Quanto ci costano le scie chimiche?

Concludiamo l'inchiesta su questo gravoso problema

Quanto ci costano le scie chimiche?

Come affermò di Pietro, essendo operazioni militari non si possono fermare. Ma mentre siamo in grande crisi economica, un’ora di volo per fare questi "aerosol" costa circa 12.000 euro. Senza parlare dei danni alle coltivazioni e alla nostra salute

Nelle precedenti puntate abbiamo affrontato le scie chimiche, analizzando i danni prodotti dai metalli pesanti. Ora mi sembra doverosa una riflessione che in tempi di crisi economica e continua diminuzione del potere d’acquisto dei cittadini può essere un invito per chiunque ad assumersi le responsabilità derivanti dall’essere cittadino di uno Stato democratico.

The-chemtrail-conspiracy-theorists-were-proven-correct

Scritto nel cielo: le scie chimiche non sono una teoria cospirazionistica

Un’ora di volo costa circa 12.000 euro, non considerando le sostanze chimiche altamente tossiche utilizzate per produrre le scie chimiche. Molti non sanno che l’aviazione civile non può seguire rotte che si incrociano, soprattutto non in volo contemporaneo: per questosi possono escludere che le scie siano di condensazione. Cinque aeri in volo per un’ora corrispondono a una spesa di 60.000 euro. Quanti progetti sociali si sarebbero potuti realizzare con questa somma, quante migliorie

apportare alle nostre scuole, quanti assegni ai cittadini disagiati? Quanto benessere avrebbero potuto promuovere questi soldi investiti nel nostro sistema sanitario?
Pensate alle centinaia di aerei che praticano operazioni di aerosol nei cieli d’Italia, per tutto il giorno e per tutto l’anno! Quanti miliardi di euro si spendono per intossicarci e distruggere volutamente l’ambiente, invece di tutelarci? Come mai si calpestano palesemente i diritti costituzionali? Come mai gli organi dello Stato a tutela del territorio, della sicurezza pubblica e della legalità non si interessano a un fenomeno osservabile tutti i giorni, nonostante le centinaia di denuncie ed esposti? Sono gli Enti pubblici che dovrebbero dare delle spiegazioni ragionevoli, visto che le scie di condensazione si formano solo in particolari condizioni atmosferica, ovvero tra gli 8-10.000 metri di altitudine, con una temperatura a -40° e con un’umidità del 70%. La maggior parte degli aerei impegnati nelle operazioni di aerosol volano tra i 3-4.000 metri di altitudine, dove è quasi impossibile che si formino scie di condensazione dovute agli scarichi dei reattori.

Come migliorare la qualità della vita?
La cosiddetta strategia del terrore agisce per mantenere la popolazione continuamente in uno stato di paura e tensione: più sono incerte le condizioni esistenziali e più è facile manovrare il persone. Se siamo impegnati ad affrontare continuamente i fattori ansiogeni creati dalla politica, l’economia, le situazioni sociali, il clima, il malcostume e la decadenza dei valori etico - morali, difficilmente ci opporremo alla “violenza di Stato”. Chi deve badare alla sopravvivenza non ha tempo per protestare3. Le continue crisi economiche e finanziarie, le presunte minacce di terrorismo, i continui scandali dei “mal affari” di chi gestisce la cosa pubblica, le continue catastrofi naturali, l’uso spesso distorto dei media e la cronaca nera fanno la parte più importante dell’informazione (anzi della disinformazione, imposta dall’alto), degli scandali, dei costumi dissoluti e servono solo per indebolire la fiducia nel prossimo, nella società e nello Stato e spegnere ogni speranza per un futuro migliore.

Ma le scie chimiche esistono e sono anticostituzionali: esse violano molti diritti del cittadino, visto che le operazioni militari non possono essere controllate dal Parlamento, così come ha ricordato in un’intervista l’on. Di Pietro, quando era Ministro alle Infrastrutture nel Governo Prodi: chemtrails-pilots“Trattandosi di operazioni militari il Governo non poteva intervenire”. Viviamo forse in un regime militare e non in democrazia, o come dice La Repubblica, siamo in democratura?
Secondo le risposte ufficiali, le scie chimiche non esistono, sono tutta un’invenzione dei complottisti: è quello che hanno scritto anche i quotidiani, dopo la riunione che c’è stata il dicembre scorso a Modena contro le scie chimiche. “Una teoria che non ha mai avuto riscontri scientifici”, è stato scritto. Bene, la prossima puntata pubblicheremo le conclusioni di un ricercatore universitario, dopo analisi di laboratorio.

Cosa possiamo fare per trasformare il negativo in positivo ?
L’aumento dell’inquinamento in generale, e in particolare quello dovuto alle scie chimiche, pregiudica a lungo andare la salute. Senza contare che gli stati di rabbia, rassegnazione, impotenza possono avere risvolti negativi, sia perché abbassano il sistema immunitario, sia perché sono funzionali al controllo dell’individuo, che nel sentirsi perso si lascia più facilmente sottomettere e manipolare. Più la persona sviluppa stressori (emozioni negative), più è fragile e vulnerabile, ha meno forza per lottare per i suoi diritti e la libertà e più si scoraggia. Il controllo emotivo è indispensabile per programmare e sviluppare maggiori abilità e strategie vincenti che portano al successo. Chi vive la realtà con distacco può liberarsi dai condizionamenti e aiutare gli altri nel ripristino della legalità. Ma bisogna anche comprendere che “buoni e cattivi” fanno parte di un gioco più grande, al quale questa realtà da sempre è stata assoggettata. Ecco che può vedere nell’altro un’opportunità per amare di più e sottrarsi così alla violenza. Il superamento della realtà manifestata, del dualismo, della contrapposizione tra bene e male non avviene nel ripetere coattivamente gli schemi comportamentali che li hanno provocati. L’individuo è assoggettato a leggi superiori. La coscienza individuale è asservita alla coscienza collettiva e pertanto bisogna agire su diversi piani per rimuovere le cause del malessere. Le cause spirituali della lotta tra bene e male sono la garanzia per mantenere intatta la realtà duale, ma chi vuole affrontare il complotto delle scie chimiche deve avere il coraggio di andare contro chi da sempre gestisce il potere temporale e conosce tutte le tecniche per manipolare le coscienze.

