Paolo Poli: “Aquiloni”

Regia
: Paolo Poli.
Con: Paolo Poli e i “boys” Fabrizio Casagrande, Daniele Corsetti, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco.
Al teatro Elfo di Milano fino al 23 febbraio

Dopo aver visitato con la sua verve pungente altri autori, come ad esempio Gozzano, Fogazzaro, Palazzeschi, Paoli Poli ha dedicato questo spettacolo – già portato in scena nel 2012 – a Giovanni Pascoli e a un mondo rurale che abbiamo forse dimenticato.  Aquiloni549Aquiloni prende in prestito il titolo da una poesia del grande poeta romagnolo, il primo, racconta, che ha studiato da bambino. Poli declama, recita e talvolta reinterpreta le poesie con passione e talvolta con la sua solita malizia, con l’aiuto dei suoi quattro boys, che all’occasione cantano e ballano anche en travesti. Uno spettacolo che unisce un’abilità sempre sorprendente di unire cultura, verve (un po’ meno caustica e pungente di quanto ricordavo, ma sempre acuta e intelligente), spettacolo, in un’atmosfera spesso allegra e scanzonata e ogni tanto malinconica (la morte compare in sordina, citata più volte). Poli si riconferma ancora, con i suoi 84 anni incredibilmente freschi e vivaci, un grande interprete della rivista. Il repertorio canoro è stato scelto tra pezzi famosi, che lui canta ammiccando in tutte le lingue, come ad esempio La Paloma in spagnolo o la Vedova allegra in tedesco. Mi ha colpito tra l’altro l’accostamento di “Addio Lugano bella” con “Tripoli, bel suol d’amore”, presentato quest’ultimo insieme a una gAquiloni495rande bottiglia di olio di ricino, quasi a sottolineare che la canzone non è dovuta certo a nostalgia. Interessante anche la scenografia, con grandi pannelli che cambiano di quadro in quadro, dipinti da Emanuele Luzzati. Grandi lunghi applausi e bis… programmati, e in finale, “dopo tanta prosa”, dice, una poesia di Manzoni, che invece è ancora di Pascoli.

Giornalista, scrittrice, ipnologa, è considerata un'importante divulgatrice nel campo della medicina olistica, la ricerca psichica, la psicoterapia transpersonale. Ha scritto numerosi libri su questi argomenti e la sua ricerca cardine riguarda la reincarnazione attraverso l'ipnosi regressiva. Spesso ospite nei convegni come relatrice sulle tematiche che riguardano la sopravvivenza, è stata spesso in radio e in Tv e ha condotto anche trasmissioni in una Tv privata. Mailto: manuela.pompas@gmail.com