Cambia l’abitudine di essere te stesso

Cambia l’abitudine di essere te stesso

di Stefania Bonomi. Per il dr. Dispenza, tutti possiamo cambiare... in meglio. La chiave è la meditazione creativa, in quanto il cambiamento parte sempre dal pensiero

Il dr. Joe Dispenza, docente, ricercatore, consulente aziendale.

“Non siamo destinati né tantomeno programmati geneticamente a essere ciò che siamo per tutta la vita. Possiamo essere delle nuove persone completamente diverse, ma soprattutto migliori, di quello che siamo stati fino a oggi.”

Sono queste le prime frasi che ci accolgono nella lettura de Cambia l’abitudine di essere te stesso, uno dei libri più venduti dl Dr. Joe Dispenza, noto scienziato a livello internazionale, chiropratico e biochimico, che ha permesso a tantissime persone, grazie alle sue ricerche, di cambiare vita partendo da una profonda trasformazione interiore.

Di questo straordinario scrittore Karmanews non aveva mai parlato e, nonostante a oggi abbia scritto altri 7 libri dopo la pubblicazione di Cambia l’abitudine di essere te stesso, ho preferito dare spazio al questo libro che, per chi si avvicinerà all’approfondimento della materia da lui trattata, è davvero il libro per iniziare un percorso altamente evolutivo.

Si tratta di un manuale di vita applicata, in cui l’autore combina la fisica quantistica, la biologia e la chimica del cervello con le neuroscienze, dimostrando al lettore cosa possa essere veramente realizzabile nella sua vita. Ma soprattutto rivela le conoscenze necessarie per cambiare qualsiasi aspetto della vita attraverso lo studio di quello che è capace di portare il cervello a modificare il pensiero.

Partendo dal sè quantistico, questo libro apre la strada all’ottenimento di questo cambiamento attraverso un ideale di noi stessi, un modello da emulare diverso e migliore da quello che caratterizza la nostra vita quotidiana, conducendo il lettore a riflettere sui propri pensieri. Si può essere e ottenere tutto ciò che si desidera intensamente.

Basta solo crederci fermamente e ascoltare dentro di sè ciò che questo risultato potrebbe suscitare a livello emozionale. Quando il nostro comportamento rispecchia le nostre intenzioni, quando le nostre azioni corrispondono ai pensieri, quando la mente e il corpo lavorano all’unisono, quando le parole e le azioni sono allineate, la mente umana è mossa di un potere immenso. Il campo quantistico non risponde a quello che vogliamo ma a quello che siamo.

La chiave della creazione quantistica: la meditazione creativa
Dopo una prima parte nozionistica in cui l’autore racconta anche tutto il suo personale percorso caratterizzato dalla guarigione di una malattia inizialmente classificata incurabile e che lo avrebbe costretto all’uso della sedia a rotelle, il libro si sviluppa tecnicamente, cosa che il lettore attende per passare dal pensiero all’azione.

La chiave della creazione quantistica è la meditazione creativa, in quanto il cambiamento parte sempre dal pensiero ed è attraverso nuove connessioni e circuiti neurologici che possiamo giungere a un rinnovato livello mentale. Così che il nuovo modo di essere crea una nuova personalità e questa genera una nuova realtà personale. Vengono quindi citati e raccontati casi non solo di guarigioni, ma di vincite e di realizzazioni professionali e affettive.

Joe Dispenza, che nel corso degli ultimi vent’anni ha tenuto conferenze in più di ventiquattro nazioni formando migliaia di persone sul ruolo e sulla funzionalità del cervello umano, insegna la difficilissima arte del sentire gratitudine e gioia, apre le porte all’innamoramento di una nuova vita e di un futuro dove la gioia e la soddisfazione avvolgono in modo totalitario il nostro cuore.

Volere è sì potere, ma solo se quello che si desidera lo si riesce ad amare profondamente prima ancora che accada.
Un libro complesso ma scritto in modo semplice e scorrevole. Un approccio alla spiritualità attraverso la scienza con dimostrazioni pratiche e testimonianze che non lasciano alcun dubbio sulla verità del suo contenuto.