Salomè

Al Teatro Elfo Puccini di Milano

Salomè

Avvolti da lustrini, paillettes e gioielli, i personaggi portati in scena in questa Salomè, dietro un'apparente eccesso narcisistico, rivelano tutta la loro tragica dimensione

Testo: Oscar Wilde
Uno spettacolo di Ferdinando Bruni & Francesco Frongia
Protagonisti: Ferdinando Bruni,  Enzo Curcurù, Mauro Bernardi
Luci: Nando Frigerio
Suono: Luca De Marinis
Al Teatro Elfo Puccini di Milano dal 3 al 22 Novembre.

FullSizeRender2Avvolti da lustrini, paillettes e gioielli, i personaggi portati in scena in questa Salomè, dietro un'apparente eccesso narcisistico, rivelano tutta la loro tragica dimensione. Uomini dallo sguardo di fanciulla, vecchie vogliose senza pudore ma capaci di dare dignità ad ogni forma di amore. Eros e Thanatos condividono affiatati uno spazio metaforico che ricorda a tratti un circo dove le identità si esibiscono e a volte si fondono.
La Salomè di Wilde è poco rappresentata in Italia; pare che l'autore l'avesse scritta traendo ispirazione dalla grande Sarah Bernhardt. BFullSizeRender1runi e Frongia ne fanno una rivisitazione interessante aggiungendo al testo originale altre opere dello scrittore.
La scena infatti si apre con Bruni che interpreta lo stesso Wilde.
Uno spettacolo dove il confine tra i sessi non esiste. Una messa in scena tragica e grottesca dove Ferdinando Bruni, Enzo Curcurù e Mauro Bernardi si distinguono per grande capacità eclettica e dove le parole di Wilde riescono con la loro poesia ad arrivare al cuore dello spettatore.