La Medicina dell’invisibile

Un libro sulla Medicina quantica

La Medicina dell’invisibile

Nessa Laniado, terapeuta, saggista e ricercatrice, da anni impegnata nello studio delle forme di diagnosi e terapia più avanzata, indaga sul potente legame tra emozioni e cervello: un’unità indivisibile di corpo e mente che la Medicina del Terzo Millennio dovrà sempre più prendere in considerazione alla luce delle più recenti scoperte scientifiche che stanno cambiando il nostro modo di concepire la malattia e la salute

NessiaA noi tutti è capitato almeno una volta nella vita di chiederci, in occasione di una malattia più o meno grave, perché è successo proprio a noi e in un determinato momento e soprattutto, perché una malattia e non un’altra. Sono gli interrogativi che pone Nessia Laniado, terapeuta, saggista e ricercatrice, da anni impegnata nello studio delle forme di diagnosi e terapia più avanzata fra Italia, Usa, Russia, Ungheria e Israele. Nel suo ultimo libro, Medicina dell’Invisibile, l’autrice indaga il processo che porta allo squilibrio, di conseguenza alla malattia, e svela il potente legame tra emozioni e cervello: un’unità indivisibile di corpo e mente che la Medicina del Terzo Millennio dovrà sempre più prendere in considerazione alla luce delle più recenti scoperte scientifiche che stanno cambiando il nostro modo di concepire la malattia e la salute. In breve, la Medicina dell’Invisibile non è altro che la medicina vista dal punto di vista della fisica quantistica che si occupa di ciò che non si vede, ossia delle frequenze che entrano in risonanza con ogni cellula del nostro corpo. Ed è proprio qui, nell’infinitamente piccolo, che sta il segreto della guarigione.

Scoprire le cause della malattia
Nel suo libro, ricchissimo di dati, spunti, aneddoti e informazioni, l’autrice si rivolge dunque a tutti coloro interessati alle nuove frontiere della medicina. Spiega: «Si tratta di uno strumento per pazienti, terapeuti e lettori curiosi che dopo aver molto tribolato, cercano l’origine del proprio malessere per poter lavorare, come diceva Feuerstein, sull’origine del disturbo e non sul sintomo. Oggi, grazie a scoperte innovative nel campo della fisica quantistica e della neurobiologia, non solo conosciamo dove e come ci si ammala, ma siamo in grado di vedere anche perché. Possiamo vedere, per esempio, l’impatto che hanno sulla nostra salute non solo molecole chimiche, ma anche emozioni, pensieri, sentimenti, credenze, suoni, parole e tutto ciò che è energia, ovvero frequenze specifiche che si possono misurare».

Feuerstein

Lo psicopedagogista Reuven Feuerstein (1921-2014).

L’incontro con Reuven Feuerstein, psicopedagogista ed educatore israeliano, nato in Romania nel 1921 e scomparso nel 2014, è stato per Nessia Laniado come una folgorazione: «Mi colpì profondamente il suo lavoro educativo con ragazzi handicappati ma anche con bambini e adulti in generale. Mi affascinavano le sue tesi sul cervello umano in grado di essere modificato se opportunamente stimolato; e che un individuo possa cambiare e incrementare la propria intelligenza e il proprio benessere a tutte le età. Feuerstein mi suggerì di andare in Israele per approfondire i miei studi sulle sue teorie. Il suo straordinario metodo mi aveva conquistata».
Quello di Feuerstein è di fatto un messaggio potentissimo e più che mai attuale in un’epoca complessa e difficile come quella che stiamo attraversando: la possibilità che ognuno di noi, fino alla fine della sua vita, possa cambiare positivamente il funzionamento del suo cervello e quindi del suo pensiero, lascia qualche speranza a molti mali che affliggono il mondo: è grazie all’evoluzione e alla consapevolezza del singolo che l’intera società può trarre beneficio.

Il linguaggio segreto del nostro corpo
Spaziando dalle più geniali intuizioni dei premi Nobel alle folgoranti sentenze di pensatori chassidici, Laniado accompagna il lettore in un viaggio inedito e affascinante. Scopriamo così i complessi meccanismi chimico-fisici che regolano il nostro equilibrio psicofisico, il linguaggio segreto delle cellule, le vibrazioni dei colori, ma anche quelle di suoni, parole, cibo, materiali che usiamo, l’aria che respiriamo, tutto ciò che esiste, persino il nostro corpo e ogni organo o gruppo di cellule… Tutto è composto da particelle atomiche che vibrano e inviano segnali elettromagnetici che oggi si misurano con precisione. Ciascuna cellula emette segnali specifici, propri e caratteristici, come ogni persona possiede una voce particolare, un suo accento e parla una sua lingua.
coverOsserva l’autrice: «Ho scritto questo libro perché credo sia importante conoscere. Per godere della libertà di scegliere la strada da seguire nel momento in cui noi e i nostri cari dovessimo confrontarci con la malattia. La medicina moderna s’interessa degli organi, la psicologia della psiche, la medicina olistica di corpo e psiche, ma nessuno, fino a trent’anni fa, aveva potuto prendere in considerazione ciò che succede nel nostro cervello, il regista che dirige tutto, quei 176mila chilometri di fasci di fibre nervose stipate tra encefalo e midollo spinale che mettono in connessione centinaia di miliardi di neuroni. Oggi possiamo vedere questi neuroni in movimento e scoprire che ogni organo, ogni sintomo, ogni nostro comportamento è collegato con zone specifiche del cervello che si “accendono” di fronte a uno stimolo specifico e solo di fronte a quello… È come aprire una porta con una chiave (una molecola) o con un telecomando (una frequenza). Ciò significa che possiamo “informare” le cellule del nostro corpo con nuove frequenze che portano alla rottura dell’equilibrio distorto che ha generato malattia e depressione; oppure con frequenze che portano alla rigenerazione, alla salute e alla vitalità. È quella che oggi viene chiamata medicina informativa, o medicina quantistica, una medicina che si occupa dell’infinitamente piccolo». Con buone possibilità di guarigione che solo poco tempo fa mai avremmo potuto immaginare.

Per saperne di più:
Per acquistare Medicina invisibile vedi: www.ilmiolibro.it