Comunicazioni dall’aldilà

di Sonia Benassi.

Sono sempre felice di ricevere i vostri scritti e, come sapete, essendo medium canalizzo le risposte con l’intento di potervi dare un piccolo sollievo.
Un abbraccio, Sonia.

Il dolore per la perdita di un genitore o di un nonno è sempre forte, ma può essere lacerante quando in vita si è creato un rapporto simbiotico.

Tra le tante lettere che mi sono arrivate, ne ho scelte due:
La prima è di due sorelle gemelle che hanno perso prematuramente la loro mamma.

Un contatto con Miriam, madre, amica e sorella
Sonia ciao ti diamo del tu sperando di non essere inopportune. Siamo Sara e Giulia, due sorelle gemelle di 26 anni che hanno perso Miriam, nostra madre, amica e sorella. Ti chiediamo gentilmente di farle avere le nostre parole. Grazie.

“Mamma ciao, non sei mai andata via. Siamo qua, unite come allora e come tu desideravi.
Cresciute ascoltando i tuoi consigli che ci arrivano sempre attraverso segnali precisi nei quali noi ti riconosciamo. Il papà è stato ed è un bravissimo padre. Non è stato semplice per lui crescere due adolescenti che ora sono diventate donne. La nonna lo ha aiutato e sicuramente tu hai visto tutto. Speriamo che tu abbia incontrato i nonni e la zia. Dicci che cosa fai e come ci stai vicina. Ti amiamo tanto e siamo certe che sei fiera di noi. Le tue bambole.”

“Amori miei, gioie della mia vita. Ho seguito e seguo i vostri progressi e i vostri progetti. É un regalo immenso per me avervi viste sbocciare ed è un regalo ogni giorno vedere il bene che vi volete e l’amore vero che vi lega come quando eravate bambine. Sono con il nonno e con zia Paola. Camminiamo in lungo e in largo e viaggiamo all’unisono cercando sempre di dare un senso utile alla morte, quella che rapisce chi ancora deve vivere a pieno la vita terrena. Ho un progetto importante con voi che è quello di mantenervi sane di spirito e gioiose di cuore. Vi tengo per mano sempre e vi conduco dove potete vedere l’orizzonte con la certezza che niente finisce.
La nonna è il mio angelo in terra. Ha una pelle dura e tenace e la sua voglia di vivere mi fa stravedere. Sorridete alla vita al cielo e alla terra e parlatemi quando volete. Vi voglio bene, siete le mie piccole guerriere.”

Foto di Sabine van Erp da Pixabay.

Una preghiera a nonna Ester
Sonia buongiorno, sono Francesca, ho 32 anni e le scrivo dalla provincia di Padova. Vorrei un contatto con la nonna a cui mi rivolgo attraverso di lei.

“Nonna Ester sei andata via così, da sola. Non mi do pace e non faccio altro che pensare a te sola in quel letto di ospedale. Avresti voluto la morte perfetta, quella che tutti desiderano, addormentarti e passare direttamente nella luce. Hai sofferto nella vita e hai sofferto anche per liberarti di quella vita che tanti dolori ti ha dato. Sei il mio angelo, sei la nonna e la mamma che non ho avuto.
Ti chiedo scusa per le preoccupazioni che ti ho dato e ti chiedo scusa se a volte non sono stata abbastanza affettuosa. Il nostro capirci con uno sguardo riempiva i nostri silenzi. Spero che adesso tu sia nel posto più bello che ci possa essere, ma soprattutto che tu sia completamente libera e serena. Ti voglio bene. Francy.”

“Si, tesoro mio, poco ti ho detto questa parola. Una vita dura che mi ha indurito il cuore con il rammarico adesso di non averti abbracciata di più e di non averti detto quanto bene ti voglio. Il bene che non sono riuscita a dare a tua madre, ma che con tanta felicità ho capito di aver fatto arrivare in un qualche modo a te. Sei cresciuta senza un papà e senza una mamma. Sei cresciuta con una nonna severa ma vera. Il risultato è questo. Una donna meravigliosa che ha messo al mondo un piccolo gioiello che io proteggo sempre. Non me ne sono andata da sola, nel momento di attraversare ho visto mia madre che mi sorrideva. Lei mi ha teso la mano e mi ha portato nel posto più bello e più sicuro che io abbia mai visto. Fiori, piante, mari immensi e persone che sorridono. Non esiste cattiveria ed egoismo ma solamente comprensione. Dai un bacio al tuo piccolo Tommy. Ti voglio bene, per sempre.”

Sonia Benassi
Diplomata al Conservatorio come pianista, docente di musica alle scuole elementari e medie di Parma, fin da piccola ha rivelato le sue doti di sensitiva e medium. La sua mail: sonia.benassi16@gmail.com