Con qualche spezia in più

UNA RUBRICA DI RICETTE NATURALI

Con qualche spezia in più

di Paola Borgini. Le spezie, che accompagnano da sempre la storia dell'uomo, non solo insaporiscono i cibi senza appesantire, ma hanno anche proprietà curative

Quando la direttrice di Karmanews mi ha proposto di parlare di spezie, mi sono subita documentata per saperne un po’ di più su pepe e zenzero, coriandolo, anice stellato e così via. Quello che mi ha affascinata è la loro storia. Lo sapevate che già ai tempi dell’antico Egitto c’era un commercio importante di questi prodotti, che arrivavano dall’India?
Come dire che da sempre le spezie accompagnano la storia dell’uomo e persino io, che sono una sostenitrice fedele del cibo sostenibile e locale, credo che le spezie occupino un posto a parte e facciano parte di quel patrimonio dell’umanità di cui tutti quanti devono poterne godere.

Le proprietà delle spezie
Le spezie insaporiscono senza appesantire, scaldano, riequilibrano, disinfiammano, hanno proprietà antisettiche, aiutano a prevenire le malattie e la stessa parola species indica merce di valore che si distingue da quella ordinaria. In questo campo insegna molto bene la medicina Ayurvedica, che usa le varie spezie come veri e propri rimedi farmaceutici.
Ma quali sono le spezie più usate e conosciute nella nostra cucina? Da brava piemontese ricordo bene la noce moscata, che mia madre usava per insaporire agnolotti e purè, o la cannella per le pere cotte nel vino rosso, e naturalmente ogni giorno c’era una spolverata di pepe su carni e verdure… Rispetto alla cucina tradizionale della mia famiglia, io ho arricchito la mia dispensa incominciando ad usare zenzero e coriandolo, senza tralasciare la potente curcuma color dell’oro che con le sue proprietà anti-infiammatorie sta acquistando sempre più popolarità (a proposito la curcuma va sempre usata abbinata al pepe che ne potenzia largamente le sue proprietà).
Ora vediamo alcune tra le spezie più usate e poi vi propongo qualche ricetta che di proposito ho scelto facile e abbastanza veloce, che si adatta alla cucina di ogni giorno, dove le spezie sono l’ingrediente che le rende un po’ speciali.

Le spezie più benefiche
Ma lungo è l’elenco delle spezie benefiche per la nostra salute e utili per i nostri piatti: qualche esempio?
Cannella: antiossidante naturale, antibatterico, stimola la circolazione sanguigna.
Chiodi di garofano: azione digestiva, antisettica, tonificante.
Cumino: ricco di ferro, ha potere riscaldante adatto alla stagione invernale.
Zenzero: azione depurativa, favorisce la digestione e brucia i grassi
Anice stellato: antibiotico naturale
Pepe nero: favorisce la digestione e il metabolismo
Coriandolo: carminativo, antispasmodico e stomachico
Curry: una miscela di spezie che tutti conosciamo e apprezziamo anche se non fa parte della nostra cultura culinaria.

Hummus di carote con coriandolo
Tipo di ricetta:
antipasto
Cucina: vegana
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 25 minuti circa
Difficoltà: facile

Ingredienti
Per 1 ciotola di medie dimensioni
4 grosse carote
1 spicchio d’aglio
1/2 cucchiaino di pepe nero
1 cucchiaino di succo di agave
1 cucchiaino di semi di coriandolo tostati e leggermente pestati
olio di oliva extravergine q.b.
sale rosa dell’Himalaya q.b.
2 cucchiai di tahina
1 cucchiaio di prezzemolo

Preparazione
Accendete il forno a 200°.
Raschiate le carote, lavatele e poi tagliatele a bastoncini.
Mettetele in una ciotola con il succo di agave, il pepe, i semi di coriandolo, il sale rosa e 1 cucchiaio di olio d oliva, l’aglio sbucciato e tagliato a fettine.
Mescolate bene.
Mettete un foglio di carta da forno in una teglia e adagiatevi sopra le carote facendo in modo che non si sovrappongano.
Infornate e cuocete per almeno 20 minuti, le carote devono risultare ben cotte. Quando sono pronte fatele intiepidire e poi frullatele con la tahina, il prezzemolo e olio di oliva extravergine quanto basta per ottenere una crema dalla consistenza liscia. Aggiustate eventualmente di sale e servite con pane di segale.

