Giornate per salvare il pianeta

Le ricorrenze per ricordardarci di rispettare l'ambiente

Giornate per salvare il pianeta

di Manuela Pompas. Queste giornate ci ricordano il rispetto per la Natura e  il prossimo. In questi tempi di riflessioni potrebbero farci scoprire un nuovo modo di vivere 

Le giornate mondiali per salvare il pianetaPersonalmente non ho mai dato peso agli annunci delle giornate mondiali, mi sembravano inutili, pretesti anche ipocriti di rispettare l'ambiente, cosa che fanno in pochissimi, visto l'inquinamento delle fabbriche, la deforestazione, lo sfruttamento dei terreni...

E in effetti molte persone non ne prendono atto, la notizia scivola via come se si parlasse della sagra paesana, mentre uno degli scopi non è mettere delle parole su un calendario, ma cambiare la nostra coscienza.

Tra i problemi c'è il fatto che siamo 7 miliardi, almeno 2 di troppo: la Terra è sovraffollata e le risorse in molti Paesi mancano. Risorse di cui abbiamo approfittato a man bassa, nell'agricoltura, nella riserva idrica, nella pesca con una distribuzione ... tanto per pochi e poco per molti, non adeguata, per non parlare dell'inquinamento e del clima.
Difficile risolvere i problemi se chi dovrebbe prendere provvedimenti fa orecchie da mercante.

Tuttavia questi giorni di reclusione forzata sono un'ottima occasione per riflettere su ciò che l'universo ci propone e cambiare il nostro atteggiamento.
Ecco gli appuntamenti passati e quelli futuri più recenti.

3 marzo, giornata mondiale della natura selvatica. In questi anni si stanno estinguendo migliaia di specie animali e floreali, un danno enorme sia economico che per l'ecosistema. L'ONU si è proposto una serie obiettivi di salvaguardia del nostro pianeta, i più importanti dei quali sono: nessuna povertà, garantire modelli di consumo e produzione sostenibili, vita sotto l'acqua e vita sulla terra.

Secondo uno studio pubblicato su Science Advances, l’attuale tasso di estinzione è di circa cento volte più elevato del normale e sostiene che almeno i tre quarti delle specie animali potrebbero essere estinti nel giro di poche generazioni umane. Siamo infatti nel mezzo di un evento epocale: la sesta estinzione di massa della storia del pianeta.

22 marzo, giornata mondiale dell'acqua
Le giornate mondiali per salvare il pianetaL'acqua, chiamata anche oro blu, dovrebbe essere un bene comune e non dovrebbe mancare da nessuna casa. L'abbiamo visto in questi giorni, in cui ci raccomandano di lavarci sovente le mani e anche la casa, gli abiti...

E anche se la quantità di acqua dolce disponibile sul pianeta sarebbe sufficiente a soddisfare le necessità dell’attuale popolazione mondiale, l’8% vive in stato di grave carenza idrica, a causa della cattiva distribuzione delle fonti e una non corretta politica di gestione.

In questi anni tante sono state le campagne che ci hanno chiesto di non sprecare questo bene prezioso, per esempio lasciando aperti a lungo i rubinetti, gli sciacquoni, l'acqua della doccia. Così si può chiudere l'acqua mentre ci si insapona le mani o si puliscono i denti, per poi aprirla per sciaquarsi. Inoltre l'acqua con cui laviamo frutta e verdura può essere usata per bagnare fiori e piante.

7 aprile, giornata mondiale della salute. In realtà - in questi tempi di COVID 19 - è un festeggiamento amaro, dato che di salute se ne può parlare poco.
Allora potremmo dedicare questa ricorrenza al lavoro che medici e infermieri svolgono con dedizione ogni giorno per garantire la salute della popolazione, mettendo a rischio la propria.

Le giornate mondiali per salvare il pianeta22 aprile, giornata mondiale della Terra (Earth Day), allo scopo è quello di salvaguardare le risorse naturali del nostro pianeta.
Questa ricorrenza è nata negli USA nel '70, in seguito al disastro ambientale causato dalla fuoriuscita da un pozzo di petrolio al largo di Santa Barbara (California).

C'è anche un Earth Day Italia che vuole promuovere una nuova coscienza ambientale e il nostro ecosistema (suggerimento: da coinvolgere Trump e Bolsonaro!). Lo slogan coniato per questa giornata da Martin Jennings, uno studente americano, coinvolto nel ripulire i corsi d'acqua, è: “Se non sei parte della soluzione, sei parte del problema”.
Meditate gente, meditate.

Per saperne di più:
Calendario delle giornate mondiali