Yoga Wall: Pilates e yoga in parete

In palestra con una nuova tecnica

Yoga Wall: Pilates e yoga in parete

di Manuela Pompas. Due intraprendenti trainers hanno aperto a Milano una nuova palestra, Pilaflex, dove si pratica un nuovo metodo rivoluzionario, lo Yoga Wall (yoga e Pilates in parete)

Grazie a due intraprendenti trainers, l'italiana Roberta Pedretti e la canadese Silvie Chapdelaine (foto a dx), è nata a Milano una nuova palestra, Pilaflex, uno bello spazio su due piani vicino al parco Solari (che è un piacere attraversare al mattino, iniziando a respirare consapevolmente, percorrendo sentieri bel tenuti con aiuole curate di piante e fiori), che presenta una novità per l’Italia, lo Yoga Wall, una parete in legno attrezzata con cinghie, molle, barre, fasce e varie impugnature.

Pilates, Yoga e Fitness, appesi per aria
«Abbiamo unito le nostre esperienze venticinquennali nel campo del Pilates, dello Yoga e del Fitness», mi hanno spiegato qualche mese fa il giorno dell’inaugurazione, Silvie (che insegna queste tecniche a Montreal) e Roberta. «Lo Yoga Wall è stato ideato negli Stati Uniti e utilizzato in vari modi per lo yoga e il Pilates. L’obiettivo è di portare in Italia una filosofia internazionale del benessere come prevenzione e cura attraverso programmi specifici di esercizi personalizzati. Ogni corso in Pilaflex viene svolto tenendo conto dell’allineamento, del centro di gravità, dell’equilibrio muscolare e del relax della schiena. Gli attrezzi facilitano notevolmente le flessioni vertebrali in avanti, i piegamenti all'indietro e laterali, le torsioni e le inversioni».
Personalmente ho cominciato a praticare la ginnastica in parete con Roberta Pedretti, che studia e pratica yoga da otto anni e ha fatto una lunga formazione con Giselle Seto, insegnante di Yoga e terapista a Montreal, per apprendere e insegnare il programma Pilaflex Yoga wall Flow, una pratica innovativa e divertente, per tutti, senza limiti di età o di preparazione atletica.

Scoprire le potenzialità del corpo, recuperande agilità e flessibilità
In realtà la parete la prima volta incute un po’ di preoccupazione, anche perché sembra di dover praticare esercizi di acrobazia. Riuscirò a fare ginnastica appesa alle cinghie?, ci si domanda. E se cado? Invece le cinghie sostengono il corpo dolcemente e permettono movimenti fluidi, mai provati, torsioni, risalita con i piedi…
«La parete permette posizioni simili a quelle dello yoga e di allungamento miofasciale, praticati per ridare forza e flessibilità al corpo e per la riabilitazione», spiega Roberta. «Non è affatto difficile: alla parete Yoga Wall ci si appende in sicurezza, la sensazione è di essere leggeri e agili, si possono raggiungere le posizioni senza sovraccaricare le articolazioni. Anche le posizioni inverse utili alla circolazione sanguigna possono essere eseguite in assenza di carico per spalle e collo».
Certo, ogni volta che la faccio io, mi chiedo se il mio corpo è in grado di lavorare, se sono capace di eseguire gli esercizi suggeriti. Poi dalla seconda, la terza, la quarta volta, mi fido di più e mi lascio andare. E scopro che il mio corpo acquista una nuova elasticità, la schiena si allunga, sono più diritta. Più sciolta.

Usare il corpo per ascoltarsi come in meditazione
Ma poi, guardando il video dove Roberta esegue gli esercizi, mi accorgo che ho ancora molta strada da fare… Io faccio ginnastica spesso con fatica, esercito il corpo, lavoro sulla muscolatura, sull’allungamento, sul rinforzo dei muscoli. Lei fa yoga, quando usa la parete sembra quasi che danzi, il suo corpo si flette, si rovescia, si muove lentamente: capisco che questa ginnastica può diventare davvero una meditazione in movimento.

Quali sono i benefici di questa tecnica?
«Tanti», risponde Roberta. «I vantaggi immediati sono il rilassamento della tensione muscolare, l'aumento dell'elasticità muscolare e l'ottimizzazione della funzione muscolo-scheletrica globale.Quindi il riallineamento posturale, la trazione spinale, il sollievo delle articolazioni, l'eliminazione delle compressioni dovute alle posizioni in verticale, il rafforzamento del "core", il miglioramento del range articolare, il miglioramento della circolazione sanguigna. Ma c’è di più, l’azione è anche sulla mente: infatti una regolare pratica del Pilaflex Yoga Wall Flow incrementa oltre al rilassamento generale, anche la concentrazione mentale e la consapevolezza».