Katartica, il nuovo CD di Tuis

Il nuovo album di questo artista, scrittore e studioso delle potenzialità umane

di Sonia Cecchinato. È appena uscito l’ultimo album musicale di Riccardo Tristano Tuis, come sempre a 432 Hz, il cui effetto viene potenziato se ascoltato con le cuffie.

Questo CD, l’ottavo pubblicato con la casa discografica CapitanArt, specializzata in musiche per il benessere e per la meditazione, esce in un periodo abbastanza caotico come quello che stiamo vivendo a causa del coronavirus.

Risposta: Infatti l’opera è stata pensata anche per fronteggiare questo momento storico che stiamo vivendo come aiuto e sostegno.
Il CD audio ha una durata di circa un’ora e suddiviso in più tracce tra loro legate; le musiche hanno lo scopo di accompagnare l’ascoltatore in questo catartico viaggio sonoro ove nel più completo rilassamento lasciamo il tempo al nostro sistema nervoso di ricaricarsi, all’insegna di uno stato neurologico desincronizzato.

Riccardo Tristano Tuis qualche anno fa.

Come nel mio precedente album Relaxing symphony, o anche nei precedenti Deep Healing, Chant of Gaia e Heart Meditation, anche l’album Katartica è intonato a 432 hertz.
Inoltre sono stati impiegati specifici battiti per minuto che rispecchiano quelli biologici in stato ottimale al fine di portare il sistema psicofisico dell’ascoltatore a uno stato naturale di rilassamento.

Domanda. Riccardo, in che modo può aiutare le persone questo tuo ultimo lavoro?
Risposta. Katartica è stata composta per aiutare le persone a entrare in contatto con se stesse, creando uno spazio acustico funzionale ad accompagnarle al raggiungere la propria dimensione interiore.

Negli aulici paesaggi sonici in cui gli strumenti acustici si fondono con suoni di sintesi si sono coniugate soavi e avvolgenti armonie di archi e tappeti sonori di sintetizzatori, arricchite da delicate melodie di pianoforte, baku, violino o violoncello.

Gli strumenti impiegati sono molteplici e provengono da tutto il mondo, dai taikos giapponesi, alla hang drum svizzera o percussioni sciamaniche per il ritmo fino al duduk armeno o al baku cinese, creando un’opera di world music che oltre a rilassarci ci farà emozionare.

Domanda. Cosa altro puoi dirci sull’album?
Risposta. Quest’opera musicale ha la peculiarità che può essere ascoltata in due modalità differenti e ha due effetti differenti nel nostro sistema psicofisico.

Attraverso un normale ascolto l’effetto proviene dai suoni, dai battiti per minuto, ecc., ma se la ascoltiamo con le cuffie l’effetto sarà potenziato poiché sono stati inseriti dei toni binaurali sulle frequenze dello stato alfa che stimoleranno la sincronizzazione biemisferica.

Oltre a questo Katartica si basa parzialmente sul protocollo Mind Resonance che uso per tutta la musica indirizzata al benessere e alla focalizzazione/meditazione.

Domanda. A chi è rivolto l’ascolto di Katartica?
Risposta. Questo album musicale come per i precedenti pubblicati sempre con CapitanArt è rivolto a chi pratica la meditazione, varie forme di focalizzazione o concentrazione e vuole un supporto sonoro durante tale pratica. Può essere impiegato nelle terapie fisiche, psicosomatiche ed energetiche o più semplicemente per chi necessita di qualche ausilio per potersi rilassare più efficacemente.

Domanda. Ci puoi parlare del tuo lavoro in generale?
Risposta. Attualmente lavoro anche come compositore e responsabile di ricerca e sviluppo per una società inglese che opera nel settore delle app e della musica per il rilassamento.
I miei protocolli impiegati anche su Katartica vengono impiegati da Meya, una delle app di musica di rilassamento più innovative e a 360° sul mercato internazionale, cui recentemente operano anche noti dj come Lee Burridge e Jamie Jones, particolarmente sensibili alla musica funzionale alla meditazione e al rilassamento al punto da voler rivolgere parte della loro musica anche in questa direzione.

Degno di nota è che qualche mese fa l’ESA, l’Agenzia spaziale europea, ha contattato Meya e la società inglese ad essa collegata perché interessata ad avere delle musiche per i propri astronauti. Il mio protocollo, che sembra aver catturato l’attenzione, potrebbe essere scelto assieme ad alcune delle sue musiche per gli astronauti europei che operano all’ESA.

Per saperne di più:

I saggi di Riccardo Tristano Tuis in ambito musicale e self improving:
“432 hertz: La rivoluzione musicale”, i CD audio+libro “Accedi al codice del tuo cervello” Vol. I, II e III.

Gli album musicali in cui si avvale dei suoi studi sull’interazione suono e mente e dei protocolli della Mind Resonance e della Neurosonic Programming da lui ideati per potenziare gli effetti neurofisiologici sull’ascoltatore:
Mind resonance – Regeneration – Heart Meditation – Chant of Gaia – Deep healing – Relaxing Symphony

Sonia Cecchinato
Ricercatrice, giornalista musicale, approfondisce da anni ogni aspetto della musica per il benessere psicofisico scrivendo articoli e libri sull’argomento.