Lo sapevate che le banane…

Oltre ad essere le protagoniste di comici scivoloni, pare che le bucce di banana siano la cosa più efficace e facilmente reperibile per depurare l’acqua. Lo afferma un team di ricercatori, il quale ha scoperto che, una volta macinate, queste sono in grado di assorbire i metalli pesanti e inquinanti dalle acque. bananaOggi questo problema è particolarmente pressante, in quanto i residui di estrazioni minerarie e di lavorazioni industriali, smaltiti nelle falde acquifere, sono la causa di un pericoloso inquinamento. Tali sostanze hanno una grande capacità di diluirsi nell’acqua, per venire poi assorbite dagli esseri viventi e dalle piante, frutta e verdura compresi, oppure restano sul fondo dando origine a sedimenti tossici.
Uno degli effetti tossici che possono avere i metalli sono le reazioni di tipo allergico (note anche come reazioni di ipersensibilità) e la loro azione varia a seconda delle affinità tra metallo e parte del nostro organismo. Ad esempio, il mercurio ed il cadmio prediligono il tessuto renale (nefrotossici), il mercurio ed il piombo quello del sistema nervoso centrale (neurotossicità), il cadmio e il piombo quello del sistema riproduttivo, mentre infine alluminio, arsenico, cromo e nichel prediligono il tessuto respiratorio.
Le bucce di banana macinate si sono rivelate in grado di ottenere risultati fino a venti volte più efficaci rispetto alle altre tecniche di depurazione e, per di più, possono essere riutilizzate fino a undici volte senza che perdano la loro capacità assorbente.
E non finisce qui… Pensate che Elif Bilgin, una sedicenne di Istanbul, partendo dalla considerazione che la frutta è naturalmente avvolta in un involucro caratterizzato da flessibilità e resilienza, ha dimostrato come, utilizzando gli amidi e la cellulosa in esse contenuti, si possa ricavare da tali bucce una bioplastica totalmente ecologica ed atossica.
L’umile buccia di banana è, quindi, un’efficace ed economica alleata della nostra salute. E ci spinge a riflettere su quante cose meravigliose la natura ha creato per ristabilire quell’equilibrio che noi costantemente e con pervicacia tentiamo di sovvertire.

E c’è chi le scolpisce

scultura_di_banana_8scultura_di_banana_7Un artista giapponese, il ventitreenne Keisuke Yamada, utilizza delle banane per fare delle singolari sculture, che hanno il volto di noti personaggi, o di figure mitologiche, che ha postato su Internet facendosi conoscere da tutto il mondo. La più singolare è forse quella del dio Poseidon, circondato da teste di cavallo intagliate in maniera straordinaria. Unico problema: dopo mezz’ora la banana annerisce, per cui occorrerà trovare un espediente per mantenerle intatte….

Per saperne di più: http://www.greenme.it/vivere/speciale-bambini/10780-bioplastica-bucce-banana