Quanto ci costano le scie chimiche?

Concludiamo l'inchiesta su questo gravoso problema

Quanto ci costano le scie chimiche?

Come affermò di Pietro, essendo operazioni militari non si possono fermare. Ma mentre siamo in grande crisi economica, un’ora di volo per fare questi "aerosol" costa circa 12.000 euro. Senza parlare dei danni alle coltivazioni e alla nostra salute

Nelle precedenti puntate abbiamo affrontato le scie chimiche, analizzando i danni prodotti dai metalli pesanti. Ora mi sembra doverosa una riflessione che in tempi di crisi economica e continua diminuzione del potere d’acquisto dei cittadini può essere un invito per chiunque ad assumersi le responsabilità derivanti dall’essere cittadino di uno Stato democratico.

The-chemtrail-conspiracy-theorists-were-proven-correct

Scritto nel cielo: le scie chimiche non sono una teoria cospirazionistica

Un’ora di volo costa circa 12.000 euro, non considerando le sostanze chimiche altamente tossiche utilizzate per produrre le scie chimiche. Molti non sanno che l’aviazione civile non può seguire rotte che si incrociano, soprattutto non in volo contemporaneo: per questosi possono escludere che le scie siano di condensazione. Cinque aeri in volo per un’ora corrispondono a una spesa di 60.000 euro. Quanti progetti sociali si sarebbero potuti realizzare con questa somma, quante migliorie

apportare alle nostre scuole, quanti assegni ai cittadini disagiati? Quanto benessere avrebbero potuto promuovere questi soldi investiti nel nostro sistema sanitario?
Pensate alle centinaia di aerei che praticano operazioni di aerosol nei cieli d’Italia, per tutto il giorno e per tutto l’anno! Quanti miliardi di euro si spendono per intossicarci e distruggere volutamente l’ambiente, invece di tutelarci? Come mai si calpestano palesemente i diritti costituzionali? Come mai gli organi dello Stato a tutela del territorio, della sicurezza pubblica e della legalità non si interessano a un fenomeno osservabile tutti i giorni, nonostante le centinaia di denuncie ed esposti? Sono gli Enti pubblici che dovrebbero dare delle spiegazioni ragionevoli, visto che le scie di condensazione si formano solo in particolari condizioni atmosferica, ovvero tra gli 8-10.000 metri di altitudine, con una temperatura a -40° e con un’umidità del 70%. La maggior parte degli aerei impegnati nelle operazioni di aerosol volano tra i 3-4.000 metri di altitudine, dove è quasi impossibile che si formino scie di condensazione dovute agli scarichi dei reattori.

Come migliorare la qualità della vita?
La cosiddetta strategia del terrore agisce per mantenere la popolazione continuamente in uno stato di paura e tensione: più sono incerte le condizioni esistenziali e più è facile manovrare il persone. Se siamo impegnati ad affrontare continuamente i fattori ansiogeni creati dalla politica, l’economia, le situazioni sociali, il clima, il malcostume e la decadenza dei valori etico - morali, difficilmente ci opporremo alla “violenza di Stato”. Chi deve badare alla sopravvivenza non ha tempo per protestare3. Le continue crisi economiche e finanziarie, le presunte minacce di terrorismo, i continui scandali dei “mal affari” di chi gestisce la cosa pubblica, le continue catastrofi naturali, l’uso spesso distorto dei media e la cronaca nera fanno la parte più importante dell’informazione (anzi della disinformazione, imposta dall’alto), degli scandali, dei costumi dissoluti e servono solo per indebolire la fiducia nel prossimo, nella società e nello Stato e spegnere ogni speranza per un futuro migliore.

Ma le scie chimiche esistono e sono anticostituzionali: esse violano molti diritti del cittadino, visto che le operazioni militari non possono essere controllate dal Parlamento, così come ha ricordato in un’intervista l’on. Di Pietro, quando era Ministro alle Infrastrutture nel Governo Prodi: chemtrails-pilots“Trattandosi di operazioni militari il Governo non poteva intervenire”. Viviamo forse in un regime militare e non in democrazia, o come dice La Repubblica, siamo in democratura?
Secondo le risposte ufficiali, le scie chimiche non esistono, sono tutta un’invenzione dei complottisti: è quello che hanno scritto anche i quotidiani, dopo la riunione che c’è stata il dicembre scorso a Modena contro le scie chimiche. “Una teoria che non ha mai avuto riscontri scientifici”, è stato scritto. Bene, la prossima puntata pubblicheremo le conclusioni di un ricercatore universitario, dopo analisi di laboratorio.

