Lettere dall’aldilà

Lettere dall’aldilà

di Sonia Benassi. Questa volta Sonia manda un messaggio canalizzato a una figlia che rimpiange la mamma e a una donna che ha perso il marito

Lettera a una madre: "Pensavo che non mi avresti mai lasciata"
“Ciao mamma, spero che attraverso Sonia (che qualcuno chiama “Ponte”) possano arrivarti le mie parole. Te ne sei andata a giugno e io da allora non mi do pace. Piango continuamente e mi manchi in tutto. Mi hai cresciuta come una principessa come il gioiello più prezioso e io credevo che mai e poi mai tu mi avresti lasciata. Ho vissuto come un eterna bambina e adesso mi ritrovo ad avere 35 anni e a chiedermi perché. Perché te ne sei dovuta andare lasciandomi sola. Sola perché io mi sento così. Sai che con papà non ho un gran rapporto. Lui fa il possibile, ma io mi sento distante e non riesco ad aprirmi con nessuno. In questa lettera per me molto importante e liberatoria c’è la speranza più grande. Quella che tu possa sentirmi e che tu possa aiutarmi a proseguire questo mio cammino che non sembra più avere nessun senso. Indosso la tua collana e tengo sempre il tuo fazzoletto sotto al mio cuscino. Ha ancora il tuo profumo. Mi manchi mamma. Ti aspetto. La tua bambina.”

“Piccola mia, le tue parole mi sono arrivate e sono qua per cercare di darti pace e serenità perché il tuo dolore non fa bene a te e nemmeno a me. Non rimanere attaccata ai pensieri che ti portano a stare male ma cerca di dare un senso alla tua vita che è preziosa. C’è tanto da fare e non c è tempo per rimanere attaccati a quello che è stato. Trova la tua missione, cercala e abbracciala. Devi donare, devi dare per capire che c'è chi soffre molto più di te. Non chiuderti nel tuo ego dolore, un termine che ho inventato io adesso ma che rende. Apriti e dona. E smetti di piangere e di chiederti perché. Succede a tutti prima o poi e dobbiamo ringraziare la vita terrena che ci ha permesso di abbracciarci e di baciarci. Quindi forza. Sono io adesso a spronarti. Nonna Alida è qua con me e ti saluta tanto. Dona più che puoi. La mamma.”

Vorrei che lui fosse fiero di me
Salve Sonia, la ringrazio per quello che fa sperando che lei possa almeno leggermi. Mi chiamo Annalisa e vorrei dire a mio marito Daniele mancato due anni fa quanto mi manca e quanto lo amo. Aveva 47 anni.

“Daniele amore mio, sono qua a scriverti i miei pensieri, quelli di ogni giorno e di ogni notte. Credo che tu possa sentirli perché ho spesso l’impressione che tu sia accanto a me nei miei momenti di tristezza e di sconforto. Vorrei che tu fossi fiero di me, di come piano piano porto avanti la mia vita e di come cerco di ritrovarti in tutte le cose che faccio. Eravamo una cosa sola e sento che ancora lo siamo. Ma a volte avrei proprio bisogno di un tuo cenno, un segno che possa farmi sentire ancora parte di te. Mi manchi, mi mancano i nostri discorsi e la nostra complicità. Le nostre risate e i nostri viaggi. Vorrei sapere se mi sentivi...se sentivi quello che ti dicevo mentre tu forse eri già nella dimensione in cui ti trovi adesso. Vorrei sapere se ti riposi e che cosa fai. Ti amo e spero sarai tu ad accogliermi quando sarà il mio momento. Tua Anna.”

“Sono io accanto a te. Adesso e sempre. Noi che abbiamo vissuto e condiviso tutto completi nel nostro amore, che non è stato coronato da figli ma che non ci sono mancati, mai, perché io e te ci bastavamo. Ho tanto da fare qua, ma non ci si stanca perché tutto quello che si fa è per il bene delle anime che hanno bisogno di crescere e di guarire. Accolgo le anime che arrivano qua improvvisamente e non si rendono conto di essere nella nuova dimensione. La dimensione perfetta dove non esistono dispiaceri e dove non esiste il negativo. Devi dire ai miei che sto bene. Devi dire a mia madre di non piangere ma di essere certa che io vivo. Devi dire a mio fratello di non sentirsi in colpa di niente e di stare accanto a mamma e a papà che hanno bisogno del suo affetto fisico. Non vi dovete trattenere in questo ma dovete amare e dimostrare amore. Nei gesti e nelle parole. Dire che amate e che volete bene. Non nascondervi ma dimostrare l’amore soprattutto adesso in quest’epoca dove tutto quello che fanno vedere è brutto e triste. Ma esiste ancora il bello, esistono le belle persone e i buoni sentimenti. Questo deve risuonare perché questo è quello che noi desideriamo che voi facciate. Tu sei l’amore della mia vita, oltre la vita. Devi essere adesso la mia bocca perché io vivo in te e io e te assieme abbiamo ancora tanto amore da dare e da donare. Per sempre. Noi.”