Ricevere all’aperto

Penso che non ci sia nulla di più bello di un pranzo all’aperto con le persone che amiamo ed apprezziamo. Siamo alla metà dell’anno ed è appena arrivata l’estate, i miei pensieri sono tutti per cene sul terrazzo, pic-nic in spiaggia o sotto la confortante ombra di un grande albero. In ogni caso la parola d’ordine è niente stress, che significa non lasciarsi prendere da mania di grandezza e usare i doni così generosi della Natura in questo periodo per cucinare velocemente ma con successo. Qualche idea?

tavola.aperto2

Menu

Zuppetta di gamberi e zucchini
Arancini semplici al forno
Ratatouille di verdure
Tiramisù ai lamponi

Tè freddo all’erba cedrina o fiori di peonia

 

Zuppetta di gamberi e zucchini
Tipo di ricetta:
zuppa
Cucina: classica, senza glutine
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti
Difficoltà: facile
Per 4 persone

Ingredienti
Per la zuppa
*gamberi
8 zucchini piccoli
2 carote medie
1 cipolla di Tropea
20 gamberi crudi sgusciati
olio di oliva extravergine
sale

Per il brodo
brodo.zuppetta1 cipolla
1 rametto di timo
1 carota
2 o 3 grani di pepe
6 teste di gambero
1 fettina di limone
acqua

Per la salsa
*prezzemolo
*peperoncinoun mazzetto di prezzemolo
1 cucchiaio di rapatura di limone
pepe appena macinato
1 piccolo peperoncino
olio di oliva extravergine

Preparazione
zuppetta
Per prima cosa pulite i gamberi privandoli del loro carapace e del filetto interno nero e tenendo da parte alcune teste. Preparate il brodo con le teste, la cipolla sbucciata e tagliate a fette grosse 1 fettina di limone, 1 rametto di timo e la carota sbucciata e tagliata a tocchetti. Aggiungete anche qualche granello di pepe e aggiungete almeno ml 5oo di acqua. Portate ad ebollizione e poi fate sobbollire dolcemente per almeno 15 mn.
Nel frattempo preparate zucchini, carote e cipolla rossa, sbucciandoli, lavandoli e poi tagliandoli a tocchetti regolari.
Mettete una pentola dal fondo spesso su fuoco dolce con 2 cucchiai di olio, aggiungete la verdura tagliata, salate e fate insaporire per qualche minuto mescolando. Aggiungete poi il brodo filtrandolo con l’aiuto di un colino, portate a bollore e fate cuocere per 6 o 7 minuti. A questo punto aggiungete i gamberi, la maggior parte tagliati a metà e 7 o 8 interi.
Fate cuocere ancora per circa 5 minuti e poi servite un po’ brodoso con un battuto di prezzemolo, rapatura di limone e se vi piace peperoncino.

Arancini semplici al forno
Tipo di ricetta:
primo piatto o stuzzichino
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di riposo: 30 minuti
Tempo di cottura: 18 minuti per il risotto + 25 minuti in forno
Difficoltà: elaborata
Per 4 persone

Ingredienti
uova.sbattute
3 cucchiai di olio di oliva
1 cipolla bianca tritata finemente
250 g di riso Arborio
1 bustina di zafferano o 1⁄2 cucchiaino di pistilli
380 ml circa di brodo vegetale
25 g di burro
Mozzarella50 g di parmigiano grattugiato
3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
sale e pepe
3 uova leggermente sbattute
60 g di farina
100 g di pangrattato
60 g di mozzarella tagliata a dadini

Preparazione
arancini.grande
Per prima cosa preparate il risotto. Fate imbiondire la cipolla nell’olio: deve risultare morbida e lucida ma senza prendere colore. Unite il riso e lo zafferano e mescolate bene per qualche minuto a fiamma media. Portate a leggero bollore il brodo e incominciate ad aggiungerlo con un mestolo, continuando fino a cot-tura del riso (15-18 minuti). Mantecate con il burro, il parmigiano e il prezzemolo.
Lasciate riposare il risotto per circa mezz’ora in frigorifero o anche per tutta una notte. A questo punto cominciate a preparare gli arancini.
Riscaldate il forno a 200 °C. Disponete le uova sbattute, la farina e il pangrattato in tre piatti distinti. Con le mani inumidite fate delle palline di riso mettendo al centro qualche pezzetto di mozzarella. Chiudete bene e passate prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel pangrattato. Su una teglia da forno unta di olio disponete gli arancini che avrete unto a loro volta con un pennello intinto nell’olio di oliva.
Cuocete per circa 25 minuti, rigirandoli due o tre volte.

Note: Gli arancini sono una preparazione tipica della cucina siciliana. Prevedono il ragù e i piselli come farcitura e vengono fritti in olio caldo. Questa è una versione più leggera e vegetariana ma non per questo meno appetitosa.