Cosa possiamo fare per trasformare il negativo in positivo ?
L’aumento dell’inquinamento in generale, e in particolare quello dovuto alle scie chimiche, pregiudica a lungo andare la salute. Senza contare che gli stati di rabbia, rassegnazione, impotenza possono avere risvolti negativi, sia perché abbassano il sistema immunitario, sia perché sono funzionali al controllo dell’individuo, che nel sentirsi perso si lascia più facilmente sottomettere e manipolare. Più la persona sviluppa stressori (emozioni negative), più è fragile e vulnerabile, ha meno forza per lottare per i suoi diritti e la libertà e più si scoraggia. Il controllo emotivo è indispensabile per programmare e sviluppare maggiori abilità e strategie vincenti che portano al successo. Chi vive la realtà con distacco può liberarsi dai condizionamenti e aiutare gli altri nel ripristino della legalità. Ma bisogna anche comprendere che “buoni e cattivi” fanno parte di un gioco più grande, al quale questa realtà da sempre è stata assoggettata. Ecco che può vedere nell’altro un’opportunità per amare di più e sottrarsi così alla violenza. Il superamento della realtà manifestata, del dualismo, della contrapposizione tra bene e male non avviene nel ripetere coattivamente gli schemi comportamentali che li hanno provocati. L’individuo è assoggettato a leggi superiori. La coscienza individuale è asservita alla coscienza collettiva e pertanto bisogna agire su diversi piani per rimuovere le cause del malessere. Le cause spirituali della lotta tra bene e male sono la garanzia per mantenere intatta la realtà duale, ma chi vuole affrontare il complotto delle scie chimiche deve avere il coraggio di andare contro chi da sempre gestisce il potere temporale e conosce tutte le tecniche per manipolare le coscienze.

Utilizzare le scie chimiche per la crescita personale
In questo mondo siamo obbligati a schierarci, ma ciò non significa che dobbiamo utilizzare i mezzi di chi ci invita a contrapporci! La lotta contro chi detiene il potere è impari, perché chemtrailsla sconfitta è garantita. Che cosa possiamo dunque fare per far crescere la massa critica positiva e di conseguenza circoscrivere il potere di quella negativa? L’unico modo per togliere potere al negativo è fare del bene, ovvero vivere, esprimere la propria bontà (che non ha niente a che vedere con il buonismo), da applicare anche nei confronti degli antagonisti. La regola d’oro recita così: ”Ciò che non vuoi che venga fatto a te, non farlo agli altri”, che può essere espresso anche: “Chi di spada ferisce di spada perisce”, o ”Ciò che semini raccogli”. Tutti questi motti esprimono la legge di causa ed effetto, o legge karmica. Per superare l’identificazione con lo schieramento scelto ed evitare di assumere i loro comportamenti e i loro atteggiamenti e di conseguenza perdere l’autonomia del pensiero e il senso critico, è necessario sviluppare il distacco. Questo grande insegnamento buddhista lascia tra l’altro aperta la strada dell’impegno di raggiungere l’obiettivo senza essere assoggettato alle leggi del dualismo. Quando si osservano gli aerei che fanno operazioni di aerosol, si vedono i reticolati di scie chimiche, quando piove e fa freddo per un periodo lunghissimo, oppure fa caldo ed il clima è afoso, si cerca una via di soluzione dalla schiavitù. Chi è informato sulle scie chimiche spontaneamente se la prende con i piloti, i militari, i politici e il Nuovo Ordine Mondiale. Queste emozioni negative fanno solo accresce la massa critica negativa, aumentando il potere occulto, perciò invece di cambiare le cose si lavora per chi distrugge coscientemente il mondo. Per evitare di essere a servizio del Male, bisogna continuare a lavorare al raggiungimento del proprio obiettivo senza utilizzare le sue strategie, i suoi mezzi e i suoi poteri.

