CD. Mantra sciamanici

CD. Mantra sciamanici

di Sonia Cecchinato. Selene Calloni, scrittrice e ricercatrice spirituale, presenta dei mantra per entrare a contatto con il Sè e la coscienza universale

Mantra Sciamanici unisce la forza delle melodie curative di Capitanata, noto compositore, musicoterapeuta e ricercatore visionario, alle parole e i mantra di Selene Calloni Williams, scrittrice e life-coach di fama internazionale.

Ciò che dà potere al mantra è l’iniziazione attraverso la quale il maestro lo comunica. L’iniziazione è uno spirito, un’energia che viene trasmessa da maestro a discepolo all’interno di un lignaggio esoterico. La potenza di un mantra è data da tutti i maestri che l’hanno ripetuto prima di te.

Rino Capitanata e Selene Calloni Williams hanno sentito che potevano mettere tutta la forza dell’iniziazione in un CD e il risultato è sorprendente. Hanno lavorato intensamente e con passione, fino a che hanno sentito che il messaggio iniziatico “passava” attraverso la musica e la voceIn questa epoca di incertezza c’è bisogno di risvegli, ogni strumento che possa servire a questo scopo è il benvenuto.

Chi non conosce la magia del mantra ha smarrito il ricordo delle origini e deve ritrovarlo.Il CD Mantra Sciamanici unisce la forza delle parole e dei mantra sciamanici della Life Coach Selene Calloni Williams alle melodie ispirate di Capitanata per un risveglio della coscienza e dello spirito, attraverso un viaggio fantastico fatto di vibrazioni rigeneranti.

Mantra che parlano della possibilità di immaginare una vita e un mondo straordinario e di come tutto ciò che è immaginato divenga reale attraverso la vibrazione della voce e della musica.

Come utilizzare al meglio questo CD
Bisogna ascoltarlo una prima volta in stato rilassato, con attenzione cosciente per ricevere l’iniziaz­­ione. Non bisogna tanto capire con la mente quello che viene detto, ma comprenderlo con il cuore.  Poi bisogna apprendere i mantra e utilizzarli come indicato.

Chi pratica il mantra scompare nella propria narrazione, ripete l’atto della creazione originaria e la sua opera è lo specchio dell’opera divina.
Il praticante del mantra esce dal proprio Io, dissolvendolo. Poi l’Io si rigenera dalle sue stesse ceneri, ma non è più una coscienza individuale, è una coscienza universale individuata, pienamente consapevole.

In questo processo intervengono molti numi, dei, dee e antenati, spiriti e geni che, a volte, la coscienza non può riconoscere; si tratta di potenti alleati che conducono il praticante là dove nessun uomo ha mai viaggiato prima e dove egli può catturare strumenti indispensabili all’opera della mitopoiesi: l’arte di manifestare visioni di potere, narrazioni che divengono eventi reali. E tutto ciò ad opera della vibrazione del mantra.

L’obiettivo ultimo di questo lavoro

Foto di Michael Schwarzenberger da Pixabay.

Il silenzio. Questo mondo ha bisogno di silenzio.
L’incontro con il silenzio va preparato attraverso un suono capace di frantumare i pensieri e di interrompere il dialogo mentale.

Un nuovo stato di coscienza si sta manifestando nell’uomo. Esso è anche un nuovo metodo di pensiero, capace di pensare la complessità del reale, di concepire l’uno nella molteplicità e la molteplicità nell’uno, di vedere che le cose accadono perché hanno un fine e non perché sono meccanicamente prodotte da cause.
Una coscienza in grado di comprendere che gli eventi sono “enti”, entità, spiriti, numi, dei, dee, di percepire idee e ricordi non come un secreto del cervello o un prodotto dell’Io, ma come immagini divine. In greco antico vi era un termine per designare le immagini, esso era eidola ed indicava immagini simulacro di dei e dee.

Le idee e i ricordi, in quanto immagini, sono esterne all’Io. Nella tradizione indù, l’akasha, l’etere, il quinto elemento è visto come il campo d’energia nel quale si trovano tutti i nostri pensieri e i nostri ricordi.

Stabilire la giusta sintonia con idee e ricordi

Selene Calloni

Questa è un’altra importantissima funzione del mantra.
Il silenzio della mente ordinaria è fondamentale per divenire ricettivi al cambiamento di coscienza, alla manifestazione del nuovo metodo di pensiero, che a Selene Calloni piace definire “mente poetica”, poiché si tratta di una intelligenza ampliata, capace di far funzionare la ragione in armonia con il cuore e con la fede.

Essere l’uomo nuovo, manifestare la nuova coscienza, oggi, per tutti, è il viaggio più affascinante. Il mantra è al servizio del nostro coraggio ed è il nostro stesso dispositivo di volo, come fosse il battito del tamburo per lo sciamano.

Per divenire esseri umani mitopoietici è necessario cambiare il codice narrativo con il quale ci si narra la propria storia e il proprio mondo. Da un codice socialmente indotto -che è, di fatto, una programmazione inconscia- bisogna ritrovare il codice narrativo naturale, il codice dell’anima.

Il mantra fa questo, esso ha il potere di deprogrammare la psiche dai condizionamenti, affinché il ricordo della libertà e della potenza delle origini torni a risplendere.

Rino Capitanata.

Il mantra è una vibrazione che scende nelle profondità del corpo dove una coscienza vibratoria -che risiede nelle profondità della materia- è pronta ad accoglierla e a farla propria.

Quando ciò avviene si innesca il “potere automatico” del mantra, cioè la capacità della vibrazione di ripetersi indipendentemente dal nostro sforzo cosciente.

È come se la coscienza delle cellule facesse propria la vibrazione del mantra e prendesse a ripeterla in modo autonomo. Quando ciò avviene, l’opera di deprogrammazione del mantra è innestata in modo impeccabile, infallibile e irreversibile, in modo da arrivare direttamente alle nostre cellule per scopri il benessere dell’armonia energetica e risvegliare la coscienza.

CD Mantra Sciamanici - I mantra della mente poetica - Con musiche a 432 hz
Capitanata , Selene Calloni Williams