Preghiere e mantra per risvegliare le coscienze

di Manuela Pompas.

All’inizio sembrava che i noVax fossero uno sparuto gruppo di esaltati contro il sistema. Poi tutti i sabati in tutta Italia sono stati organizzati cortei pacifici (salvo intrusione dei soliti guastatori, quasi sempre esaltati di estrema destra) sempre più numerosi.

Quindi, invece degli intellettuali, hanno iniziato a scioperare i camionisti (però è stato un flop) e i portuali, che a Trieste hanno vissuto un episodio vergognoso per un Paese democratico, gli idranti in faccia a persone inermi con le mani alzate e persino a una donna incinta.

Lo sciopero non è un atto contro la Costituzione, viceversa, ma una richiesta corale di rispettarla (ci hanno provato anche i 1000 avvocati per la Costituzione, ma le denunce si bloccano in Magistratura).

A far rispettare l’articolo della Costituzione secondo il quale il cittadino ha diritto di scegliere la propria linea di cura (art. 32: “Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”), ci hanno provato alcuni medici, che hanno scelto ANCHE cure alternative non prese in considerazione dai protocolli ospedalieri.

La via della non-violenza

Marina Tonini, grafologa e contattista.

Poi, una svolta. In centinaia di migliaia hanno sentito la necessità di seguire la via della non-violenza. Sono nati – e non solo in Italia – gruppi di preghiera (molti recitano insieme il rosario nelle piazze) e gruppi di meditazione che inviano luce sul mondo per cercare di risvegliare la coscienza delle persone e soprattutti di chi ci governa e ci impone quella che molti hanno ormai definito dittatura sanitaria.

Un’iniziativa nata due mesi fa da una singola persona, Marina Tonini, e cioè recitare la OM (o AUM, il mantra indiano le cui lettere in sanscrito evocano la vibrazione primordiale che ha creato l’universo), ha avuto una risonanza incredibile.
In meno di un mese, grazie al tam tam di Telegram (Marina Tonini progetto OM) questa intraprendente figura carismatica ha riunito 25.000 persone, che il 16 ottobre hanno recitato l’OM in tutte le città d’Italia. I numeri stanno crescendo di giorno in giorno, espandendosi in molti altri Paesi del mondo.

La prossima riunione collettiva è sabato 30 ottobre

Milano. Il gruppo OM Milano-Monza e Brianza.

«L’idea dell’OM collettivo, una realtà oltre lo spazio-tempo che può trasformare lo stato delle cose, passando dall’ignoranza spirituale alla coscienza, mi è arrivata dai piani superiori», mi ha detto Marina Tonini. «Io sono una di quelle persone che hanno avuto esperienze da film.

Dal 2008 al 2012 ho avuto un contatto ravvicinato, rimasto attivo a livello telepatico. I fratelli dello spazio mi hanno parlato della “frequenza che crea la forma”, dell’influenza che questa preghiera collettiva avrà sul nostro mondo.
Secondo questo messaggio, l’unione tra le anime potrà accelerare gli eventi, dando spazio a possibilità costruttive che possano evitare o attutire gli eventi che procedono incalzanti.
L’OM rinnova il suo potere, amplificato da menti che chiedono aiuto e da anime che si affidano alla preghiera, qualsiasi essa sia.

Utilizzare il suono primordiale rinnova la promessa tra l’uomo e Dio. Promessa che sancisce che le persone che hanno coscienza della propria vera natura, in caso si trovassero nella disperazione, avrebbe potuto compiere il miracolo affidandosi alla coscienza di tutto ciò che È.

L’unione sta creando il cambiamento

Il simbolo dell’OM (!AUM).

Ed è avvenuto il miracolo. La nostra mano di seminatori e un terreno fertile di anime luminose e stanche sta facendo il resto. L’unione sta creando il cambiamento. Sono moltissime le città coinvolte, in Italia più di 140 città e nel mondo 25 Paesi.

Il mainstream di regime non ne ha fatto parola, malgrado le piazze siano piene di gente che intona l’OM: ma i gruppi sono sempre più numerosi e tra poco si noteranno.
Una realtà quindi oltre il tempo e lo spazio, che può trasformare lo stato delle cose, dall’ignoranza spirituale alla coscienza. Il progetto ha preso piede come mai avremmo immaginato e ora coinvolge tutto il mondo. Sarà portato avanti a oltranza e diverrà il mantra della nuova umanità».

Qualunque sia la nostra posizione religiosa, non possiamo che condividere l’iniziativa a pregare – come vogliamo – perchè le coscienze si risveglino per evitare il peggio.

Per saperne di più
Contatti su Telegram: Marina Tonini Progetto Om
Marina Tonini: Facebook
Tutti insieme il 30 ottobre: VIDEO
Trieste Porto: OM
Come si canta l’OM

Manuela Pompas
Giornalista, scrittrice, ipnologa, è considerata un'importante divulgatrice nel campo della medicina olistica, la ricerca psichica, la psicoterapia transpersonale. Ha scritto numerosi libri su questi argomenti e la sua ricerca cardine riguarda la reincarnazione attraverso l'ipnosi regressiva. Spesso ospite nei convegni come relatrice sulle tematiche che riguardano la sopravvivenza, è stata spesso in radio e in Tv e ha condotto anche trasmissioni in una Tv privata.