I mantra da ripetere per non sviluppare emozioni negative
Di fronte ad ogni negatività – in questo caso alle scie chimiche – ci si può ripetere: ”Ogni negatività (scia chimica) mi rende più forte, più gioioso e più vitale. Io Sono, Io Sono, Io Sono”. Questa frase va ripetuta tre volte. Notate come la frase punti l’attenzione alle emozioni positive e dia indicazioni per proseguire il proprio impegno in salute. Un’altra tecnica è quella di benedire l’altro (chi si contrappone ed agisce malamente) ed augurare a Madre Natura di guarire. Anche in questo modo togliamo il potere negativo a chi lo detiene e lavoriamo su un piano spirituale per costruire il benessere e la pace. Queste tecniche suggerite si possono utilizzare quando si vuole informare le persone sugli effetti devastanti di un evento. Prima di parlare (vale anche durante riunioni, conferenze, assemblee) sarebbe bene concentrarsi su un atteggiamento positivo, recitando un’affermazione positiva. Il metodo migliore per combattere il male è del bene ed usare strumenti positivi per accrescere la massa critica del bene, altrimenti si rischia di ottenere l’effetto contrario.
World-Government-600x398E quando notiamo che una persona esercita il suo potere su di noi, se proviamo paura e diventiamo aggressivi perdiamo immediatamente il potere personale e siamo assoggettati all’interlocutore. Quando notiamo la nostra debolezza, “paura” o altre emozioni negative basta spostare l’attenzione dall’interlocutore verso altre cose presenti nell’ambiente in cui ci si trova, in modo da spostare l’attenzione e interrompere il “flusso del potere” e ritornare nuovamente liberi, in modo da poter utilizzare le proprie tecniche del bene per presentare, in modo paritetico, all’interlocutore i propri argomenti. Benedire il Male ed affidarlo alla Giustizia Divina permette di gestirlo senza timore. Il gioco del potere si bilancia e con un equilibrio tra le parti si possono “toccare i cuori”. Da un piano mentale si va verso un piano spirituale che consente di sentirsi tutti Uno.

Per rileggere le puntate precedenti
1) Da dove vengono le scie chimiche?
2) Gli effetti nocivi dei metalli

su YouTube:

https://www.youtube.com/watch?v=MHunq8SyYeI&feature=em-uploademail

Ed ecco Real Time, un altro sito interessante che porta foto e documenti su questa scottante tematica: http://terrarealtime.blogspot.it/2014/05/italia-sotto-attacco-chimico-in-queste.html

 

  • Dany Di Gaia

    Sono convinto che quando ormai l’essere umano si sarà quasi estinto, forse, e dico forse, solo allora si risveglieranno da questo oblio!

  • Jacopo Martini

    ma non vi vergognate nel fare tutta questa disinformazione?

  • Andrea Livraghi

    Segnalerò l’autore dell’articolo al più vicino ufficio Nwo.

  • Andrea D. Patti

    No Jacopo non si vergognano.. Vedila come una fede.. anche se io vedo solo un branco di cretini frustrati che sfoga la propria inutile rabbia sbattendo la testa contro i mulini a vento.

  • Enrico

    Devo dire che ce ne vuole di fantasia per inventarsi tutte queste teorie e questi numeri! Ci fosse almeno UNA cosa esatta….

  • Federico

    Disinformazione a livelli mai visti, ma vi rendete conto che non c’e’ una riga scientifica di quello che avete scritto?!

    Bah…

  • momin

    ma la signora Pompas, direttrice responsabile di questo foglio on ine, non si vergogna di aver pubblicato i vaneggiamenti di questo pazzo presunto piscologo? O è d’accordo pure lei? Mi sa di sì, dopo aver letto il suo profilo sul “Giardino dei libri”… oddio, che gente!

  • Daniele

    Ritardati

  • Seriously

    È difficile decidere se siete più cretini voi o quelli che si bevono queste baggianate. Comunque il comparto scie chimiche è il più florido nella produzione di fantademenza.

    • Raffaele Cavaliere

      Quando lei non userà più uno pseudonimo allora possiamo iniziare un dialogo.
      Chi si nasconde dietro un anonimato si qualifica da solo.
      Mostri la sua vera identità e dica ai KARMANAUTI chi è e per chi lavora.
      Pace e gioia,
      Raffaele

      • Sabrina

        Raffaele buonasera
        io ho apprezzato il tuo articolo,ma non intervengo per commentarlo.Mi chiedevo perchè continui a rispondere agli individui disturbanti di cui sopra.
        Mi sembra chiaro sia gente che nella migliore delle ipotesi è poco informata e magari impaurita nella peggiore raggiungono l’acme solo facendo contro-informazione!

