirituale?
Prima di rispondere occorre separare la spiritualità dalla religione, cosa non ovvia ai più. Anzi i due aspetti sono sovente sovrapposti. Per approfondire vedi il video qui sotto indicato.

Pio IX, che ha promulgato l’infallibilità del Papa.
L’autorità spirituale
Papa Francesco: è lui il vero Papa o solo il sostituto di Benedetto XVI?

La religione ipotizza ed idealizza la figura di un essere sovrannaturale (in alcune religioni sono più di uno) dotato di poteri connessi alla perfezione che, pur lasciandoci liberi di errare, pensa a noi come un buon Padre per insegnarci la via dell’elevazione.

Di solito ci sono regole da seguire, testi da imparare, pratiche da perseguire. A volte viene trattato il tema del dopo morte, ma in modo abbastanza succinto ed anche fantasioso. Solo il Buddismo, per me molto più vicino ad una filosofia di vita – e spero i buddisti non ne abbiano a male – traccia una via di crescita anche se con modalità differenti a seconda dei praticanti, ma sempre identificando una strada precisa e delle regole da seguire.

Ogni religione viene gestita da esseri umani che si autoproclamano come gli unici intermediari con la divinità, arrivando con Pio IX – il cardinale Mastai Ferretti – alla dichiarazione dell’infallibilità del Papa, e il tutto appare assai poco spirituale. Anzi a ben pensarci assomiglia molto di più ad un partito politico con un’arma in più.

Dio è presente in ciascuno di noi
L'autorità spiritualeLa spiritualità per contro, è un autentico percorso gnostico di ricerca del Dio interiore presente in ciascuno di noi. L’autorità dovremmo trovarla nel nostro interno, nella nostra parte animica o nella Coscienza, termini abbastanza vaghi, ma che identificano un’area autentica, privilegiata e collegata profondamente ed indissolubilmente con noi stessi.

D’altronde Gesù non era cristiano, né Buddha era buddista: erano solo esseri illuminati venuti ad insegnarci come relazionarci con il creato. Quindi nell’area spirituale coloro che si pongono come riferimento assoluto, come possessori della verità rivelata, come i vertici di quella spiritualità sono solo i fautori di una religione, la loro, una in più.

Il percorso spirituale, implicitamente, prevede che si diventi totalmente consapevoli e responsabili della propria esistenza, ovvero si manifesti e si viva la propria essenza divenendo l’autorità di se stessi. Le regole saranno create dall’individuo stesso, così come la strada da percorrere partendo da un diritto naturale, la cui esistenza è addirittura negata dal diritto positivo. Ovviamente i materialisti negano l’esistenza di tutto ciò che esula da ciò che è materiale pretendendo, nel contempo, di avere la verità rivelata.
Visto così spiritualità e religione sono aspetti completamente differenti ed è errato confonderli se non sabotandone i significati.

Relativamente alla relazione con l’autorità se si fa cenno alla religione sarà essa stessa a stabilire quali modalità seguire, a dettarne le regole ancora una volta. Dopo gli accordi dei Patti Lateranensi tra fascismo e Santa Sede, nel nostro Paese famosa era la frase “libera Chiesa in libero Stato”.

L’unica vera autorità è quella interiore, del Trascendente
L'autorità spiritualeIn un’ottica spirituale l’unica vera autorità è quella interiore, quel Trascendente presente ovunque, anche dentro di noi. Tuttavia esiste la necessità di convivere con le istituzioni presenti, soprattutto se non pongono limiti ai percorsi di crescita.

È una relazione organizzativa pratica, non una gerarchia relativa all’importanza. In questo caso non c’è una modalità di confronto prestabilita, solo le normali relazioni che chiunque può avere nella vita.

Seguire l’autorità interiore diventa prendere in mano la propria vita, la responsabilità totale delle proprie scelte a partire dagli obiettivi e da tutto ciò che accade, il rendersi sempre più liberi assumendosi oneri e onori in toto.
La politica, di conseguenza, cessa il suo ruolo di religione materialista per indossare i panni di organizzazione pratica, una sorta di manuale affinché tutto funzioni al meglio per un benessere collettivo e con l’obbligo di indicare una visione futura sempre più perfezionata.
Illusione? Una moderna Chimera? Il mondo, da sempre, lo cambiano i sognatori.

Per saperne di più:
Video Franco Bianchi: Religione e Spiritualità

Operatore Olistico Supervisor S.I.A.F- IT. nº LO 196 S - OP, formatore sia per privati che per aziende, scrittore e conferenziere. Laureato in Economia, per 13 anni è stato dirigente d’azienda. Ha creato il metodo “be happy now!” nel quale ha messo a disposizione la sua esperienza iniziata nel 1976. In esso sono insegnate tecniche pratiche abbinate ad un percorso personale profondo finalizzate ad aumentare il proprio livello di felicità. L'ultimo suo libro è "Essere felcici ORA!" (ed. Tecniche Nuove). Website: https://www.francobianchi.eu/