Sonia Benassi: il cielo è vicino

La posta di Sonia

Sonia Benassi: il cielo è vicino

di Sonia Benassi. Sonia risponde ad alcune delle vostre lettere, che sono tante. La medianità non è un telefono, ma un dono che si apre se dall'altra dimensione arrivano i contatti...

Amore tra fratelli
Sonia ciao, mi permetto di darti del tu. Mi chiamo Michele e scrivo da Bari. Ho perso mio fratello minore Francesco 3 anni fa in un incidente. Aveva 26 anni, 5 in meno di me. Soffro molto e in casa nessuno è più come prima. Dolore e sensi di colpa. Mi rivolgo a te sperando che tu possa portare il mio messaggio a mio fratello. Grazie.

Ciao fratello, mi sento strano a scriverti non sapendo se tu sentirai queste mie parole. Ho avuto la grande fortuna di conoscerti e di condividere con te la mia vita. Sei sempre stato più grande e più maturo della tua età e spesso eri tu a fare da guida a me, riprendendomi quando secondo te sbagliavo. Sei sempre stato saggio e grande dentro e mi manchi! Mi mancano le nostre chiacchierate la sera. Le corse in bicicletta da bambini e le gare a chi si spaventava di più. Qua a casa è cambiato tutto, mamma piange spesso e si da colpe che non ha. Papá sai com’è, lo conosci. É un buono chiuso nel suo silenzio e la comunicazione tra di noi è diventata davvero difficile. Una cosa bella però te la dico, anche se immagino che tu lo saprai già. A settembre mi sposo con Gaia e spero che questo avvenimento possa portare un po’ di felicità a tutti. Ti voglio con me quel giorno e ti voglio con me ogni giorno. Ciao Fra, ti voglio bene! Michele

Michele Grazie! Hai avuto il coraggio di scrivere e di cercare di arrivare a me. Sono felice come ognuno di noi qua. Ho nuovi amici e sono con i nonni, tutto è stato veloce ma semplice. Non ho avuto paura di niente e ho visto subito nonno. Non incolpo nessuno perché ho capito che tutto è perfetto e doveva andare così, ho compiti importanti qua e curo chi arriva ferito, le anime che in vita erano contenute in corpi distrutti da malattie, io do loro sollievo. Devi dirlo a mamma e a papà di modo che possano essere fieri di me. Ogni ricordo ed ogni emozione di vita terrena è custodito nell’anima ma qua non è come lì, noi non ricordiamo ma viviamo di emozioni nuove che respiriamo anche attraverso di voi. I ricordi fanno scendere le lacrime e noi non vogliamo le vostre lacrime. Impariamo a vivere assieme in queste condizioni differenti, uniti e forti di quello che siamo. La gioia che provo nel sapere che ti sposi è gioia che deve arrivare al tuo cuore e dev’essere gioia immensa perché è la tua e la mia assieme. Dai un bacio a mamma e papà e digli che sono in grado di guardare su di voi. Dai un bacio a Gaia e regalale rose bianche da parte mia, so che le piacciono. E quando meno te lo aspetti sarò io a spaventarti come facevamo da piccoli, ma questa volta ti assicuro che vincerò io! Vi amo!”

Inquietudine
Gentilissima Sonia, sono Cristina e le scrivo da Trieste. Vorrei mettermi in contatto con mia madre Alba passata nell’altra dimensione un anno fa. La ringrazio infinitamente.

“Mamma ciao, non abbiamo avuto modo di salutarci perché tu te ne sei andata improvvisamente e in silenzio, cosa che faceva parte di te, non disturbare mai e vivere le tue sofferenze senza far mai preoccupare me e papà. Mi chiedo ogni giorno se le cose potevano andare diversamente, se io mi fossi accorta del tuo malessere o se tu avessi chiesto aiuto. Queste domande mi tormentano e non mi danno pace. Dubbi che vivono dentro di me per non aver capito. Tu che ti occupavi di noi e avevi sempre il consiglio buono per tutti. Siamo persi e smarriti, ma voglio pensarti in un mondo migliore dove ti puoi riposare ed occuparti di te. Ti chiedo scusa mamma, credo di essere stata egoista e spero tu mi possa perdonare. Io proseguo con la mia vita e con Luca abbiamo in progetto di sposarci l’anno prossimo, tu ne saresti felice perché hai sempre voluto bene a lui dicendomi che è l’uomo per me. Vorremmo poi coronare questa gioia regalandoti un nipotino o una nipotina al quale io parlerò di te, di tutto il tempo che mi hai dedicato e i pomeriggi interi a giocare con me quando ero piccola. Della fortuna che ho avuto avendoti come madre e della certezza di non averti persa perché tu stai cercando in tutti i modi di farti sentire. Non smettere mai!stammi accanto e stai accanto a papà. Ti amo mamma, la tua Cri.

Sono la mamma e con gioia immensa sono qui a comunicare con te. Devo ringraziare Sonia che ci permette questo e io mi sento facilitata nel poter dire parole perché ho un anima leggera in grado di esprimersi. Sto bene, sto molto bene e vivo questo viaggio in continua evoluzione. Scopro emozioni nuove e panorami per voi inimmaginabili. Un percorso autentico di amore e crescita. La mia missione qua é quella di accogliere nelle cliniche le anime che arrivano stanche e lacerate da malattie che le hanno portate poi a lasciare la vita terrena. Le accolgo e le accompagno facendo con loro un lavoro di luce energia ed armonia. Non potrei stare meglio e tutto quello che faccio mi appartiene, non faccio sforzi o fatiche, ma svolgo tutto in totale leggerezza. Sono con la nonna, che parla spesso di te e anche lei ti segue nel tuo viaggio terreno. Sono fiera e felice di come cammini e della bontà che metti in tutto quello che fai. Luca è un ragazzo fortunato ma anche tu. Mi farò sentire ancora nel modo che tu sai e ti stupirò così potrai sempre regalarmi un sorriso. Prenditi cura di papà e digli di fumare meno perché sta esagerando. Digli che lo amo e che non l’ho lasciato.D oveva andare tutto come è andato. Tutto sempre accade al momento giusto e nulla poteva impedire la mia dipartita. Sii serena e non vivere con sensi di colpa perché c’è un disegno molto più ampio di quello che noi riusciamo a vedere quando siamo sulla terra. Pensa a vivere e ama tutto indistintamente. La mamma.

Molti continuano a scrivere mail o su YouTube per avere il telefono di Sonia: basta guardare il magazine! in fondo, dove c'è scritto da Sonia Benassi, c'è la mail e il numero di telefono è nelle Guide ai medium dell'Emilia.