Utilizzare le scie chimiche per la crescita personale
In questo mondo siamo obbligati a schierarci, ma ciò non significa che dobbiamo utilizzare i mezzi di chi ci invita a contrapporci! La lotta contro chi detiene il potere è impari, perché chemtrailsla sconfitta è garantita. Che cosa possiamo dunque fare per far crescere la massa critica positiva e di conseguenza circoscrivere il potere di quella negativa? L’unico modo per togliere potere al negativo è fare del bene, ovvero vivere, esprimere la propria bontà (che non ha niente a che vedere con il buonismo), da applicare anche nei confronti degli antagonisti. La regola d’oro recita così: ”Ciò che non vuoi che venga fatto a te, non farlo agli altri”, che può essere espresso anche: “Chi di spada ferisce di spada perisce”, o ”Ciò che semini raccogli”. Tutti questi motti esprimono la legge di causa ed effetto, o legge karmica. Per superare l’identificazione con lo schieramento scelto ed evitare di assumere i loro comportamenti e i loro atteggiamenti e di conseguenza perdere l’autonomia del pensiero e il senso critico, è necessario sviluppare il distacco. Questo grande insegnamento buddhista lascia tra l’altro aperta la strada dell’impegno di raggiungere l’obiettivo senza essere assoggettato alle leggi del dualismo. Quando si osservano gli aerei che fanno operazioni di aerosol, si vedono i reticolati di scie chimiche, quando piove e fa freddo per un periodo lunghissimo, oppure fa caldo ed il clima è afoso, si cerca una via di soluzione dalla schiavitù. Chi è informato sulle scie chimiche spontaneamente se la prende con i piloti, i militari, i politici e il Nuovo Ordine Mondiale. Queste emozioni negative fanno solo accresce la massa critica negativa, aumentando il potere occulto, perciò invece di cambiare le cose si lavora per chi distrugge coscientemente il mondo. Per evitare di essere a servizio del Male, bisogna continuare a lavorare al raggiungimento del proprio obiettivo senza utilizzare le sue strategie, i suoi mezzi e i suoi poteri.

I mantra da ripetere per non sviluppare emozioni negative
Di fronte ad ogni negatività – in questo caso alle scie chimiche – ci si può ripetere: ”Ogni negatività (scia chimica) mi rende più forte, più gioioso e più vitale. Io Sono, Io Sono, Io Sono”. Questa frase va ripetuta tre volte. Notate come la frase punti l’attenzione alle emozioni positive e dia indicazioni per proseguire il proprio impegno in salute. Un’altra tecnica è quella di benedire l’altro (chi si contrappone ed agisce malamente) ed augurare a Madre Natura di guarire. Anche in questo modo togliamo il potere negativo a chi lo detiene e lavoriamo su un piano spirituale per costruire il benessere e la pace. Queste tecniche suggerite si possono utilizzare quando si vuole informare le persone sugli effetti devastanti di un evento. Prima di parlare (vale anche durante riunioni, conferenze, assemblee) sarebbe bene concentrarsi su un atteggiamento positivo, recitando un’affermazione positiva. Il metodo migliore per combattere il male è del bene ed usare strumenti positivi per accrescere la massa critica del bene, altrimenti si rischia di ottenere l’effetto contrario.
World-Government-600x398E quando notiamo che una persona esercita il suo potere su di noi, se proviamo paura e diventiamo aggressivi perdiamo immediatamente il potere personale e siamo assoggettati all’interlocutore. Quando notiamo la nostra debolezza, “paura” o altre emozioni negative basta spostare l’attenzione dall’interlocutore verso altre cose presenti nell’ambiente in cui ci si trova, in modo da spostare l’attenzione e interrompere il “flusso del potere” e ritornare nuovamente liberi, in modo da poter utilizzare le proprie tecniche del bene per presentare, in modo paritetico, all’interlocutore i propri argomenti. Benedire il Male ed affidarlo alla Giustizia Divina permette di gestirlo senza timore. Il gioco del potere si bilancia e con un equilibrio tra le parti si possono “toccare i cuori”. Da un piano mentale si va verso un piano spirituale che consente di sentirsi tutti Uno.

Per rileggere le puntate precedenti
1) Da dove vengono le scie chimiche?
2) Gli effetti nocivi dei metalli

su YouTube:

https://www.youtube.com/watch?v=MHunq8SyYeI&feature=em-uploademail

Ed ecco Real Time, un altro sito interessante che porta foto e documenti su questa scottante tematica: http://terrarealtime.blogspot.it/2014/05/italia-sotto-attacco-chimico-in-queste.html