Ratatouille
Tipo di ricetta:
secondo
Cucina: vegetariana, vegana, senza glutine
Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di riposo dei pomodori: 5 minutii
Tempo di cottura: 25 minuti
Difficoltà: facile
Per 4/6 persone

Ingredienti
verdure.miste3 pomodori
1 melanzana
2 zucchine
1 peperone rosso
1 peperone verde
2 cipolle bianche
1 spicchio d’aglio, sbucciato e schiacciato
2 o 3 rametti di timo
1 ciuffo di basilico
olio d’oliva
sale e pepe nero

Preparazione
ratatouille2Portate una pentola di acqua salata a ebollizione. Aggiungete i pomodori e lasciateli cuocere per 2 minuti o fino a quando la pelle inizia a incrinarsi. Scolate, aspettate che si intiepidiscano e poi togliete buccia e semi.
Mondate e lavate tutte le altre verdure e tagliatele tutte le verdure a tocchetti. Tenete ogni verdura in ciotole separate.
Scaldate qualche cucchiaio di olio d’oliva in una padella larga. Soffriggete separatamente le verdure, che devono rimanere leggermente croccanti una alla volta nel seguente ordine: cipolle, peperoni, melanzane, zucchine, pomodori con l’aglio e il timo. Condite con sale e pepe. Infine, mescolate tutti gli ingredienti insieme nella padella, mescolate bene. Regolate di sale, aggiungete il basilico lavato e sminizzuato e ancora un filo d’olio. Coprite con un coperchio e lasciate da parte fino al momento di servire.

Tiramisu ai lamponi
Tipo di ricetta:
dolce
Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 5 minuti
Tempo di raffreddamento: 2 ore
Difficoltà: media
Per 6 persone

Ingredienti
lamponiper la salsa di lamponi
340 g di lamponi
3 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaio di succo di limone biologico
1 cucchiaio di amido di mais
per la crema di mascarpone
250 g di mascarpone
2 uova
4 cucchiai di zucchero di canna
10 savoiardi
semi di vaniglia (facoltativo)

per guarnire
30 g di pistacchi non salati oppure di filetti di mandorle
una decina di lamponi interi

Preparazione
tiramisu
In un pentolino scaldate 200 g di lamponi con lo zucchero. Portate a leggero bollore e schiacciate la frutta con la forchetta in modo che si ammorbidisca. Aggiungete l’amido di mais e mescolate per almeno 1 minuto in modo che si amalgami. Togliete dal fuoco e unite il succo di limone.
Quando la salsa si è raffreddata versatevi i lamponi rimanenti.
Preparate la crema di mascarpone.
In una ciotola battete con la frusta o il frullino elettrico il mascarpone insieme ai tuorli e allo zucchero. Se vi piace, aromatizzate con alcuni semi di vaniglia.
In un’altra ciotola montate gli albumi a neve ben ferma.
Amalgamate gentilmente gli albumi montati nella crema di mascarpone con un movimento dal basso verso l’alto. A questo punto assemblate il dolce.
Usate bicchieri monoporzione o ciotoline di vetro. Disponete sul fondo uno strato di savoiardi sbriciolati grossolanamente. Proseguite con uno strato di salsa di lamponi e poi uno di crema al mascarpone. Fate raffreddare per alcune ore.
Al momento di servire guarnite con qualche lampone intero e i pistacchi tritati al coltello o i filetti di mandorla.

Tè freddo all’erba cedrina e fiori di peonia
Tipo di ricetta:
secondo
Cucina: vegetariana
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 20 minuti
Difficoltà: facile
Per 6 persone

Ingredienti
peonia
tè verde non aromatizzato
fettine sottili di zenzero fresco sbucciato
4-5 fettine sottili di lime (o limone)
1 cucchiaio di zucchero di canna scuro e
1 cucchiaio di miele di acacia
3 o 4 foglie di erba cedrina

Facoltativo
4 o 5 petali di peonia non trattata

Preparazione
te.verde
In una brocca mettete lo zenzero, il lime, lo zucchero e il miele, i petali di peonia.
Preparate un litro di un buon tè rispettando la temperatura dell’acqua. Questo è importantissimo, perché i differenti tipi di tè necessitano anche di differenti gradi di calore dell’acqua. Vi basta un termometro da acqua e comprare dei tè, sfusi, in negozi dove vi diano questo tipo di informazioni. L’acqua, meglio se oligominerale.
Lasciate il tè in infusione il tempo necessario, trasferitelo filtrandolo con un colino nelle brocca, e poi lasciatelo raffreddare coperto in frigorifero.

 

 

Paola Borgini
Webdesigner, scrittrice e floriterapeuta, con un amore speciale per il cibo. Come operatrice energetica è la creatrice della tecnica vibrazionale "Essenza Quantica Evolutiva". Nel 2013 ha creato una collezione di essenze floreali vibrazionali "Cuore della Madre Terra", alcune delle quali realizzate appositamente per alimenti. Vive in Brianza, dove insegna e continua la sua ricerca nel campo delle essenze floreali vibrazionali e della cucina con la natura. Sito: www.paolaborgini.it