A Fabriano, la “Madonna Benois” di Leonardo

A Fabriano, la “Madonna Benois” di Leonardo

di Sonia Cecchinato. Esposta in Italia dopo 35 anni il capolavoro giovanile di Leonardo, inviata dall'Ermitage di san Pietroburgo. Con concerto di Rino Capitanata

Nell’anno dell’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, torna in Italia il suo capolavoro giovanile, la “Madonna Benois”,  dopo 35 anni dalla sua unica esposizione, in occasione della XIII Unesco Creative Cities Network Annual Conference di Fabriano, organizzato egregiamente da Francesca Meloni ambasciatrice Unesco.
Il Museo statale Ermitage di San Pietroburgo ha scelto di celebrare il genio del grande artista italiano proprio nel suo Paese natale, con prestiti eccezionali a cominciare da quello della “Madonna Benois” a Fabriano: l‘opera sarà in mostra presso la Pinacoteca comunale “Bruno Molajoli” dal 1° al 30 giugno 2019.

L'intervista con Rino Capitanata
All’inaugurazione della mostra, nel chiostro della pinacoteca ho intervistato il compositore Rino Capitanata (foto sotto a sin.), che ha dedicato un concerto ispirandosi all'opera di Leonardo.

Domanda. Le sue composizioni sono diventate nelle ultime stagioni una sorta di colonna sonora del mondo dell’arte. Una tendenza in uso da molti anni all’estero e in via di evoluzione in Italia. In sostanza, di volta in volta, ha composto una serie di brani dedicati ad altrettanti quadri esposti nelle mostre dedicate a maestri come Caravaggio, Raffaello, Botticelli e tanti altri. Ci può parlare di questa nuova esperienza compositiva per questo importante quadro di Leonardo.

Rino Capitanata. Nel caso specifico di questa mostra, osservando il quadro in silenzio ho avuto la percezione che l’opera emanasse di per sè attraverso i colori e le immagini un’atmosfera armonica invisibile ma reale. Quindi rispettando la natura dell’opera ho creato un accompagnamento che creasse un’atmosfera per tutto il percorso della mostra. Davanti a quest'opera la musica che ho composto è solo una cornice alla musicalità che il genio Leonardo ha rilasciato nel quadro.

D. Come é arrivato a questa esperienza e, soprattutto, come riesce a sposare la sua musica con opere pittoriche dal fascino immortale?

Il CD, musiche di Capitanata, ispirate a Leonardo.

R. Visitando una mostra su Leonardo da Vinci agli Uffizi di Firenze, ero rimasto completamente rapito da una opera da cui traevo, come da un Mandala, infinite informazioni e suggestioni. Al contempo, mi sono accorto che altre persone guardavano la stessa opera distrattamente, quasi si trattasse di un poster.

Più con l’istinto che con la logica, di colpo ho intuito che, esclusivamente in base alla mia percezione, la potenza vibrazionale dell’opera di un grande artista non è sempre alla portata di tutti. Riflettendo su questa idea, ho pensato che forse una descrizione musicale ispirata ai quadri poteva aiutare l’occasionale visitatore.

Proiettando in sala di registrazione l’immagine del quadro ingrandita per carpirne tutte le sfumature dei colori o il gioco delle ombre e della prospettiva, ho iniziato a comporre e a registrare una musica ad hoc, assecondando l’obiettivo di fare da ponte tra le opere stesse e l’osservatore, aiutandolo a sintonizzarsi sulla frequenza dell’artista ed anche a comprendere meglio la propria natura.

Il Presidente Mattarella davanti alla "Madonna Benois" «La cultura va oltre ogni confine», ha detto « come dimostra il prestito del museo Ermitage del capolavoro di Leonardo».

È stato questo percorso di autoconsapevolezza che mi condotto negli anni a realizzare e produrre una serie di CD dedicati alle più grandi mostre d’arte italiane: da Caravaggio al Palazzo Reale a Milano a Mirò per il Palazzo Ducale a Genova sino a un trilogia che accompagna l’esposizione di Leonardo da Vinci, Botticelli e Giotto alla Galleria degli Uffizi a Firenze.

A ruota, ho assemblato dei CD d’arte per le mostre allestite nella capitale per Raffaello alla Galleria Borghese, Vermeer alle scuderie del Quirinale e Annibale Carracci e Brueghel al Chiostro del Bramante.

Per saperne di più:
Per informazioni mostra: http://www.unescofabriano2019.org
Per il video: https://www.youtube.com/watch?v=lO9h_XT8ST8&t=148s
oppure: https://www.youtube.com/watch?v=AAyO1vrVhlM