Un menu dedicato alle donne

di Paola Borgini. Ricette semplici e naturali, che avevamo ideato per la festa della mamma. Essendo appena passata, le dedichiamo a tutte le donne che hanno voglia di festeggiare una serata insieme a tavola

In questo mese si è celebrata la festa della mamma. Vi propongo per questa occasione alcune ricette semplici, basate su ingredienti naturali, senza glutine né ingredienti animali, che sono sicura saranno gradite non solo alle mamme, ma anche alle amiche e in genere a tutte le donne. Eccovi quindi un’antipasto vegano che attinge da tradizioni dal sapore un po’ esotico, che può essere anche un secondo piatto se lo arricchite con verdure arrostite, una deliziosa minestra a cottura lenta con di verdure di stagione e due proposte della cheese-cake con fragole rivisitata anche qui in versione vegana. Semplicemente delizioso!

Menù
Falafel con deep di avocado
Minestra come un risotto
Cheese-cake versione vegana
Cheese-cake versione vegetariana


Falafel con deep di avocado
Tipo di ricetta: antipasto

Cucina: vegana, senza glutine
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 18/20 minuti
Difficoltà: facile
Per 10 falafel

Ingredienti
Per i falafel
150 g di piselli
150 gr di ceci cotti
1 scalogno
2 cucchiai di farina di grano saraceno o altra farina senza glutine
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di succo di limone
sale
olio di oliva extravergine

Per il deep
1 avocado
il succo di 1 limone
1 cucchiaio di prezzemolo o coriandolo tritati
un po’ di olio di oliva extravergine
1 pizzico di paprika

Preparazione
I falafel sono delle polpettine tipiche della tradizione araba a base di ceci crudi.

Ve ne propongo una versione più leggera senza aglio a arricchita di piselli.
Per il deep frullate l’avocado privato della buccia con olio, succo di limone, sale, paprica e erbe tritate fino a che non ottenete una cremina omogenea.
Per i falafel accendete il forno a 200°.
Mettete in un robot da cucina i ceci, i piselli (vanno bene sia freschi crudi che congelati), il prezzemolo, il sale il succo di limone, l cumino, la farina e il lievito. Azionate il robot fino a che non otterrete una purea. Con l’aiuto delle mani leggermente inumidite formate circa 10 falafel che ungerete ognuno con olio di oliva.
Sistemateli su una placca rivestita con carta da forno e cuoceteli per circa 18/20 minuti rigirandoli a metà cottura.

Minestra come un risotto
Tipo di ricetta:
zuppa

Cucina: vegana, senza glutine
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 20 minuti
Difficoltà: facile
Per 4 persone

Ingredienti
500 ml di brodo vegetale già pronto (non da dado)

1 cipolla piccola
1 pezzo di zucca o 2 carote
1 costa di sedano
6 o 7 asparagi
3 patate novelle (quelle che si mangiano con la buccia)
1 zucchino
1 tazza di pisellini freschi
basilico fresco
sale integrale
olio di oliva extravergine

Preparazione
Per prima cosa portate il brodo a leggera ebollizione (per prepararlo usate 1 cipolla, 1 carota, 1 costa di sedano, 3 o 4 bucce di piselli e altra verdura che avete a disposizione).

Mondate e lavate tutti gli ingredienti tranne i piselli. Poi tagliateli a tocchetti molto piccoli (i piselli basta sgusciarli e sciacquarli).
In una pentola di rame come quelle che si usano per il risotto mettete 1 cucchiaio di olio e fate scaldare leggermente. Aggiungete tutti gli ingredienti, salate e mescolate bene.
Dopo 1 minuto cominciate ad aggiungere a poco a poco il brodo come se faceste un risotto.
Continuate fino a quando le verdure non sono tenere (zucca e patate sono quelli che impiegano più tempo). Mantecate con olio di oliva extravergine e poi aggiungete un trito di foglie di basilico.

