Incontro con i Lama Tibetani

Libro di Corrado Chiariucci + CD, con i mantra registrati in monasteri in Tibet

Incontro con i Lama Tibetani

di Sonia Cecchinato. Intervista esclusiva con Corrado Chiarucci, autore di un libro che riporta le esperienze dei suoi viaggi in Oriente, in luoghi accessibili solo a pochi

Incontriamo a Verona - a una conferenza stampa gremita di persone - Corrado Chiarucci, autore del libro Incontro con i Lama Tibetani, in cui racconta i suoi affascinanti viaggi in luoghi carichi di spiritualità, dal Ladakh al Tibet, all'India e al Myanmar, in cui è entrato in luoghi accessibili solo a pochi, descrivendone la magia ed il mistero e intervistandone i Lama.
Il libro è impreziosito dal CD allegato, Love compassion (edizioni CapitanArt Records), dove vengono riportati suoni ed antichi mantra di guarigione, scelti da Lama Thupten e registrati in alcuni monasteri tibetani ricchi di atmosfere secolari, pregni di spiritualità. I mantra sono la più elevata espressione del pensiero umano e con la loro positività producono effetti terapeutici a chi li ascolta: in essi le voci del Lama Thupten e di Sonia Deva So Ham si fondono in un'armonia di energia maschile e femminile, esaltate dalla musica del maestro Capitanata.

Il fascino delle culture orientali
Corrado Chiarucci è un personaggio interessante, da molti anni appassionato alle culture orientali, che ha viaggiato molto, visitando Nepal, India, Myanmar, Tibet, Cina, incontrando Maestri e Rinpoche Tibetani. 
Per decenni top manager di una delle più prestigiose ed amate aziende di marca italiane, si può dedicare ora, nella sua maturità, ai suoi studi di Medicina Tibetana e Astrologia Tibetana, che gli consentono la visione in un approccio olistico del rapporto corpo-mente e l’influenza e gli effetti degli stati di coscienza ed emozionali sul corpo fisico. Pratica il Reiki secondo l’antico metodo Tibetano, è specializzato in indicazioni per un’alimentazione corretta secondo l’individuazione della costituzione come insegna la Medicina Tibetana. Tiene corsi di Yoga Tibetano Kum Nye, seminari su argomenti connessi con la cultura buddista e la Medicina Tibetana. Opera esclusivamente per un’Associazione culturale no profit.

Corrado Chiarucci, appassionato di filosofia e medicina tibetana.

«Ho avuto in anteprima il tuo libro, che trovo molto interessante», gli dico. «Puoi raccontarci qualcosa di te e di come è nato questo progetto?».
Risposta. A me sembra l’ottimo risultato del lavoro di un team - Lama Thupten, Sonia Deva So Ham, il maestro Capitanata ed io - che si è elettrizzato attorno ad un progetto originale. Ed è stata proprio questa sua specificità a sostenerci gioiosamente fino alla sua realizzazione.
Domanda. Qual è stato il punto di partenza, la molla che ha messo in movimento l’idea?
R. In questi anni io e Sonia Deva So Ham abbiamo viaggiato molto, in Europa, Asia, Americhe, ma non c’è dubbio che le culture orientali sono state quelle in grado di esercitare su di noi un richiamo ed un fascino senza eguali. E mentre entravamo in nuove terre, nuove per noi, sentivamo quasi l’urgenza di fare presto, di non perdere la conoscenza di quelle radici che il dilagare dell’hamburger e della Coca Cola sta cancellando nel cuore e nelle menti, sostituendo alle tradizioni il desiderio dei consumi e delle modernità.
D. Lo dici proprio tu che nella vita lavorativa hai operato in aziende di largo consumo!
R. È vero, mi ritengo fortunato per avere avuto la possibilità di ricoprire ruoli dirigenziali in aziende della distribuzione e di produzione di marca molto note, in particolare in un’azienda tra le più conosciute ed amate dai consumatori. Ma credo che una visione larga degli orizzonti alimentata proprio per dare anima allo sviluppo aziendale abbia senza dubbio contribuito a coltivare in me il desiderio di spaziare nelle culture così lontane dalle nostre. Sonia Deva da anni ancora prima di me era interessata all’Oriente, ne era una studiosa e anche praticante di terapie olistiche.

