Raffaello in mostra a Roma

Raffaello in mostra a Roma

di Sonia Cecchinato. Alle Scuderie del Quirinale dal 2 giugno al 30 agosto Mostra su Raffaello, a 500 anni dalla scomparsa dell'artista

Riapre al pubblico la mostra tematica "Raffaello 1520-1483", a 500 anni dalla sua morte.

Dopo l'apertura del 5 marzo e l'immediata chiusura per l'emergenza Coronavirus, la più grande mostra dedicata al sommo artista rinascimentale riapre le porte alle Scuderie del Quirinale nel giorno in cui avrebbe dovuto chiuderle.

Dal 2 giugno, infatti, il pubblico ha potuto nuovamente accedere all'esposizione e potrà farlo fino al 30 agosto, in virtù di una lunga proroga resa possibile grazie alla disponibilità e alla solidarietà delle istituzioni museali e dei collezionisti che hanno prestato le opere.

Una mostra dedicata a tutta l’attività progettuale dell'artista
La mostra è dedicata a tutta l’attività progettuale dell'artista, dalla pittura alle arti plastiche, quelle decorative, fino all’architettura, l’urbanistica, l’antiquaria.Una colossale opera di sistematizzazione della civiltà artistica europea svolta in un brevissimo numero di anni, che ha avuto Roma come protagonista.

Un CD con musiche ispirate da Raffaello
Per celebrare questo artista, Rino Capitanata ha edito un CD con le sue musiche.
Le sue composizioni sono diventate nelle ultime stagioni una sorta di colonna sonora del mondo dell’arte.
Una tendenza in uso da molti anni all’estero e in via di evoluzione in Italia

Lo incontriamo virtualmente per farci raccontare quest'ultimo lavoro. «In sostanza, di volta in volta, ha composto una serie di brani dedicati ad altrettanti quadri esposti nelle mostre dedicate a maestri come Caravaggio, Leonardo, Botticelli e tanti altri. Ci può parlare di questa nuova esperienza compositiva?».

«I miei lavori in questi ultimi anni sono quasi sempre centrati sulla crescita personale, la spiritualità e il potere curativo della musica.
Per l’Arte le mie composizioni diventano di altro genere. La mia carriera artistica è nata prima come pittore, quindi ho una certa sensibilità sull’argomento. In un secondo momento ebbi l’esigenza di comporre musiche per i miei quadri e lo sviluppo di questa sensibilità mi ha portato ha scrivere negli anni successivi musiche per grandi pittori e mostre d’arte.

La musica per la Mostra di Raffaello, pittore che ho sempre ammirato, è stata un’esperienza molto intensa: è stato un viaggio nei colori e nelle architetture dell’anima dell’artista che hanno scaturito un percorso multisensoriale che porterò sempre con me.

Un viaggio nei colori e nelle architetture dell’anima
Sono stato per giorni in sala di registrazione con le immagini di alcuni quadri per carpirne tutte le sfumature dei colori o il gioco delle ombre e della prospettiva, ho iniziato a comporre e a registrare musiche ad hoc, assecondando l’obiettivo di fare da ponte tra le opere stesse e l’osservatore, aiutandolo a sintonizzarsi sulla frequenza dell’artista ed anche a comprendere meglio la propria natura».

Il mio quadro preferito

Raffaello "Estasi di Santa Cecilia".

«L’Estasi di Santa Cecilia è la mia opera preferita tra quelle in mostra, imperniata sulla presenza di Santa Cecilia attorniata da quattro figure disposte in semicerchio rievocanti la cantoria celeste.

Il numero degli Angeli nel cielo non è casuale.
Raffaello come altri artisti dell’epoca era una persona colta e le opere di Madonne o Santi attorniati sempre da sei Angeli sono molteplici, perché dovevano rappresentare verità o interpretazioni teologiche ben codificate.

Il numero sei riferito agli Angeli lo si ritrova anche nel campo della cabalistica e dell’astrologia e ricordiamo che i Serafini, gli Angeli nella Gerarchia Celeste sono al primo posto.

Quando si osserva questo quadro, nonostante il punto focale sia lo sguardo di Santa Cecilia, l’occhio non fa altro che scorrere ripetutamente dagli strumenti musicali al coro angelico, come sospinti da una forza misteriosa che ci rende partecipi all’evento. Il compito della musica è quello  di far udire i suoni celestiali che arrivano dal cielo alla terra.

Per saperne di più:
Il CD Raffaello (CapitanArt) con le composizioni musicali di Capitanata ispirate ad alcune opere della Mostra:

Raffaello di Rino Capitanata
Ordinalo sul Giardino dei Libri

Qui il website della mostra