        • Raffaele Cavaliere

          Cara Sabrina, bisogna rispondere ai provocatori nella speranza che possono prendere coscienza. Pace e gioia, Raffaele

          • Sabrina

            Scusa se insisto,ma lo scrivi anche tu: “provocatori” appunto! Sulla base di una chiusura al confronto non può esserci espansione di coscienza! Ti saluto

  • Raffaele Cavaliere

    Cari lettori: Andrea Livraghi, Jacopo Martini, Andrea D. Patti, Danny di Gaia e i 5 nomi senza cognomi, vi ringrazio per i vs commenti perché dimostrano che tutto ciò che ho scritto corrisponde a vero. Voi non avete le prove di quello che scrivete, ma io si. Quando si usano gli insulti, le denigrazioni e le offese si dimostra di non avere degli elementi validi per contestare l’argomento. Vi invito a commentare i singoli argomenti dei 3 articoli sull’argomento scie chimiche. Poi vi risponderò argomento per argomento.
    Guardate bene la fotografia.
    Grazie per la vs attenzione, aspetto i vs argomenti basati su fatti e documenti.
    Pece e gioia,
    Dr Raffaele Cavaliere

    • Seriously

      A queste cose si può rispondere solo così:
      “Pezzo di imbecille, imparate a farli i fotomontaggi, se volete spacciarli per prove”

      • olly

        e ai tuoi commenti e altri simili si potrebbe rispondere con un bel “ma levati il prosciutto dagli occhi”, non ti pare??..
        il fatto che tu e molti altri come te non ci credono, negano l’evidenza e rifiutano le verità scomode è chiaro segno che i Padroni della tua vita stanno conducendo un ottimo lavoro, stanno manipolando la tua mente proprio come vogliono loro e tu (voi) non riesci a reagire, continui a negare.. nega pure, credi al tuo pallone da calcio, guardati le tue soap opere preferite, vivi felice più che puoi.. perché quando arriverà (e arriverà di sicuro, ma non sono io a dirlo) il momento di essere vigili e reagire voi sarete i primi a collassare, perché sarete ancora incapaci di reagire..
        vi do un consiglio, seriamente, e non mi importa come commenterai, se mi manderai a fanculo o altro, io voglio solo informare le persone: aprite la vostra mente, fatelo, anche se non ci credete, vi servirà e ricordate che il tempo stringe sempre di più!!..
        ciao,
        olly..

        • Seriously

          Credere! Questa è la parola giusta. Bisogna credere perché tutta la logica del complotto globale ha bisogno di una fede cieca per essere sostenuta, visto che tutti i fatti hanno sempre spiegazioni fisiche e la credenza non ha nessun sostegno logico.

        • Seriously

          Ma non ti passa nemmeno per la mente che questa boiata non sarebbe possibile in alcun modo?
          Non esistono le capacità tecnologiche per una roba del genere.
          Non esiste la possibilità economica di pagare una fantascientifica tecnologia simile e i milioni di professionisti da corrompere con cifre tali da far loro dimenticare che stanno avvelenando i propri cari.
          Non esiste nessuna maniera per mettere d’accordo tutti i paesi del mondo per avvelenarsi a vicenda.
          Non esisterebbe nessun ritorno economico per nessuno

          Ce n’è uno però, le donazioni e i libri e i video venduti ai polli come te.

        • Seriously

          Allora comincia a costruire la barca in cima alla montagna per il prossimo diluvio.
          Ma mi raccomando, credici.

      • Gianluigi Crimi

        Scusa vorresti per caso dire che non è possibile che il sole stia dalla stessa parte dell’ombra?
        Vorresti dire che la scritta “Chemtrails Academy” è fatta (male) con Photoshop?
        Vorresti dire che al tramonto i colori tendono al rosso e non all’azzurro?

        IMPOSSIBILE! 😀

    • Seriously

      Voi dovete avere i timpani perforati e vi entrano i moscerini nel cranio.
      Sono loro che fanno le scie chimiche. 🙂

  • slavazzata

    comunque per me non sono proprio tutti troll, sono semplicemente degli scemi. questi ormai sono la razza dominante, coglionazzi che deambulano anestetizzati tant’e’ che non sentono nemmeno piu’ i calci nel culo; subiscono pesantemente le slavazzate di cervello in primis distribuite un tanto al chilo dalle loro scuole per mentecatti e comprendono solo gli ululati e i porchidii.. piu’ che lobotomizzati sono slavazzati.. e noi dovremmo finirla con questo linguaggio buonista “pace e amore”, ed usare un linguaggio piu’ consono.

    • Raffaele Cavaliere

      Come mai usa uno pseudonimo, faccia le sue dichiarazioni consentendo l’identificazione!
      Non ha il coraggio?