I segreti dei monasteri tibetani
Uno dei posti che ha conquistato uno spazio particolare nel nostro cuore è il Ladakh, conosciuto come Piccolo Tibet, la propaggine di India che morfologicamente e culturalmente è Tibet. Tra i tanti viaggi questo è stato l’ispiratore della realizzazione di Love Compassion. Qui, in un antico monastero, Sonia Deva ha recitato il mantra della Tara con un Lama; mentre in Italia abbiamo ricevuto l’iniziazione della Green Tara da un Geshe Rinpoche vicino al Dalai Lama e qui è germogliato il pensiero di chiamare Centro Tara Verona il nostro piccolo centro, dove abbiamo deciso di condividere con altri le nostre esperienze trasformandole in un percorso di consapevolezza e crescita interiore. E poi è stato con il Maestro Capitanata che l’idea ha preso forma e cresciuta.
D. Quando vi siete avete conosciuti?
R. Per anni la mattina ci siamo svegliati con le sue musiche, dato che Sonia Deva comprava i suoi dischi; ma non lo conoscevamo personalmente. Quando le nostre strade si incrociarono abbiamo conosciuto anche la sua parte umana e apprezzato la sua anima al pari della sua musica. Da allora è iniziata un’intesa che ha originato anni dopo concerti e l’uscita di un disco, L.I.T.E, Life Inspiration Therapy Energy, di Capitanata e Sonia Deva. Siamo molto grati di aver incontrato questo artista, che da anni è un punto di riferimento per quelle persone che in ogni parte del mondo ascoltano la sua musica.
D. E Love  Compassion?
R. L’idea era raccontare viaggi e incontri con la spiritualità e dare ad essi un tessuto sonoro reale, vero, non frutto di tecnica e capacità canore, ma la recitazione di mantra così come vengono intonati nei monasteri insieme alla più bella musica capace di accompagnarti in un momento di meditazione puro. Condividere attraverso questo Libro-CD un’esperienza il più vicino possibile a quella reale.

Sonorità che rispettano la sacralità dei mantra

Lama Thupten, Capitanata, Sonia Deva e Chiarucci.

D. Siete pienamente soddisfatti di quanto avete realizzato?
R. Stai chiedendo all’oste se il vino è buono, ma l’oste una volta tanto è sincero e ti dirà la verità.  In ogni suo lavoro Capitanata è sempre una garanzia e dà sempre il massimo. Ricordo gli occhi di Capitanata fissi su Lama Thupten e Sonia Deva durante la recitazione dei mantra e il suo respiro fondersi con il loro. Solo così, con l’emergere di queste emozioni si possono raggiungere questi risultati. Lama Thupten ha un timbro di voce che è naturalmente potente e melodico, il filo della sua vita di monaco tibetano, vero, puro, senza scuola di canto, solo scuola di vita. Fin dal primo momento Capitanata ha deciso di creare delle sonorità che rispettassero la sacralità dei mantra e dei riverberi secolari di questi antichi monasteri dove sono stati registrati creando con leggerezza e rispetto un’atmosfera profonda che invita all’ascoltatore ad avere dei momenti di raccoglimento che nutrono l’anima. Fondere queste sonorità e la voce maschile di Lama Thupten con quella  femminile ed occidentale di Sonia Deva è stato il sigillo che ha rivestito di vibrazione sonora il racconto del libro.
D. Quali mantra sono stati recitati?
R. I Mantra che Lama Thupten ha scelto per il CD sono una forma di guarigione che risale all’antichità e che proviene dalle antiche tradizioni mediche e spirituali Tibetane.

Quando la medicina si fonde con la filosofia

Sesto S. Giovanni (Mi). Una lezione al Newyuthok Institute of Tibetan Medicine.

Siamo alle soglie del 2018, anno nel quale io e Sonia Deva termineremo il nostro ciclo quadriennale di studi di Medicina Tibetana. Ma al Newyuthok Institute of Tibetan Medicine gli studi non finiscono mai e quindi inizieremo un ciclo biennale di specializzazione. La Medicina Tibetana, così fortemente intrecciata alla filosofia buddista, ti insegna che corpo, mente, emozioni rappresentano un unicum integrato ed interrelato e quanto i mantra, recitati nella loro lingua originale, emanino vibrazioni con influssi positivi sul corpo fisico.
Oggi la fisica quantistica spiega che l'universo non è costituito solo di materia, ma anche di energia; la materia è l'aspetto dell'energia più percepibile dai sensi. Un nuovo ramo della scienza medica, l’epigenetica, sostiene quello che i Tibetani hanno sempre sostenuto da migliaia di anni, cioè che il nostro DNA funziona come un'antenna che emette e riceve frequenze. I circa 1000 miliardi di cellule del nostro corpo non solo comunicano fra loro, ma allo stesso tempo scambiano continuamente informazioni con il mondo esterno. Ciò è stato comprovato anche a livello scientifico: infatti, si è scoperto che le nostre emozioni ed i nostri sentimenti, influenzano il DNA, che a sua volta influenza gli atomi e le molecole di quello che ci circonda. L'ascolto di questi antichi mantra genera emozioni che danno risposte chimiche positive al nostro DNA e alle nostre cellule.
Grazie all’ascolto di questi mantra, Campane Tibetane, musica e suoni armonici, è possibile ristabilire le giuste frequenze nel nostro essere. Il corpo abbandona le tensioni muscolari, facendo fluire l’energia che ristagna nella muscolatura contratta, liberando eventuali blocchi energetici. La mente si distende, producendo onde alfa e theta, e lo spirito, grazie al rilassamento di mente e corpo, può attingere alla conoscenza silenziosa insita in ognuno di noi.
Sono mantra profondamente efficaci, accessibili a tutti, con suoni di guarigione e musiche che ci guidano verso la nostra interiorità, agiscono come un massaggio sonoro e producono un effetto positivo sull’intero metabolismo cellulare.

Per saperne di più:
Video sul libro e i viaggi di Chiarucci: https://www.youtube.com/watch?v=41wEdTCtKoY
Il sito di Corrado Chiarucci: https://www.facebook.com/corrado.chiarucci
Il sito di Rino Capitanata: www.capitanart.it