Crema di patate con cumino
Tipo di ricetta: primo piatto
Cucina: classica
Tempo di preparazione: 15 mn
Tempo di cottura: 20/25 minuti
Difficoltà: facile
Per 4 persone

Ingredienti
4 patate medie
1 carota
1 piccolo porro
1 gambo di sedano
1 foglia di alloro
sale e pepe
1 lt di brodo vegetale
olio di oliva extravergine
1 cucchiaio di cumino tritato

Preparazione
Mondate, sbucciate e lavate tutte le verdure.
Tagliate il porro a rondelle, il sedano e la carota a dadini.
Tagliate a dadini anche le patate.
In una pentola dal fondo spesso mettete 2 cucchiai di olio, lasciate intiepidire e poi aggiungete tutte le verdure e la foglia di alloro lavata. Mescolate bene, salate e se vi piace pepate e poi aggiungete il brodo vegetale.
Fate cuocere a fuoco dolce, leggermente coperto per circa 20/25 minuti.
Trascorso questo tempo, scartate l'alloro e passate la minestra con il frullatore a immersione. Regolate ancora di sale e pepe macinato al momento.
Servite la crema nei piatti singoli aggiungendo 1 pizzico di cumino tritato, un filo di olio extravergine di oliva e guarnite volendo con foglie prezzemolo fresco.

Wok con verdure invernali
Tipo di ricetta
: piatto unico
Cucina: etnica, senza glutine
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti circa
Difficoltà: facile
Per 4 persone

Ingredienti
1 cipollotto di Tropea
1 piccolo porro
2 carote
1 carciofo
1 finocchio
5 cimette di broccolo
4 funghi shiitake o champignon freschi
100 g di gamberetti
150 g di petto di pollo a dadini
2 cm di zenzero
tamari o salsa di soia
100 g di soba noodles
sale
50 ml di brodo di pollo
olio d’oliva extravergine o di sesamo
1 pizzico di peperoncino secco
1 cucchiaio di coriandolo o prezzemolo fresco tritato

Preparazione
Per questo piatto occorre un wok.
Per prima cosa cucinate come da istruzioni sul pacchetto i noodles di soba e lasciateli da parte (in alternativa potete usare anche vermicelli di soia o riso).
Mondate e lavate tutte le verdure.
Tagliate il cipollotto e il porro e rondelle,la carota a striscie longitudinali, le cimette di broccolo e i funghi a fettine sottili così come il carciofo e il finocchio.
Mettete su fuoco vivace il vostro wok con 2 cucchiai di olio, grattugiatevi dentro lo zenzero, aggiungete il peperoncino (se vi piace) e il porro e il cipollotto.
Fate saltare velocemente e poi aggiungete tutte le altre verdure, il pollo a dadini e i gamberetti. Fate saltare mescolando spesso e quando il pollo si è un po’ colorito aggiungete il brodo, fate cuocere per qualche minuto.
Quando il brodo si è asciugato aggiungete i soba noodles, innaffiate con abbondante tamari o salsa di soia e aggiungete ancora un po’ di olio. Servite con coriandolo o prezzemolo fresco tritati finemente.

Frutta in crema alla vaniglia
Tipo di ricetta
: dessert
Cucina: vegetariana, senza glutine
Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 8 minuti
Tempo di raffreddamento: 2 ore
Difficoltà: facile
Per 4 persone

Ingredienti
250 ml di latte di cocco (o altro latte come mandorla, riso...)
1 pizzico di sale
1 baccello di vaniglia
1 cucchiaio di amido di mais
1 cucchiaio di miele
1 mela e 1 pera (o altra frutta di stagione)
1 tazza di lamponi freschi
1 cucchiaio di zucchero di canna

Preparazione
Lavate la mela e la pera, sbucciatele e tagliatele e pezzetti.
Mettetele in una casseruola, aggiungete qualche cucchiaio di acqua e il cucchiaio di miele. Appena comincia a scaldarsi aggiungete i lamponi.
Fate cuocere per qualche minuto e poi spegnete e lasciate da parte.
Ora preparate la crema mettendo su fuoco basso un pentolino con il latte, tagliate a metà il baccello di vaniglia e con l’aiuto di un coltello estraete i semini che metterete nel latte.
Portate a bollore mescolando con un cucchiaio di legno.
Nel frattempo stemperate in un’altra casseruola l’amido di mais con lo zucchero e due cucchiai di acqua fredda. Versate il latte sul composto mescolando bene e portate nuovamente il tutto a bollore per 2 minuti. Preparate delle ciotoline e mettete sul fondo la frutta versandovi poi lentamente sopra la crema.
Lasciate raffreddare per qualche ora e poi servite guarnendo con foglioline di menta e altri lamponi.

Tisana di zenzero
Tipo di ricetta: tisana, bevanda
Cucina: vegana, senza glutine
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti
Difficoltà: facile
Per 2 persone

Ingredienti
2 o 3 fettine di zenzero fresco
1 tazza d’acqua (250 ml)
1 spicchio di limone o scorza di limone

Preparazione
In un pentolino versate l’acqua e aggiungete due o tre fettine di zenzero e uno spicchio di limone. Potete anche spremere un po’ di succo di limone. Portate ad ebollizione e lasciate sobbollire per 10 minuti.
Poi togliete dal fuoco, filtrate il decotto, versatelo in una tazza e dolcificatelo a piacere. La quantità di zenzero da usare dipende da quanto volete sia intenso il gusto della vostra tisana. Aggiungete succo di limone, miele o un altro dolcificante naturale a piacere.

Per saperne di più:
Vedi anche: Elogio delle spezie