Due versioni per il cheese-cake
Versione vegana
Tipo di ricetta: dolce

Cucina: vegana, senza glutine
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di ammollo: 3 ore
Tempo di riposo: 10 minuti per la base più 30 minuti
Difficoltà: elaborata
Per 1 stampo da 20 cm

Ingredienti
Per la base

1 tazza di mandorle
1 tazza di noci pecan
1 cucchiaio di olio di cocco
10 datteri freschi
1 pizzico di sale

Per la farcitura
300 g di anacardi

2 cucchiai di sciroppo d’agave
1 cucchiaino di pasta di vaniglia

Per la copertura
1 cestino di fragole

1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di sciroppo d’agave

Preparazione
Per prima cosa mettete a bagno gli anacardi in abbondante acqua e lasciateli in ammollo per almeno 3 ore. Per preparare la base, frullate – fino a quando non avete ottenuto una pasta dalla consistenza leggermente appiccicosa – noci e mandorle con il burro di cocco, il sale e i datteri privati del nocciolo.

Foderate il fondo con carta da forno di uno stampo dal bordo removibile e aiutandovi con le mani disponete la base appiattendola bene e rendendola liscia e uniforme.
Mettete in congelatore per almeno 10 minuti.
Durante questo tempo per prima cosa lavate e asciugate le fragole, lasciatene qualcuna intera per decorare la torta e le rimanenti tagliatele a pezzetti e conditele con il succo di limone e lo sciroppo d’agave. Mescolate bene e tenete da parte.
Preparate la farcitura frullando gli anacardi risciacquati dall’acqua di immersione con lo sciroppo d’agave e la vaniglia. Frullate fino a quando non ottenete una crema il più possibile setosa. Assaggiate eventualmente se occorre altro dolcificante.
Con l’aiuto di una piccola spatola disponete la crema di anacardi sulla base cercando di livellarla e lisciarla il più possibile. Lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Trascorso questo tempo mettete le fragile sulla sueprficie e decorate con quelle rimaste intere. Aggiungete qualche ciuffo di mente e fiore fresco se ne avete a disposizione.

Versione vegetariana in barattolo
Tipo di ricetta
: dolce

Cucina: vegetariana, senza glutine
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di riposo: 10 minuti per la base più 1 ora per la crema
Difficoltà: media
Per 4 persone

Ingredienti
Per la base
1 tazza di mandorle

1 tazza di noci pecan
1 cucchiaio di olio di cocco
10 datteri freschi
1 pizzico di sale

Per la crema
200 g di ricotta di pecora

2 cucchiai di sciroppo d’agave o miele
il succo e la rapatura di 1 limone
1 goccia di olio essenziale di limone

Per la copertura
1 cestino di fragole

1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di sciroppo d’agave

Preparazione
Per preparare la base, frullate noci e mandorle con il burro di cocco, il sale e i datteri privati del nocciolo. Frullate fino a quando non avete ottenuto una pasta dalla consistenza leggermente appiccicosa. Foderate il fondo con carta da forno di uno stampo dal bordo removibile e aiutandovi con le mani disponete la base appiattendola bene e rendendola liscia e uniforme.

Mettete in congelatore per almeno 10 minuti.
Durante questo tempo per prima cosa lavate e asciugate le fragole, lasciatene qualcuna intere per decorare la torta e le rimanete tagliatele a pezzetti e conditele con il succo di limone e lo sciroppo d’agave. Mescolate bene e tenete da parte.
Preparate la crema di ricotta. Lavoratela bene con un cucchiaio di legno fino a che non è liscia e vellutata (potete anche setacciarla), poi aggiungete il succo di mezzo limone, la rapatura e lo sciroppo d’agave nel quale avete aggiunto 1 goccia di olioe ssenziale di limone. Mescolate bene.
Con l’aiuto di sache a poche o di un cucchiaio disponete un primo strato sottile di crema di ricotta e limone sulla base, poi disponete le fragole, un’altro strato di crema e finite con le fragole. Lasciate riposare per almeno 1 ora in frigorifero prima di servire.
Guarnite poi con qualche ciuffo di menta e fiore fresco.

Paola Borgini
Webdesigner, scrittrice e floriterapeuta, con un amore speciale per il cibo. Come operatrice energetica è la creatrice della tecnica vibrazionale "Essenza Quantica Evolutiva". Nel 2013 ha creato una collezione di essenze floreali vibrazionali "Cuore della Madre Terra", alcune delle quali realizzate appositamente per alimenti. Vive in Brianza, dove insegna e continua la sua ricerca nel campo delle essenze floreali vibrazionali e della cucina con la natura. Sito: www.paolaborgini.it