Quando la musica agisce sul DNA

Quando la musica agisce sul DNA

di Sonia Cecchinato. Una playlist di 10 brani compilata da ricercatori, psicologi, compositori e musicisti della "Spa Music Institute"

Come rileva un interessante studio fatto da alcuni studiosi del Psicology of Music Institute - in collaborazione con la Spa Music Institute - l’ascolto di alcuni brani di musica classica selezionati e sperimentati producono un aumento dell’attività dei geni coinvolti nell’apprendimento e nella memoria ed allo stesso tempo la riduzione dell’attività dei geni implicati nella neuro-degenerazione.

Attraverso l’ascolto di alcuni brani selezionati si attuano incredibili processi neurologici dietro le quinte del cervello. Le ricerche hanno rilevato dunque una vasta gamma di effetti positivi che la musica ha sul cervello: attiva una maggiore creatività ed ottimizza il processo decisionale, aiuta a migliorare la comprensione e contribuisce ad avere sentimenti più positivi.

Una playlist dedicata al benessere
Ricercatori, psicologi, compositori e musicisti della Spa Music Institute, dopo aver approfondito l’effetto di questi brani classici, i quali possiedono nella scrittura compositiva alcuni aspetti altamente benefici, hanno creato una playlist di 10 brani.

Il gruppo di lavoro ha creato DNA 432 Hz Therapeutic Classic Piano vol. 2 in collaborazione con alcuni pianisti internazionali, come Annabelle Blanche, Walther Short, Yuja Zhong, Judit Weber e Rino Capitanata.
L'album dimostra la grande abilità di questi versatili interpreti di comunicare le proprie emozioni, facendo intraprendere all'ascoltatore un intenso viaggio fatto di note scritte dai più importanti compositori classici, come Mozart, Beethoven, Chopin, Schubert, Pachebel, Mendelson, Schumann.

Musiche accordate a 432 Hz
Le musiche di questo CD sono state registrate in surround sul Grand Piano Steinway & Sons ed accordate a 432 Hz, allo scopo di dare un nuovo tipo d’ascolto a questi brani classici, attraverso un’acustica che mantiene intatti i benefici delle note, collocando l'ascoltatore al centro della scena sonora, offrendo quindi la possibilità di un maggior realismo, poiché in natura il suono raggiunge l'ascoltatore da ogni direzione.

Il suono a 432 Hz, come ormai molti sanno, è collegato al chakra del cuore, il chakra del sentimento; diversamente la frequenza a 440 Hz lavora sul chakra del cervello ed il controllo mentale.

La bellezza delle melodie accordate a 432 Hz trasmettono una tranquillità sublime e allo stesso tempo donano un forte senso di benessere.

DNA 432 Hz: Therapeutic Classic Piano - Volume 2 DNA 432 Hz: Therapeutic Classic Piano - Volume 2
Musiche per armonizzare il nostro dna e le nostre cellule
Spa Music Institute

Compralo su il Giardino dei Libri